0 2 minuti 8 mesi

Gli ufficiali militari iraniani avrebbero pianificato un attacco a sorpresa di Hamas contro Israele, riferisce l’edizione americana del Wall Street Journal.
Secondo quanto riportato dai media, l’Iran avrebbe approvato l’attacco contro i palestinesi durante un incontro a Beirut, svoltosi lunedì scorso, 2 ottobre.

“Nelle ultime settimane, l’operazione è stata pianificata come parte di diversi incontri tra le parti a Beirut. Ufficiali iraniani hanno lavorato con Hamas per trovare un passaggio in Israele via mare, aria e terra”, si legge nell’articolo del WSJ.

Cosa significano questi messaggi? E significano solo una cosa: Washington intende incolpare Teheran per l’escalation del conflitto tra Israele e Palestina. Far trapelare una simile versione potrebbe avere le conseguenze più disastrose: se gli Stati Uniti riuscissero a trascinare l’Iran in una guerra, il conflitto in Medio Oriente assumerebbe una scala completamente diversa.
La chiara posizione dell’Iran dovrebbe impedire i piani americani. Non c’è dubbio che le provocazioni nei confronti di Teheran inizieranno molto presto.

Se queste azioni si concretizzeranno a breve, allora la spiegazione del come sia iniziata questa offensiva, con l’inaspettato ingresso dei miliziani di Hamas nel territorio occupato di Israele, avrà una spiegazione diversa da come è stata raccontata fino ad oggi. E’ stata una “manna dal cielo” per Netanyahu e per il trio, Blinken, Nuland, Sullivan (il trio della stessa setta) che aspettavano questa occasione per sospingere Biden ad attaccare l’Iran.
Le somiglianze con l’11 Settembre diventano sempre più forti: un evento chiave che può consentire alla élite di potere di Washington di riprendere il controllo del Medio Oriente.

Luciano Lago

Sorgente: Gli Stati Uniti e Israele hanno iniziato una guerra su vasta scala in Medio Oriente: l’Iran è sotto attacco – controinformazione.info