Seguiteci su Telegram https://t.me/Nuovaresistenza on Telegram
23 May 2024
0 9 minuti 1 mese

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha detto che avrebbe discusso di una “pace giusta” in Ucraina con il presidente cinese Xi Jinping nel bilaterale di oggi a Pechino

“La Russia non si fermerà all’Ucraina”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel corso del suo messaggio di un minuto e mezzo, in occasione del bilaterale con il premier della Repubblica Ceca Petr Fiala.

 

Mentre è in conrso a Pechino il vertice tra Scholz e Xi Jinping, la tv cinese ha fatto sapere che Xi ha presentato all’omologo tedesco quattro principi per la pace in Ucraina: dare priorità al mantenimento di pace e stabilità rispetto a “guadagni egoistici”; al raffreddamento della situazione evitando di aggiungere benzina sul fuoco; alla creazione di condizioni per ripristinare la pace e lo stop all’inasprimento delle tensioni. Infine, la riduzione ulteriore “dell’impatto negativo sull’economia mondiale”.

[[(FckEditorEmbeddedHtmlLayoutElement) include]]

 

Punti chiave

  • Xi presenta a Scholz “quattro principi” per la Pace in Ucraina

  • Crosetto: “L’Onu spaccata, va ricostruita la sua credibilità e forza”

  • Cameron: “Il dispiegamento di aerei occidentali per proteggere l’Ucraina porterebbe all’escalation”

Xi presenta a Scholz “quattro principi” per la Pace in Ucraina

Il presidente cinese Xi Jinping ha proposto quattro principi da seguire per evitare che la crisi ucraina sfugga al controllo e per ripristinare la pace in tempi brevi, nell’incontro avuto a Pechino con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Il network statale Cctv ha riferito che Xi ha detto di dare priorità al mantenimento di pace e stabilità rispetto a “guadagni egoistici”; al raffreddamento della situazione evitando di aggiungere benzina sul fuoco; alla creazione di condizioni per ripristinare la pace e lo stop all’inasprimento delle tensioni. Infine, la riduzione ulteriore “dell’impatto negativo sull’economia mondiale”.

 

(afp)

 

Crosetto: “L’Onu spaccata, va ricostruita la sua credibilità e forza”

“La spaccatura che esiste anche nell’Onu ha privato il mondo di un’entità capace di affermare quale sia la cosa giusta da fare e quale è il diritto internazionale”. Lo afferma a SkyTg24 il ministro della Difesa Guido Crosetto sulla situazione in Mo. “Non riusciamo ad avviare percorsi di pace per l’incapacità dell’Onu di guardare i fatti oggettivamente”, osserva Crosetto secondo il quale bisogna “ricostruire la credibilità e la forza dell’Onu che adesso è bloccata per i veti di Russia, Cina, Usa a seconda dei conflitti e la parzialità con cui ogni Stato affronta qualsiasi conflitto sta paralizzando il mondo e portandolo sull’orlo di un precipizio”.

 

(ansa)

 

Cameron: “Il dispiegamento di aerei occidentali per proteggere l’Ucraina porterebbe all’escalation”

Lo schieramento di aerei da combattimento occidentali per proteggere l’Ucraina dagli attacchi missilistici porterebbe a una “pericolosa escalation”. Lo ha detto alla radio Lbc il ministro degli Esteri britannico David Cameron, aggiungendo che la Royal Air Force ha abbattuto “un certo numero di droni” sullo spazio aereo di Iraq e Siria, ma non può difendere lo spazio aereo ucraino allo stesso modo, in quanto “l’unica cosa” che deve essere evitata è “il coinvolgimento diretto delle truppe Nato con le truppe russe”.

 

(reuters)

 

Kiev: “In 24 ore centinaia di combattimenti nell’Est”

Nelle ultime 24 ore si sono verificati 104 combattimenti nell’est dell’Ucraina tra le forze di Kiev e l’esercito russo: lo rende noto lo stato maggiore citato da Unian. In Donetsk un civile è rimasto ucciso durante i bombardamenti, riferisce Ukrinform, ricordando che il 14 aprile nella regione gli attacchi russi hanno ucciso quattro uomini di età compresa tra i 36 e gli 86 anni a Siversk

Kiev: “Intercettati nove droni russi”

Le forze russe hanno lanciato nove droni d’attacco Shahed contro l’Ucraina nella notte. Lo ha riferito il comandante dell’aeronautica militare di Kiev Mykola Oleshchuk, aggiungendo che le unità di difesa aerea ucraine hanno intercettato tutti e nove i droni. Secondo l’aeronautica militare, le forze russe hanno lanciato gli Shahed da posizioni a Capo Chauda, in Crimea. Gruppi di fuoco mobili hanno abbattuto i droni sugli oblast di Kherson, Mykolaiv, Khmelnytskyi, Poltava, Cherkasy e Dnipropetrovsk

Stati Uniti estendono sanzioni contro la Bielorussia

Gli Stati Uniti hanno deciso di espandere le sanzioni contro la Bielorussia. L’ultimo pacchetto di sanzioni prende di mira le realtà che traggono profitto dalla guerra della Russia in Ucraina, tra cui un’azienda statale produttrice di macchine utensili, un’azienda di comunicazioni radio e una società di software. Lo riporta The Kyiv Independent.

Kiev: abbattuti stanotte 9 droni russi su 6 regioni

I gruppi di fuoco mobili dell’aeronautica e delle forze di difesa ucraine hanno distrutto tutti e nove i droni Shahed russi lanciati stanotte contro l’Ucraina, rendono noto stamattina le forze armate di Kiev citate dai media locali. Le operazioni si sono svelte nelle regioni di Kherson, Mykolaiv, Khmelnytskyi, Poltava, Cherkasy e Dnipropetrovsk.

 

 

Scholz, con Xi discuterò di una pace giusta in Ucraina

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha detto che avrebbe discusso di una “pace giusta” in Ucraina con il presidente cinese Xi Jinping nel bilaterale di oggi a Pechino.
“Il mio incontro con il presidente Xi si concentrerà anche su come possiamo contribuire maggiormente a una pace giusta in Ucraina”, ha scritto Scholz in un post su X, aggiungendo di ritenere positivo “che ci sia stato un intenso scambio tra i nostri governi dalla mia ultima visita in Cina. Abbiamo molti argomenti di cui discutere”.

 

(afp)

Zelensky, alleati ci difendano come fatto con Israele

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha esortato gli alleati occidentali a difendere l’Ucraina nello stesso modo in cui hanno fatto con Israele di fronte all’attacco dell’Iran.
“Difendendo Israele, il mondo libero ha dimostrato che l’unità tra alleati non solo è possibile ma efficace al 100%”, ha detto ieri sera Zelensky dopo un incontro con i massimi funzionari militari e di sicurezza di Kiev. “Le azioni decisive degli alleati hanno impedito il successo del terrorismo e la perdita delle infrastrutture e hanno costretto l’aggressore a calmarsi. Lo stesso si può fare per difendere l’Ucraina dal terrorismo. E l’Ucraina proprio come Israele non è un membro della Nato”, ha sottolineato Zelensky citato dai media locali.

 

(afp)

 

Speaker Camera Usa verso voti separati per Israele e Kiev

Lo speaker repubblicano della Camera americana Mike Johnson ha annunciato ai suoi colleghi di partito che questa settimana tenterà di mettere ai voti quattro distinti progetti di legge, di cui tre per gli aiuti all’Ucraina, a Israele e a Taiwan. Lo riferiscono i media Usa. La Casa Bianca è contraria a separare i provvedimenti. Riserve anche dai leader del Senato, che ha già approvato un pacchetto unico.

 

 

Russia: regista femminista Berkovich ora in elenco “terroristi” =

La regista russa, pacifista e femminsita, Zhenya Berkovich, e la sua collega drammaturga Svetlana Petriychuk sono state aggiunte dalle autorità russe all’elenco dei “terroristi ed estremisti”, accusate di “giustificare il terrorismo” per una piece sulle mogli dell’Isis. Secondo le leggi russe, i conti delle persone e delle organizzazioni incluse nel registro Rosfinmonitoring, l’agenzia governativa russa che si occupa del monitoraggio delle operazioni finanziarie nel Paese, sono soggetti a congelamento. Zhenya Berkovich e Svetlana Petriychuk sono in carcere da un anno in attesa di giudizio: la commedia incriminata racconta di donne russe che hanno deciso di andare in Siria per unirsi agli islamisti. Nel 2022, lo spettacolo messo in scena da Berkovich basato sull’opera di Petriychuk ha ricevuto il prestigioso premio russo ‘Maschera d’orò. Berkovich e Petriychuk sono in custodia cautelare dal maggio 2023. Il 29 febbraio scorso sono state incriminate formalmente. L’indagine ha concluso che l’opera “giustifica” il terrorismo sulla base dell’esame del creatore della scienza della “distruttologia” Roman Silantiev, che ha trovato nell’opera “segni dell’ideologia del femminismo radicale”.

 

(reuters)

Sorgente: Guerra Ucraina – Russia, le news di oggi – la Repubblica

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot