Unione Sindacale di Base: USB nel porto di Catania in solidarietà ai profughi e agli equipaggi delle navi prigionieri del governo di destra

Unione Sindacale di Base: USB nel porto di Catania in solidarietà ai profughi e agli equipaggi delle navi prigionieri del governo di destra
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

USB nel porto di Catania in solidarietà ai profughi e agli equipaggi delle navi prigionieri del governo di destra

Catania, 06/11/2022 20:57

Sabato 5 novembre, a sera, la nave tedesca Humanity 1 della Ong  tedesca SOS Humanity ha fatto il suo ingresso nel porto di Catania, super scortata dalle motovedette della Guardia Costiera, con a bordo 179 profughi in fuga dai propri Paesi d’origine, dopo il passaggio dai campi di detenzione in Libia e una traversata del Mediterraneo durata 15 giorni.

Dall’arrivo della nave, il molo, sbarrato da polizia e carabinieri, registra la presenza costante di cittadini e attivisti solidali antirazzisti.

Attualmente, a bordo della nave rimangono 34 profughi, a cui viene impedito lo sbarco perché maschi adulti, mentre il governo Meloni intima al comandante di  portare la nave fuori dal porto e dalle acque italiane. In assenza di autorizzazione allo sbarco dei 34 profughi a bordo, il comandante si oppone alla partenza.

Nel pomeriggio di domenica, sempre nel porto di Catania, è giunta la nave Ong Geo Barents, con a bordo 572 profughi, in gran parte maschi adulti, e sono stati fatti sbarcare un centinaio tra donne e minori.

Al largo delle coste catanesi restano la piccola imbarcazione tedesca Rise Above, con 90 profughi, e la norvegese Ocean Viking con 234 migranti, mentre Alarm Phone ha lanciato l’allerta per una nave con circa 500 persone a bordo in difficoltà nella zona Sar a est di Malta.

L’USB, costantemente presente nel porto di Catania, come lo è stata anni fa per la nave Diciotti, esprime solidarietà e vicinanza ai profughi e agli equipaggi delle navi Ong, condanna con forza la selezione arbitraria e approssimativa consumata in queste ore nel porto catanese sulla vita di questi profughi: sbarcano donne, minori e persone fragili, mentre vengono respinti i maschi adulti ritenuti sani. Continua la campagna elettorale della destra al potere, incurante della palese violazione del diritto internazionale e della lesione dei diritti umani.

Federazione del Sociale Unione Sindacale di Base – Catania

Sorgente: Unione Sindacale di Base: USB nel porto di Catania in solidarietà ai profughi e agli equipaggi delle navi prigionieri del governo di destra

Spread the love
seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
ken sharo

ken sharo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: