Seguiteci su Telegram https://t.me/Nuovaresistenza on Telegram
14 July 2024
0 3 minuti 9 mesi

Gas, prezzi in rialzo: timori legati al conflitto in Israele

Mercati nell’incertezza. Corre il petrolio, un barile quotato a 88,41 dollari

Avvio di netto rialzo a 40,15 euro al megawattora per i prezzi dei futures del Gas Ttf per novembre, che guadagnano il 5,03% nei primi scambi di giornata all’hub europeo di riferimento di Amsterdam. A pesare il conflitto in Israele, dopo l’attacco su larga scala lanciato sabato dai militanti palestinesi di Hamas. I futures per dicembre salgono invece del 3,28% a 44,35 euro al megawattora e quelli per gennaio avanzano del l’2,57% a 46,05 euro al megawattora.

Prezzi petrolio in aumento dopo attacco Hamas, Wti a 88,67 dollari

I prezzi del Petrolio sono cresciuti del 4%, dopo l’attacco su larga scala lanciato sabato dai militanti palestinesi di Hamas in Israele. Il barile di Brent è quotato a 88,41 dollari +4,53%, mentre il West Texas Intermediate è quotato a 88,67 dollari al barile con un balzo del 4,69%. “Interruzioni o escalation nella regione possono avere implicazioni di vasta portata per i mercati energetici, le catene di approvvigionamento globali e le dinamiche geopolitiche”, osserva Stephen Innes di SPI Asset Management.

Urso: “Rischi energetici da conflitti in Israele”

“Siamo tutti convinti che Israele abbia il diritto di tutelare la propria libertà e bisogna essere vigili sotto ogni aspetto. La guerra incombe e rischia di coinvolgere altri fronti, e incombe attorno a noi in Europa, come ci ricorda la guerra in Ucraina. È possibile che ci siano attentati e aggressioni terroristiche fuori dal territorio di Israele. Bisogna essere vigili, uniti e coesi in Europa per fronteggiare questa situazione di emergenza che rischia di far esplodere altre problematiche, mi riferisco a quello dell’energia come accaduto per la guerra della Russia in Ucraina, per l’approvvigionamento di gas e petrolio. Da quei paesi giungono alter risorse alla nostra Europa. Dobbiamo capire e comprendere anche se dobbiamo pensare all’autononia strategica del nostro continente per l’approvvigionamento energetico ma non solo”. Così il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso intervistato a Rai News 24.

Sorgente: Gas, prezzi in rialzo: timori legati al conflitto in Israele – LaPresse


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot