0 7 minuti 3 mesi

Cosa ci dice il video israeliano del “tunnel di Hamas” sotto al-Shifa

La struttura del tunnel solleva dubbi sul fatto che si tratti davvero di un percorso costruito da Hamas.

Domenica l’esercito israeliano ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma di aver trovato un tunnel di Hamas sotto l’ospedale al-Shifa di Gaza . Ha anche pubblicato filmati dei tunnel scattati il ​​17 novembre. Ecco cosa ci dice il filmato:

Cosa è successo ad al-Shifa?

Il 15 novembre, Israele ha lanciato un raid aggressivo contro il più grande complesso medico di Gaza, l’ospedale al-Shifa. Il raid, durato giorni, è stato descritto da Israele come un’operazione “precisa e mirata” per trovare un presunto sistema di tunnel sotterranei che portava a un centro di controllo militare di Hamas.

L’accusa secondo cui Hamas gestiva un centro di controllo sotto l’ospedale era sostenuta dall’intelligence israeliana e statunitense . Hamas e lo staff medico di al-Shifa hanno negato questa accusa.

L’esercito israeliano ha anche diffuso un video animato in 3D il 28 ottobre, in cui viene visualizzata un’estesa rete di tunnel che conduceva a un elaborato centro di controllo a più piani.

INTERACTIVE_GAZA_al-Shifa_NOV15_2023 copia-1700037675
(Al Jazeera)

Cosa ci dice il nuovo video del tunnel israeliano

Domenica, Israele ha annunciato che sotto l’ospedale è stato trovato un tunnel lungo 55 metri (180 piedi) e profondo 10 metri (32 piedi).

Il comunicato afferma che il tunnel è stato trovato “nell’area dell’ospedale, sotto un capannone, accanto a un veicolo contenente numerose armi tra cui giochi di ruolo [granate con propulsione a razzo], esplosivi e fucili Kalashnikov”.

L’esercito israeliano ha anche diffuso un video registrato utilizzando due telecamere separate il 17 novembre. Il portavoce Daniel Hagari ha detto ai giornalisti che l’ingresso è stato scoperto quando un bulldozer militare ha abbattuto il muro esterno dell’ospedale, rivelando una scala a chiocciola metallica che scendeva per 10 metri (32 piedi) ) e portava a una porta blindata, che in genere è una porta metallica con chiusure e cerniere robuste, progettate per resistere alle esplosioni. Tali porte si trovano solitamente su strutture come i rifugi antiaerei.

Ma l’analista militare Zoran Kusovac ha citato un ingegnere civile di Gaza il quale ha suggerito che il video è in realtà una clip di due diversi tunnel uniti insieme.

La prima sezione del video mostra l’albero verticale che scende. Mostra caratteristiche come colonne portanti in cemento. Sembrano essere costruiti con normali tecniche di ingegneria civile, che avrebbero richiesto macchine grandi e rumorose come le betoniere.

Una simile costruzione non avrebbe potuto essere fatta in segreto, come di solito vengono costruiti i tunnel di Hamas. Lo scopo di questa costruzione rimane sconosciuto.

La seconda parte della clip mostra il tunnel orizzontale. Questo mostra le caratteristiche caratteristiche dei tunnel di Hamas: pezzi prefabbricati collegati insieme sezione per sezione.

È stato trovato un centro di controllo di Hamas sotto l’ospedale al-Shifa di Gaza?

Finora non è stato trovato un centro di controllo. Le truppe israeliane non hanno ancora tentato di aprire la porta blindata alla fine del tunnel che sostengono fosse sotto al-Shifa, temendo che potesse contenere trappole esplosive, ha detto Hagari.

Kusovac ha detto che si possono posizionare molti tipi diversi di trappole per impedire l’intercettazione del tunnel. Tipicamente si tratta di ordigni esplosivi improvvisati (IED) collegati a detonatori che possono essere innescati da un filo o anche dalla luce o dalla pressione. Rilevano la presenza di una persona che entra nel tunnel, facendo esplodere l’esplosivo. “Gli IED sono fondamentalmente come i giocattoli che fanno i grandi. Più sei creativo, più hai successo”, ha detto Kusovac.

Se gli eserciti sospettano la presenza di tali trappole, la normativa tipica prevede di chiamare esperti di esplosioni che arrivano e valutano la situazione. Kusovac ha detto che di solito ci vogliono alcune ore, non più di un giorno. Questo ritardo mette in dubbio la veridicità delle affermazioni dell’esercito israeliano. “Dici la pistola fumante, ci arrivi e poi non mostri la pistola fumante”, ha detto.

La CNN, tra gli altri organi di stampa, ha visitato il pozzo del tunnel esposto e ha confermato la presenza di un tunnel, ma non è riuscita a stabilire se il tunnel conducesse o meno a un centro di comando.

Hamas gestisce tunnel sotterranei?

I tunnel a Gaza furono costruiti per la prima volta nel 1980, quando l’enclave era sotto l’occupazione israeliana e prima della formazione di Hamas nel 1987 . Sono stati costruiti sotto il confine egiziano per il contrabbando di ogni tipo di merce, comprese armi, carburante e beni del mercato nero.

Col tempo, i palestinesi si resero conto che i tunnel potevano avere un uso militare. Il primo segno dell’uso militare dei tunnel si ebbe nel 2001, quando una postazione militare israeliana fu fatta saltare con un esplosivo prelevato dal sottosuolo. I tunnel sono entrati nella coscienza pubblica israeliana quando combattenti palestinesi sono emersi dal pozzo di un tunnel e hanno rapito il soldato israeliano Gilad Shalit nel 2006.

Israele ha imposto un blocco alla Striscia di Gaza dopo che Hamas ne ha preso il controllo nel 2007. I tunnel sono diventati il ​​mezzo per aggirare l’assedio e trasportare cibo, merci e armi. Sotto Hamas, i tunnel si sono espansi strategicamente.

I tunnel vengono utilizzati anche da Hamas per le comunicazioni via cavo, poiché Israele può intercettare le comunicazioni wireless.

Dopo aver attaccato Gaza nel 2014, Israele si è reso conto dell’estensione e della sofisticatezza dei tunnel, che allora si riteneva avessero superato i 100 km (62 miglia).

Una guerra nei tunnel comporterebbe un sacco di distruzioni. La grandezza degli esplosivi sarebbe maggiore e più mortale del solito a causa dell’area più piccola dei tunnel. Per lo stesso motivo, l’uso di munizioni normali potrebbe essere troppo “goffo” e quindi impraticabile.

Al-Shifa non è l’unico ospedale che secondo Israele viene utilizzato da Hamas come base militare. L’8 novembre, l’unità di verifica Sanad di Al Jazeera ha smentito l’affermazione di Israele secondo cui esisteva un tunnel di Hamas sotto l’ospedale di riabilitazione e protesi Sheikh Hamad bin Khalifa, comunemente noto come ospedale del Qatar.

Immagini satellitari e foto d’archivio hanno mostrato che il portello che Israele sosteneva fosse l’ingresso del tunnel era in realtà parte di un sistema di serbatoi d’acqua utilizzato per riempire piscine terapeutiche per amputati, irrigare i terreni e fungeva anche da fonte d’acqua di emergenza.

 

FONTE AL JAZEERA

Sorgente: Cosa ci dice il video israeliano del “tunnel di Hamas” sotto al-Shifa | Notizie sul conflitto israelo-palestinese | Al Jazeera