0 2 minuti 8 mesi

aza. Gli attacchi lanciati dall’esercito di occupazione israeliano, martedì sera, nell’area di Falujah del campo profughi di Jabalya, nel nord della Striscia di Gaza, hanno provocato la morte e il ferimento di numerosi palestinesi.

L’ufficio stampa governativo ha dichiarato che oltre 13.500 palestinesi sono stati uccisi o dispersi nell’offensiva israeliana su Gaza e che quasi 900.000 si trovano nel nord di Gaza e si rifiutano di lasciare le loro case e la loro terra.

Secondo il Programma alimentare mondiale (FAO), a Gaza solo un panificio su 23 è ancora operativo.

 

Per il 32esimo giorno consecutivo, le forze di occupazione, con il sostegno degli Stati Uniti e dei mercenari, continuano la loro aggressione contro la Striscia di Gaza, proseguendo intensi attacchi sulla Striscia e commettendo nuovi massacri a Deir al-Balah, nei campi al-Maghazi e al-Shati e nel quartiere di Zaytun, bombardando anche un edificio appartenente all’ospedale al-Shifa e le vicinanze dell’ospedale indonesiano, a nord.

Il numero delle vittime, dall’inizio dell’aggressione è salito a 10.328 morti, e 25.956 feriti, con cadaveri sparsi per le strade della città di Gaza, in una situazione sanitaria disastrosa.

(Fonti: PIC, Quds Press, Quds News network, ministero della Salute di Gaza; credits foto: PIC, Quds News network, ministero della Salute di Gaza e autori).

Per i precedenti aggiornamenti:

https://www.infopal.it/category/operazione-spade-di-ferro-genocidio-a-gaza/

https://www.infopal.it/category/ciclone-al-aqsa/

https://www.infopal.it/category/video/

Sorgente: Gaza: morti e feriti a seguito dei bombardamenti israeliani nel nord. Bilancio attuale: 10.328 morti, 25.956 feriti, e cadaveri sparsi per le strade | Infopal


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.