0 2 minuti 10 mesi

Giorni prima di un fallito assassinio di droni contro Putin, il barone bancario ucraino Volodymyr Yatsenko ha offerto una taglia di $ 500.000 a qualsiasi produttore di armi in grado di far atterrare un drone sulla Piazza Rossa durante l’imminente parata del Giorno della Vittoria di Mosca. 

Il 23 aprile, un drone ucraino carico di 30 blocchi esplosivi C4 di fabbricazione canadese si è schiantato vicino al Rudnevo Industrial Park a Mosca. Gli operatori con sede in Ucraina hanno dispiegato l’arsenale da 37 libbre nel tentativo fallito di assassinare il presidente russo Vladimir Putin, che avrebbe dovuto visitare Rudnevo quel giorno. 

Il drone alla fine non è riuscito a colpire il suo obiettivo, schiantandosi a circa 12 miglia dalla destinazione prevista. I media russi hanno riferito che le autorità hanno scoperto tre velivoli senza pilota simili nell’area circostante. Quando le bombe fabbricate in Canada sono arrivate a Mosca, il governo di Ottawa aveva fornito a Kiev quasi 6 miliardi di dollari di aiuti per sostenere la lotta dell’Ucraina contro l’esercito russo. 

 

Il volo del drone ucraino UJ-22 ha avuto origine nella regione di Kharkov del paese. Yuriy Romanenko, co-fondatore di un think tank con stretti legami con i servizi di intelligence di Kiev, ha attribuito ai servizi segreti ucraini (SBU) l’orchestrazione dell’attentato. Romanenko ha scritto su Twitter: “La scorsa settimana, i nostri ufficiali dell’intelligence hanno ricevuto informazioni sul viaggio di Putin nel parco industriale di Rudnevo… Di conseguenza, il nostro ha lanciato un drone kamikaze, che ha sorvolato tutte le difese aeree della Federazione Russa ed è caduto non lontano dal zona industriale.”

Sorgente: Il banchiere ucraino offre denaro per il terrore dei droni in Russia – The Grayzone