0 21 minuti 9 mesi

Il sindaco Prato, sopralluogo in città, è uno shock. Auto travolte dalla furia dell’acqua, il VIDEO dell’esondazione del Bisenzio postato dal governatore Giani, che dichiara lo stato d’emergenza e chiede elicotteri per i salvataggi. Da Prato al Mugello, la regione è flagellata, diversi gli ospedali allagati. Allerta rossa in Veneto e in Friuli. Un disperso nel Bellunese. (ANSA)

Punti chiave

10:39

Maltempo, stop collegamenti tra Sardegna e Corsica

Dopo la tempesta di vento di ieri notte e con il mare ancora in burrasca sulle Bocche di Bonifacio, per tutta la giornata di oggi saltano i collegamenti tra Bonifacio e Santa Teresa Gallura, operati da Moby.

La stessa compagnia di navigazione ha anticipato, ieri sera, la partenza delle navi sulla Livorno-Olbia, mentre il traghetto partito da Genova per Porto Torres è stato dirottato a Olbia. A seconda delle condizioni meteo-marine anche stasera potrebbe esserci questo spostamento di rotta, previa disponibilità di banchine in porto.

10:37

Maltempo: a Firenze forti raffiche vento, ancora allerta gialla

Raffiche di vento hanno raggiunto quasi 62 km/h alla stazione di Firenze-Giardino di Boboli, si stanno registrando a Firenze dove prosegue il codice giallo per forte vento.

10:19

Maltempo: il fiume Lambro esonda nel parco di Monza

Il fiume Lambro è in piena a Monza, ed è già esondato all’interno del Parco in vari punti, tra cui il ‘Ponte delle catene’ e la ‘Valle dei sospiri’. Il picco di piena è previsto intorno alle 12. Il sindaco Paolo Pilotto con un’ordinanza urgente ha disposto la chiusura del Parco di Monza. La Protezione Civile è in costante contatto con le altre autorità per monitorare il livello del fiume.

10:13

Giani, ‘oggi in Cdm stato calamità nazionale per Toscana’

“Ho parlato con il presidente del Consiglio Giorgia Meloni pochi minuti fa, si stanno attivando per portare nel Consiglio dei Ministri che inizia alle 11 lo stato di calamità nazionale”. Così il governatore toscano Eugenio Giani, parlando del maltempo in un video sui social: “Questo è conseguente allo stato di emergenza che ho dichiarato ieri”. Nella notte “con le autorità di governo ci siamo sentiti, abbiamo avuto collaborazione. In questo momento stiamo tutti insieme lavorando, con la Protezione Civile a livello regionale e gli aiuti che vengono da” quella nazionale “per poter provvedere al sostegno della popolazione colpita”.

10:14

Giani, salgono a 5 le vittime del maltempo in Toscana

Sono salite a 5 le vittime del maltempo in Toscana. Lo rende noto sui social il governatore toscano Eugenio Giani.

09:57

A Campi Bisenzio anche sui tetti per mettersi in salvo

ACampi Bisenzio, comune del Fiorentino dove si registra la situazione più grave per l’ondata di maltempo che ha colpito la Toscana e dove ieri è esondato in due punti il Bisenzio, la notte scorsa la gente si è accampata sui tetti delle abitazioni per mettersi in salvo e chiedere aiuto. Dall’alba poi si sono levati gli elicotteri della Protezione civile per monitorare la situazione e i vigili del fuoco hanno iniziato a evacuare le famiglie dalle case inondate dall’acqua. La pioggia al momento è cessata: a non dare tregua ora è il forte vento.

09:51

Maltempo in Toscana, scende il numero dei dispersi, sono 4

Scende il numero dei dispersi in Toscana: sono quattro. I vigili del fuoco hanno precisato, rispetto a quanto comunicato inizialmente, che le due persone per le quali sono scattate le ricerche a Lamporecchio, nel Pistoiese, sono le stesse date per disperse a Vinci, nel Fiorentino. In particolare, secondo quanto spiegato, l’auto delle due persone è stata ritrovata nei pressi di un torrente nel territorio di Vicchio, al confine di quello di Lamporecchio.  Altre due persone risultano disperse nel territorio di Campi Bisenzio.

09:44

Maltempo: Meloni, cordoglio per le vittime in Toscana

“Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni segue con apprensione l’evoluzione degli eventi calamitosi che hanno colpito in particolare la Toscana ed esprime il profondo cordoglio per le vittime, suo personale e del Governo tutto. Il Presidente Meloni si mantiene in costante contatto con il ministro Nello Musumeci, con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, con il presidente della Regione Eugenio Giani e con le autorità competenti”. E’ quanto si legge in una nota di palazzo Chigi.

09:05

Maltempo: Zaia, in Veneto ora si teme l’ondata di piena

“La situazione in Veneto è complicata. È un Veneto martoriato da queste precipitazioni che sono state importanti e hanno raggiunto i 160 millimetri d’acqua nelle 24 ore, e abbiamo delle località che hanno gli esiti di queste precipitazioni”. Lo riferisce stamani il presidente del Veneto, Luca Zaia, facendo il punto delle conseguenza dell’ondata di maltempo di ieri. “Sono tutta la Pedemontana – aggiunge – con frane e smottamenti su alcune strade, dall’altro c’è la preoccupazione per i grandi fiumi, a iniziare dall’Adige a Verona, che è stato messo in sicurezza con l’apertura del collettore che sostanzialmente lo sgrava delle sue acque e le fa defluire nel lago di Garda. Anche fiumi come il Bacchiglione, il Brenta, il Tagliamento, il Meduna e il Livenza son tutti attenzionati. Nonostante le previsioni siano di schiarite e cessazioni delle precipitazioni nella giornata, abbiamo la grande preoccupazione dei punti di massima piena del transito, della mole importante su questi fiumi, quindi stiamo monitorando”.

09:00

A Campi Bisenzio in 100 trovato rifugio centro commerciale

Ieri sera a causa del cedimento degli argini del Bisenzio e delle esondazioni a Campi Bisenzio, un centinaio di persone, tra dipendenti e clienti, è stato accolto nel centro commerciale I Gigli. Lo rende noto la stessa struttura che oggi resterà chiusa in base all’ordinanza del sindaco di Campi Bisenzio che dopo il maltempo di ieri pomeriggio, 2 novembre, abbattutosi sulla Piana e dopo le esondazioni del fiume Bisenzio e del torrente Marina ha disposto “la chiusura di tutte le attività commerciali, produttive, industriali, di somministrazione di spettacolo sul territorio comunale di Campi Bisenzio”.

09:00

Musumeci, su maltempo pronti a stato emergenza nazionale

“Ancora una notte di paura e di dolore nel Centro-nord, soprattutto in Toscana, dove si piangono le vittime e si prega per i dispersi. Sono in costante contatto con il nostro capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio ed ho assicurato al presidente della Regione Eugenio Giani che il governo è pronto a dichiarare lo stato di emergenza nazionale. Si resta in allerta: il fiume Arno rimane sorvegliato speciale e permane il rischio diffuso di frane”. Così il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci.

08:44

Maltempo: forte mareggiata su litorale Roma, onde oltre i 3 metri

Una forte mareggiata sta sferzando il litorale romano, per effetti della tempesta Ciaran. Da Ostia sino a Fregene le onde lambiscono o sono penetrate nell’area di strutture balneari, sferzando cabine e impianti. Il picco è atteso per metà mattinata con punte di onde che toccheranno i 3,5 metri. In particolare, la situazione è tenuta sotto osservazione a Focene, dove i balneari e residenti chiedono il rafforzamento delle difese, con criteri omogenei, con la situazione particolarmente critica sulla costa di levante, ed a Fregene sud, alle prese con il fenomeno erosivo. Qui, è attesa la ripresa dei lavori di lavori di realizzazione della barriera soffolta, fermi dal 28 giugno scorso. A quanto si è appreso, il cantiere è stato autorizzato a ripartire e gli interventi dovrebbero ripredere per metà mese, condizioni meteo marine permettendo. La barriera non sarà più messa ad un metro sotto il livello del mare ma a 20 centimetri dal pelo d’acqua.

08:43

Maltempo in Toscana, salgono a sei i dispersi

Salgono a sei i dispersi per il maltempo in Toscana. Ai tre nel Fiorentino di cui ha dato notizia la Protezione civile della Metrocittà si aggiunge una quarta persona a Campi Bisenzio di cui danno notizia i carabinieri mentre i vigili del fuoco informano che sono in atto ricerche di due persone disperse nel Pistoiese, a Lamporecchio.

08:29

Maltempo: ancora senza esito ricerche vigile disperso in Veneto

Sono proseguite durante la notte ma sono ancora esito le ricerche del vigile del fuoco scivolato ieri nel canale Rui a Puos D’Alpago (Belluno) durante l’ondata di maltempo. Sul Veneto la situazione meteo è in miglioramento, e in molte zone è tornato il sole. Questa mattina gli specialisti speleo alpini fluviali dei vigili del fuoco risaliranno le sponde del corso d’acqua, con punti di controllo plurimi. Dei gommoni e delle moto d’acqua saranno impiegati nel lago di Santa Croce. Le ricerche avranno il supporto dei droni e quello aereo del nucleo elicotteri di Venezia. Sul posto anche sommozzatori, vigili del fuoco volontari e personale del soccorso alpino.

08:25

A Campi Bisenzio 800 ettari allagati, continuano i salvataggi

Proseguono incessantemente i salvataggi dalle abitazioni a Campi Bisenzio, comune del Fiorentino dove, come spiega la protezione civile della Metrocittà, si registra la situazione più grave per il maltempo. Oltre al personale del comando dei vigili del fuoco di di Firenze con squadre di sommozzatori, soccorritori fluviali e quelli inviati dai comandi più vicini, sono giunti rinforzi da Biella e dalle Regioni della Basilicata, Puglia e Calabria. Gli allagamenti, si spiega sempre dalla Protezione civile, superano gli 800 ettari. Altra situazione critica, si spiega dalla Protezione civile, a Stabbia, nel comune di Cerreto Guidi. Riguardo a energia elettrica risultano scollegati 6200 clienti Enel, per la telefonia circa 10.000 di Tim. Ancora, “non accessibile il Pronto soccorso a Prato. Nell’ospedale di Borgo San Lorenzo problemi in alcune aree, in via di soluzione. Risultano chiuse le scuole a Fucecchio, Empoli, Barberino del Mugello e Borgo San Lorenzo, Campi, Sesto e Calenzano, Marradi, Firenzuola e Montelupo”.

08:09

Maltempo nel Fiorentino, tre persone risultano disperse

Tre persone risultano disperse in provincia di Firenze a seguito dell’ondata di maltempo. Lo rende noto la Protezione civile della Città metropolitana. Due persone, si spiega, risultano disperse a Vinci, una a Campi Bisenzio.

08:02

Maltempo: a Milano superata prima soglia allarme Seveso

Piove ancora su Milano dove, dopo il nubifragio di martedì, i vigili urbani sono pronti a chiudere le strade limitrofe al Seveso in caso di esondazione. Il fiume non è ancora uscito dagli argini, ma secondo la polizia municipale i livelli sono in aumento ed è già stata superata la prima soglia di allarme. Soglia superata anche per il Lambro, dove al momento non si registrano allagamenti. Diverse le chiamate ai vigili del fuoco per allagamenti e infiltrazioni. Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia aveva diramato l’allerta gialla, cioè di rischio ordinario, per rischio idraulico, idrogeologico e per temporali, per ieri e oggi.

07:56

Maltempo in Toscana, mille interventi e 40.000 senza luce

Sono stati finora oltre mille gli interventi a causa del maltempo a Campi Bisenzio, Cerreto Guidi, Carmignano, Prato, Montemurlo, Quarrata, province di Pisa e Livorno. Lo rende noto il governatore toscano Eugenio Giani. Enel, spiega inotre, “sta intervenendo sulle circa 40.000 utenze ancora senza corrente anche con gruppi elettrogeni”. Riguardo agli ospedali allagati “risolti i problemi di accesso all’ospedale di Pontedera, in via di risoluzione all’ospedale di Borgo San Lorenzo e al Pronto Soccorso di Prato”.

07:47

Crosetto, militari e mezzi nelle zone colpite dal maltempo

“Su richiesta della protezione civile, le Forze armate sono al lavoro per portare aiuto nelle zone colpite dal maltempo. Elicotteri, mezzi terrestri, idrovore, bus ed anche i Comsubin (incursori subacquei – ndr) per attività di ricerca e soccorso. Al servizio del Paese, sempre”. Così il ministro della Difesa, Guido Crosetto, in una nota. A seguito degli eventi meteorologici che si stanno verificando in queste ore in Toscana, Crosetto ha disposto al Comando operativo di vertice interforze di dare la massima assistenza a tutte le prefetture che lo richiedano. Inoltre, ha disposto l’invio di uomini e mezzi della Difesa a supporto delle zone colpite per fronteggiare l’emergenza. Nello specifico, su richiesta della prefettura di Pistoia, è partito il nucleo ricognizione del 183esimo reggimento paracadutisti di Pistoia alla volta del comune di Quarrata e in risposta alla richiesta della prefettura di Pisa, è stato inviato il nucleo ricognizione del secondo reggimento genio pontieri di Piacenza, con adeguato equipaggiamento e mezzi, presso l’ospedale di Pontedera, che si è allagato durante le precipitazioni. Inoltre la Difesa provvederà al trasferimento di persone che hanno dovuto abbandonare le abitazioni, dal comune di Vaiano, dove sono attualmente ospitate, per Firenze e Prato.

07:06

Maltempo:sindaco Prato, sopralluogo in città, è uno shock

“Il sopralluogo in città è stato uno shock. Una botta nello stomaco, un dolore che ti fa venire da piangere. Ma dopo una serata e una notte di devastazione ci tireremo su le maniche per pulire, sistemare e riportare alla normalità la nostra città”. Così il sindaco di Prato Matteo Biffoni sui social.”La Regione Toscana ha chiesto lo stato di calamità nazionale e il presidente Eugenio Giani ha già firmato lo stato di emergenza regionale – aggiunge Biffoni -. Per questo, raccomandiamo a tutti, prima di sistemare, pulire i danni alle proprie abitazioni o spostare le proprie auto, di fare fotografie per certificare i danni. Il sistema di protezione civile resta attivo e a disposizione della cittadinanza”.

01:56

Maltempo: terza vittima 84enne colpita da malore

Secondo quanto si apprende è una donna di 84 anni, morta a seguito di un malore, la terza vittima del maltempo che ha colpito la Toscana ieri sera. L’anziana si sarebbe sentita male mentre stava spalando acqua dalla sua abitazione a Montemurlo, tra i comuni del Pratese più colpiti. Sempre a Montemurlo, nella frazione di Bagnolo, è morto un uomo di 85 anni, trovato riverso in acqua, in una stanza completamente allagata della sua abitazione.

01:29

Maltempo:aeroporto Firenze aperto di notte in aiuto soccorsi

Acausa delle difficoltà d’intervento delle ambulanze nelle aree in cui sono esondati fiumi e torrenti in zona Prato, il servizio gestione emergenze della Regione ha chiesto a Toscana Aeroporti, che gestisce lo scalo di Firenze, la disponibilità di piazzole aeromobili per consentire il trasbordo dei feriti dagli elicotteri alle ambulanze per il trasporto in ospedale. Lo rende noto la stessa società di gestione dell’aeroporto di Firenze spiegando che “Toscana Aeroporti manterrà tutti i presidi operativi per la notte, in concomitanza anche della permanenza dei passeggeri che non sono partiti a causa dei dirottamenti e non hanno potuto raggiungere gli hotel per mancanza di taxi”.

