0 4 minuti 12 mesi

Epicentro a Umbertide. Protezione civile: non si segnalano danni. Sospesa a titolo precauzionale la circolazione dei treni

Nuove scosse di terremoto in Umbria.

La prima scossa è stata piuttosto intensa e avvertita in diverse aree di Perugia.

Salvini incontra la presidente dell’Umbria Donatella Tesei

Epicentro a Umbertide. La magnitudo del sisma, registrato alle 16.05, è stata di 4.4  alla profondità 10 chilometri, a 5.1 chilometri da Umbertide, a 9.0 chilometri da Montone , a 16.7 chilometri da Gubbio. In serata si sono registrate altre due scosse a distanza di cinque minuti l’una dall’altra: la prima, alle 20.08, ha avuto una magnitudo provvisoria tra 4.4 e 4.9, la seconda, alle 20.13, tra 3.7 e 4.2

 

Mappa di pericolosità sismica nell’area colpita dal terremoto del 9 marzo 2023 (fonte: INGV)

Il sindaco di Umbertide, Luca Carizia, sentito dall’ANSA, ha riferito che diverse persone sono scese in strada e che la scossa è stata distintamente avvertita. Sono state immediatamente avviate le verifiche per valutare eventuali danni, a cominciare dall’ospedale e dalle scuole. Il primo cittadino ha detto che al momento non sono arrivate segnalazioni di criticità da parte dei cittadini.

Non si segnalano al momento emergenze in provincia di Perugia. Lo ha appreso l’ANSA dalla Regione dopo che la presidente Donatella Tesei ha avuto un primo contatto con i vertici della Protezione civile che sta monitorando la situazione.

I controlli effettuati in provincia di Perugia dopo la scossa di terremoto hanno escluso al momento danni a persone o a cose. Lo sottolinea il Dipartimento della Protezione Civile dopo aver fatto una serie di verifiche con le strutture locali della protezione civile.

Circolazione dei treni precauzionalmente sospesa sulla ex Ferrovia centrale umbra tra Ponte Pattoli, nella zona di Perugia, e Ranchi, nel tiferate, in seguito al sisma nella zona di Umbertide. Lo ha annunciato Rfi, che gestisce la linea. La sospensione precauzionale del traffico ferroviario è stata adottata – riferiscono le Ferrovie – per consentire ai tecnici di Rete ferroviaria italiana (Gruppo FS) i controlli previsti dalle normative di sicurezza sullo stato della linea dopo l’evento sismico.

 “Paura, ma niente panico” a Umbertide, dicono i cittadini, dopo la scossa di magnitudo 4.4 distintamente avvertita dalla popolazione, anche nei comuni limitrofi, intorno alle ore 16. Molte persone sono scese in strada, ma “la situazione è tranquilla”, dicono. “Il mio palazzo ha tremato fortissimo – spiega un uomo – e le finestre sembrava che dovessero rompersi, ma poi non ci sono stati danni, è tutto è posto”. “E’ stata una scossa forte, forse sussultoria – spiega un altro residente – ed è stata anche piuttosto lunga”. L’epicentro è stato registrato nella frazione di Montecastelli, a circa 5 chilometri dalla città di Umbertide, lungo la statale Tiberina che porta a Città di Castello. Secondo quanto si è appreso in Comune, anche a Città di Castello non si segnalano danni. In corso verifiche tecniche, a cominciare dalle scuole, in tutti i centri vicini.

L’APPROFONDIMENTO

La scossa di terremoto registrata intorno alle 16 con epicentro ad Umbertide (Perugia) e con una magnitudo intorno al 4.4 è stata avvertita con chiarezza ad Arezzo e in provincia con particolare intensità in Valdichiana e Valtiberina ovvero le zone confinanti con l’Umbria. In Vadichiana è stato sentito dalla popolazione anche un forte boato seguito dalla scossa di terremoto che ha fatto oscillare i lampadari provocando paura tra i residenti. Verifiche sono in corso a Mercatale di Cortona, il paese dell’Aretino più vicino all’epicentro, dove i vigili del fuoco stanno ispezionando abitazioni e uffici ma al momento non si registra alcun danno.

guarda i video cliccando il link sotto riportato

Sorgente: Terremoto in Umbria, nuove scosse avvertite anche a Perugia – Umbria – ANSA.it