il manifesto del 03.09.2020 – il manifesto

il manifesto del 03.09.2020 – il manifesto

3 Settembre 2020 0 Di Luna Rossa

La scuola riaprirà forse in sicurezza, ma si affiderà a 200 mila docenti precari, un terzo dei quali con oltre tre anni di servizio. È il vero scandalo dell’istruzione in Italia denunciato da ben 35 sigle. E sugli 11 milioni di mascherine monouso al giorno è polemica ambientale

Scuola

I precari della scuola tornano in piazza: «È ora, è ora, il ruolo a chi lavora»

Roberto Ciccarelli

Dopo sei mesi di chiusura per il Covid la scuola riaprirà con almeno 200 mila precari. La normativa europea chiede all’Italia di stabilizzarne un terzo tra docenti e personale amministrativo con più di 36 mesi di servizio. Lo scandalo dell’istruzione in Italia denunciato da 35 sigle a Roma «È uno sfruttamento inaccettabile, leso il diritto allo studio». I sindacati segnalano irregolarità nelle graduatorie per le supplenze e diffidano la ministra dell’Istruzione Azzolina

Politica

Legge elettorale, si parte dopo il referendum

Andrea Fabozzi

Zingaretti voleva un voto entro il 20 settembre, arriverà in aula (forse) il 28. Ma il Pd, in vista della direzione, ci vede una «accelerazione». Incardinata anche la riforma Fornaro. Chance in senato per il voto ai 18enni prima della sospensione elettorale dei lavori

Europa

La nave Etienne chiede aiuto: «Situazione disperata, autorità facciano loro dovere»

Giansandro Merli

La petroliera è bloccata da quasi un mese davanti alle coste maltesi. La Valletta rifiuta lo sbarco dei 27 naufraghi salvati il 5 agosto. Dopo 29 giorni la compagnia Maersk ha deciso di rompere il silenzio stampa e Tommy Thomassen, il direttore tecnico, ha risposto alle domande del manifesto. «È davvero ingiusto mettere il nostro equipaggio in questa situazione. Sono degli eroi: hanno salvato 27 persone»

Macron detta al Libano i compiti a casa

Pasquale Porciello

Monito di papa Francesco: «No agli interessi di parte». Ma sulle macerie di Beirut è corsa all’ingerenza: la Francia vicina alla rottura con gli Stati uniti su Hezbollah dopo le accuse degli inviati di Trump al movimento sciita

«Ho temuto di soffocare come George Floyd»

Michele Giorgio

«Un militare israeliano – racconta il palestinese Khairi Hanoun – durante una manifestazione pacifica mi ha scaraventato a terra e per immobilizzarmi ha premuto a lungo la mia testa a terra con un ginocchio». Israele smentisce: era un facinoroso.

Un titanico scontro fra buchi neri

Luca Tancredi Barone

La collisione osservata da Virgo in Italia e da Ligo negli Usa ha rivelato la formazione di un oggetto pesante come 142 soli e, soprattutto, ha mandato in tilt le teorie sulle stelle

Visioni

Varato il calendario della serie A

Nicola Sellitti

La Juve campione apre con la Sampdoria, il confronto con l’Inter alla penultima. Non si escludono i play off in un eventuale seconda ondata di Covid-19

Nel grande mare della Lanterna

Guido Festinese

Dal 3 al 17 settembre la ventinovesima edizione del Festival Musicale del Mediterraneo di Genova organizzato da Echo Art

Le psicosi e i «Lacci» in un matrimonio fallito

Cristina Piccino

Il cinema italiano in apertura della Mostra con il nuovo film di Daniele Luchetti, fuori concorso. Un punto di vista esclusivamente maschile sulla fine di un amore, dove le donne sono solo proiezioni

Rubriche

Il Partito democratico sotto attacco cibernetico

Arturo Di Corinto

A un mese di distanza, il Pd è stato di nuovo attaccato da cyber-criminali. Nello stesso giorno anche di Maio è finito nel mirino degli hacker. Partiti, parlamenti e ministri sono sempre più spesso il target di attacchi informatici

Fornello rivuole il treno a vapore

Fabio Tornatore

Nel comune di Vicchio si chiede la riapertura della vecchia stazione, lungo la linea faentina. Mentre sull’intero Mugello incombe la costruzione di un parco eolico contestato dagli ambientalisti e dagli escursionisti

«Le tropicali arrivano dal mar Rosso»

Francesco Bilotta

Il professor Stefano Piraino dell’università del Salento: «Sono aumentate da quando è stato allargato il canale di Suez. La nuova frontiera è quella alimentare: in Oriente le mangiano da sempre, perché non introdurle nella nostra dieta?»

Sorgente: il manifesto del 03.09.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •