Euro-Med Monitor:necessaria un’indagine urgente sull’uccisione dell’attivista palestinese Nizar Banat– – IMEMC News

Euro-Med Monitor:necessaria un’indagine urgente sull’uccisione dell’attivista palestinese Nizar Banat– – IMEMC News

25 Giugno 2021 0 Di marco zinno

24 giugno 2021 – L’ Osservatorio euromediterraneo per i diritti umani esprime il suo profondo shock per la morte dell’attivista politico dell’opposizione palestinese Nizar Banat dopo il suo arresto e attacco diretto da parte dei servizi di sicurezza palestinesi a Hebron, nel sud della Cisgiordania.

L’Euro-Med Monitor chiede l’apertura di un’indagine diligente, urgente e indipendente sull’incidente, soprattutto perché tutte le circostanze indicano un deliberato processo di assassinio per sopprimere una voce fortemente contraria alle politiche dell’Autorità Palestinese.

Secondo Euro-Med Monitor e il rapporto della famiglia Banat, intorno alle 3:30 di oggi, giovedì 24 giugno 2021, una forza di sicurezza congiunta composta da 25 membri dell’intelligence palestinese e del servizio di sicurezza preventiva ha preso d’assalto l’area meridionale di Hebron e ha fatto irruzione nella casa dell’avversario politico Nizar Khalil Muhammad Banat.

Lo hanno picchiato duramente con i manganelli mentre dormiva e gli hanno spruzzato gas al pepe , cosa che gli ha fatto perdere conoscenza. Dopo che si è svegliato, le forze di sicurezza hanno arrestato Banat nudo, lo hanno aggredito e portato in un luogo sconosciuto. Intorno alle 6:45 del mattino, Banat è stato trasferito all’ospedale di Hebron, dove è stato dichiarato morto a causa delle ferite subite durante la tortura e dei brutali pestaggi, pari a un deliberato assassinio .

Più tardi, il governatore di Hebron, “Jibreen Al-Bakri”, ha annunciato la morte di Nizar Banat mentre era sotto la custodia della sicurezza palestinese.

Il governatore ha detto in un comunicato stampa,

“A seguito di un mandato di comparizione della pubblica accusa per arrestare il cittadino Nizar Khalil Muhammad Banat, all’alba di oggi, una forza dei servizi di sicurezza lo ha arrestato, durante il quale la sua salute è peggiorata, e immediatamente trasferito all’ospedale governativo di Hebron. Successivamente i medici lo hanno visitato e hanno dichiarato morto il cittadino. Immediatamente è stata informata la Procura della Repubblica, che ha partecipato e ha proceduto ad agire in un giusto processo non riconosciuto”.

La famiglia di Banat ha negato la dichiarazione del governatore di Hebron, sottolineando che Nizar è stato violentemente picchiato e accusato le forze di sicurezza palestinesi di averlo ucciso.

L’Euro-Med Monitor indica che la casa dell’avversario politico, Nizar Banat, candidato nella lista “Libertà e dignità” alle elezioni del Consiglio legislativo palestinese – rinviate per decisione del presidente palestinese “Mahmoud Abbas” – è stata esposta a cannoni di arma da fuoco e gas lacrimogeni il 1° maggio durante i preparativi per le elezioni. Fortunatamente, la sua famiglia è sopravvissuta all’incidente.

Questo attacco è arrivato al culmine di incitamenti e minacce contro di lui dopo che il candidato ha inviato una lettera ai rappresentanti dell’Unione Europea in Palestina, dichiarando la sua intenzione di rivolgersi ai tribunali europei e chiedere la cessazione del sostegno finanziario all’Autorità Palestinese a causa di elezioni.

L’attivista Banat è stato precedentemente sottoposto più volte ad arresti politici, compreso l’avvio di azioni legali politicizzate contro di lui a causa della sua forte opposizione alle politiche dell’Autorità Palestinese e alle violazioni dei servizi di sicurezza in Cisgiordania.

L’Euro-Med Monitor vede un pericoloso sviluppo nel livello di violazioni praticate dai servizi di sicurezza palestinesi, che hanno assistito a una notevole escalation dalla cessazione dell’attacco militare israeliano a Gaza il 21 maggio.

Sono stati registrati circa 150 casi di arresti e citazioni sulla base di una politica legata alla pubblicazione e alla libertà di opinione e di espressione. Molti attivisti sono stati sottoposti a torture sistematiche, soprattutto nella prigione di Gerico.

L’Euro-Med Monitor esprime la sua paura per la vita di alcuni detenuti a causa dei continui metodi di tortura utilizzati dalle autorità, tra cui “Abdul Rahman Muhammad al-Bishtawi” che è detenuto da quattro giorni presso il Servizio di Sicurezza Preventiva a Nablus.

Sorgente: Euro-Med Monitor: Urgent investigation Needed into the Killing of Palestinian activist Nizar Banat – – IMEMC News

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •