0 3 minuti 7 mesi

Craig Mokhiber, alto funzionario del Commissariato per i diritti umani: “Stiamo assistendo a un genocidio che si sta svolgendo sotto i nostri occhi e l’organizzazione che serviamo sembra impotente a fermarlo“.

Onu, si dimette Craig Mokhiber del Commissariato per i diritti umani

Craig Mokhiber, direttore dell’ufficio di New York dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, lascia il suo incarico e accusa il Palazzo di Vetro di non aver agito per “prevenire il genocidio” della popolazione palestinese nella Striscia di Gaza.

In particolare l’alto funzionario punta il dito contro gli Stati Uniti, il Regno Unito e gran parte dell’Europa accusandoli non solo “di rifiutarsi di rispettare i loro obblighi” ai sensi delle Convenzioni di Ginevra, ma che per di più stanno anche armando l’attacco di Israele e fornendo ad esso una copertura politica e diplomatica.

“Stiamo assistendo a un genocidio che si sta svolgendo sotto i nostri occhi e l’organizzazione che serviamo sembra impotente a fermarlo“.

Lettera di dimissioni del direttore dell’ufficio di New York dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani Craig Mokhiber (testo integrale)

“Alto Commissario, stiamo fallendo ancora.
Come avvocato per i diritti umani con più di tre decenni di esperienza nel settore, so bene che il concetto di genocidio è stato spesso oggetto di abusi politici. Ma l’attuale massacro del popolo palestinese, radicato in un’ideologia coloniale etno-nazionalista, in continuazione di decenni di persecuzioni ed epurazioni sistematiche, basate interamente sul loro status di arabi, e accoppiate con esplicite dichiarazioni di intenti da parte dei leader del governo e dell’esercito israeliani non lasciano spazio a dubbi o dibattiti.

A Gaza, case civili, scuole, chiese, moschee e istituzioni mediche vengono attaccate arbitrariamente mentre migliaia di civili vengono massacrati.

In Cisgiordania, inclusa Gerusalemme occupata, le case vengono sequestrate e riassegnate in base esclusivamente alla razza, e i violenti pogrom dei coloni sono accompagnati da unità militari israeliane.
In tutto il paese regna l’apartheid.
Questo è un caso di genocidio da manuale.

Il progetto coloniale europeo, etno-nazionalista e di insediamento in Palestina è entrato nella sua fase finale, verso la rapida distruzione degli ultimi resti della vita indigena palestinese in Palestina. Inoltre, i governi degli Stati Uniti, del Regno Unito e di gran parte dell’Europa sono totalmente complici del terribile assalto.

Non solo questi governi si rifiutano di rispettare gli obblighi derivanti dai trattati “per garantire il rispetto” delle Convenzioni di Ginevra, ma di fatto stanno armando attivamente l’assalto, fornendo supporto economico e di intelligence e fornendo copertura politica e diplomatica alle atrocità di Israele.”

Onu, si dimette Craig Mokhiber del Commissariato per i diritti umani

 

Sorgente: Onu, si dimette Craig Mokhiber: “A Gaza un caso di genocidio da manuale” – Kulturjam