01:26

Giani, dichiarato stato emergenza, situazione molto grave

Facendo il punto della situazione sull’ondata di maltempo il presidente Regione Toscana Eugenio Giani spiega sui social che “tra Vernio e Vaiano”, nel Pratese, “il convoglio bloccato con 150 passeggeri a bordo sono stati evacuati e hanno trovato supporto presso il palazzo comunale di Vaiano”. Sempre nel Pratese, “a Carmignano l’esondazione del torrente Furba ha comportato a Seano un importante allagamento. Ad ora la situazione è leggermente migliorata. A Montemurlo esondato torrente Bagnolo numerosi allagamenti anche nella zona sud di Montemurlo. Frane importanti tra San Quirico, Sassetta e sul Montalbano.

01:16

Maltempo: in Mugello la Sieve causa allagamenti

In Mugello, in località Sagginale, nel Comune di Borgo San Lorenzo (Firenze), la Sieve, che defluisce a sfioro dell’argine, non riesce più a ricevere le acque provenienti dalle fognature, il fiume sta uscendo dai tombini invadendo una piazzetta vicino all’argine e il livello sta salendo avvicinandosi alla strada provinciale. A Barberino di Mugello criticità diffuse sul reticolo idrogeologico secondario. Problemi con la situazione del torrente Stura, ed è in corso un’evacuazione preventiva nelle aree centrali del paese limitrofe al corso d’acqua. “Tutto il sistema regionale sta dando il massimo in queste ore difficili – sottolinea il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sui social -. In corso centinaia di interventi di soccorso con squadre da tutta la Toscana”.

01:14

Maltempo: a Rosignano vittima anziano durante evacuazione Rsa

E’un anziano ospite di una Rsa privata la persona morta ieri sera a Rosignano (Livorno), tra le località toscane colpite dal maltempo: da quanto appreso è deceduto nel corso delle operazioni di trasferimento dei ricoverati che i vigili del fuoco stavano effettuando per l’allagamento del piano terra della struttura, situata sulla provinciale 206 al bivio di Orciano e per il pericolo che un fosso vicino all’edificio esondasse. Come spiega il sindaco di Rosignano Marittimo, Daniele Donati, non è ancora chiaro se l’anziano sia deceduto in seguito a cause dirette all’allagamento, al momento dell’intervento dei vigili del fuoco al piano terra della residenza per anziani c’erano una ventina di centimetri d’acqua, oppure per cause naturali. Le 22 persone che erano ricoverate all’interno della struttura sono state poi trasferite in varie strutture analoghe sul territorio della provincia di Livorno.

01:09

Giani, salgono a 3 le vittime in Toscana per il maltempo

“Purtroppo è stata trovata morta un’altra persona a Montemurlo. Le vittime salgono a 3”. Così il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sui social.

00:22

Maltempo: attese piene repentine affluenti di sinistra Arno

Ifiumi e i torrenti sul lato sinistro dell’asse dell’Arno, tra Firenze, Valdelsa e Valdera, subiranno in queste ore della notte rapidi innalzamenti, con superamenti dei livelli di riferimento secondo le previsioni aggiornate degli esperti della Regione Toscana. Ciò, secondo quanto si ricava, darà possibili inondazioni e fenomeni di dissesto nelle zone collinari. Stesso impatto del maltempo anche sul bacino del fiume Lamone, in Alto Mugello.

00:04

Maltempo: nel Pistoiese situazione critica nella Piana

Nel Pistoiese le situazioni più critiche riguardano i centri della Piana, in particolare Quarrata e Casalguidi dove le strade sono diventate torrenti, case e negozi allagati. Viabilità compromessa, macchine in sosta portate via dalla furia delle acque. Verso le 23 l’intensità della pioggia è diminuita ma si teme che da un momento all’altro possa ricominciare. Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco. In aiuto alla popolazione anche i volontari della Vab fornendo sacchi di sabbia per mettere in sicurezza le porte dove l’acqua ancora non era entrata. In azione anche il personale dei Comuni. Nella parte della Valdinievole la situazione peggiore si è registrata nei comuni di Lamporecchio e Larciano. A Pistoia città è piovuto ma al momento non si registrano danni particolarmente importanti.

Sorgente: Maltempo Forti allagamenti in Toscana, cinque morti. Gommoni per salvare vite. Sale il livello del Seveso – Cronaca – Ansa.it


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.