0 3 minuti 1 anno
La data della visita

Le chiacchiere parlano di sistema sanitario efficientissimo (così scrivono i giornali e così dicono i giornalisti televisivi di note trasmissioni serali, ma non ci rivelano presso quali strutture si fanno curare e visitare loro, né si prendono la briga di andare a verificare direttamente nelle strutture sanitarie pubbliche come stanno veramente le cose), i fatti rivelano il contrario. Le liste di attesa a Milano sono scandalosamente lunghe e come si vede, nel mio caso, si può arrivare a superare il mezzo anno di attesa. Ne sanno qualcosa i manager profumatamente pagati? Probabilmente no, perché non se ne interessano. Ne sono a conoscenza i politici? Probabilmente sì, ma non se ne preoccupano perché loro, come farà di sicuro il presidente della Regione, si faranno curare nelle strutture private a nostre spese senza i tempi di attesa a cui siamo sottoposti noi cittadini che non apparteniamo alla casta di questi farabutti di destra, di sinistra e di centro. In Lombardia e nella civile Milano se ti ritrovi con quaranta di febbre devi scendere dal letto e andare tu ammalato nell’ambulatorio di un medico, non il medico al tuo domicilio. Dopo la vergogna che la pandemia da Covid 19 ha messo in luce non è cambiato nulla, e nulla è cambiato nella direzione intrapresa dai governi che si sono succeduti in questi ultimi scorci.

I responsabili di questo sfascio hanno nomi e cognomi, a uno di loro hanno avuto l’improntitudine di fare di recente un funerale di Stato. Per fortuna c’è la morte, la cosa meno ingiusta che ha creato la natura, e anche manager e politici saranno divorati dai vermi. Una marea di miei conoscenti alle ultime elezioni non è andata a votare e molti di loro hanno fatto a pezzi il certificato elettorale. Io non ancora, ma a pezzi andrebbero fatti i responsabili di questo sfascio. Coltivo il sogno che prima di chiudere gli occhi anche a Milano possa avvenire quello che avvenne al castello Hradčany di Praga il 23 maggio del 1618: una salutare defenestrazione. Una defenestrazione con corpi che volano dai palazzi del potere e con le ambulanze che li raccolgono per portarli nei Pronto Soccorso. Dove dovranno aspettare parecchie ore prima che i rari medici che vi hanno lasciato in funzione, possano verificare se hanno esalato l’ultimo respiro.

Sorgente: ODISSEA