il manifesto del 23.04.2020 – il manifesto

il manifesto del 23.04.2020 – il manifesto

23 Aprile 2020 0 Di Luna Rossa

«Il caos della fase 1 non ha insegnato niente». La rivolta dei medici di base lombardi contro la fase 2 varata da Fontana: «Nessun potenziamento dei servizi di prevenzione e igiene e bavaglio ai camici bianchi». La Protezione civile: il rallentamento dei contagi c’è ma è ridotto

IL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Bonus a termine e reddito di emergenza contro una crisi che durerà anni

Roberto Ciccarelli

Il ministro dello sviluppo Pantuanelli conferma il rinnovo del bonus di due mensilità per le partite Iva, Nel “decreto aprile” sarà istituito anche un “reddito di emergenza” per gli esclusi dagli altri decreti, ma sarà a tempo. La ministra del lavoro Catalfo ha ipotizzato la riforma di un ammortizzatore sociale unico, mentre continua il dibattito su un “reddito universale”temporaneamente liberato dai vincoli del “reddito di cittadinanza”. Occorre una visione oltre il Welfare dell’emergenza. Oggi il governo vara il Def e lo scostamento di bilancio. Il nuovo decreto potrebbe superare i 70 miliardi di euro

L’Anpi no, anzi sì. La gaffe di palazzo Chigi

Andrea Fabozzi

Una circolare del sottosegretario Fraccaro spinge i prefetti, per ragioni di emergenza sanitaria, a escludere l’Associazione partigiani dalle cerimonie per la Liberazione. La protesta e la soluzione: ci riferivamo solo alle autorità pubbliche. Rimedia il Viminale

Internazionale

Economia in ginocchio, stop di Netanyahu al lockdown

Michele Giorgio

Il premier riapre il paese di fronte all’aumento al 26% della disoccupazione e alle previsione cupe dell’Fmi. All’orizzonte c’è l’aumento della povertà, frutto delle conseguenze del virus e delle politiche liberiste promosse dalla destra

ECUADOR

Moreno occulta i dati, ma a Guayaquil non ci sono più bare

Andrea Cegna

Nella Wuhan latinoamericana 10mila morti, cinque volte in più della media. L’Oms lancia l’allarme sull’Ecuador, dove il governo dei tagli non ha i tamponi. Nella sanità stop agli investimenti, mentre l’attività estrattiva prosegue indisturbata

Cultura

Guglielmo Marconi e i misteri senza tempo del regime

Guido Caldiron

«Gli archivi segreti della sezione M», quattro volumi pubblicati fino ad ora da tre60 (Tea) a firma di Carlo Alberto Orlandi, pseudonimo dietro cui si celano Giulio Leoni, Enrico Lucenti e Massimo Pietroselli. Su incarico di Mussolini, la Sezione M indaga «su quelle vicende, criminali o meno, considerate pericolose per la sicurezza della nazione per la loro natura bizzarra e talora esoterica»

Carlo Lucarelli e il noir del ventennio che sfida il presente

Guido Caldiron

Parla lo scrittore bolognese, autore di «L’inverno più nero», Einaudi. Nel romanzo, il commissario De Luca, eroe riluttante, si confronta con un’epoca che impone chiare scelte di campo. «In un Paese che non ha fatto fino in fondo i conti con il passato, raccontare storie lontane significa misurarsi con la realtà odierna. La “metà oscura” dell’Italia è sempre quella. O quasi»

Cinque idee per rinascere fra gli scaffali

Redazione cultura

Il circuito Cleio, che riunisce sessanta librerie per ragazzi, prova a lanciare un manifesto con molti suggerimenti per istituzioni e governo, a sostegno del bellissimo lavoro di librai e libraie per bambini

Etsy, la ragazza di un altro secolo

Cristina Piccino

«Unorthodox», serie di successo su Netflix, un romanzo di formazione che guarda alla Storia. Protagonista Shira Haas, in un viaggio tra New York e Berlino che racconta il ’900

Commenti

Lo spazio pubblico da riconquistare dopo la reclusione domestica

Ilaria Agostini

La mancanza di luoghi e ambienti pubblici, di socialità esercitata nello spazio comune, ha acuito le divergenze sociali. Ma lo spazio pubblico non è solo il “fuori”. È viceversa il cuore pulsante di una società civile. Per capire l’erosione dello spazio sociale, oggi aiutano le riflessioni di Simone Weil (” è un’esigenza dell’anima”), e di Hanna Arendt (“è l’agire insieme”)

Con Sanchez, per un futuro comune dell’Europa

Massimiliano Smeriglio

Dobbiamo tenere il punto dell’alleanza dei Paese mediterranei sulle cose da fare con massima efficienza e velocità. Perché la crisi morde, entra nelle case e non aspetta i tempi della burocrazia.

Il pericolo di contagio non è anagrafico ma ambientale

Francesco Santopolo

Il rischio di esposizione al coronavirus non è anagrafico ma ambientale, al punto che il sistema respiratorio di un bambino di 10 anni che ha la sfortuna di vivere a Bergamo o a Milano è molto più compromesso di quello di un ultra settantenne fumatore che vive nelle regioni meridionali

Rubriche

Il partito dei «Deambulo ergo sum»

Mariangela Mianiti

È di questi giorni la notizia che in un casa di cura di Indre-et-Loire, Yves-Maveyreaux, 90 anni, ha eluso la sorveglianza e, spingendo a tutta birra il deambulatore, è andato fino alla camera della moglie Huguette perché era stufo di restare chiuso nella sua stanza e di non vederla da alcune settimane.

In vendita i dati degli impiegati di Unicredit

Arturo Di Corinto

Mille dollari per tremila profili di bancari. Un hacker di nome c0c0linoz li vende nell’undeground in cambio di cryptovaluta Monero. Intanto partono le prime truffe col pretesto di installare l’app di tracciamento contro la pandemia

Conversazione sulla lunghezza delle giornate

Giuseppe Caliceti

La domanda è questa: perché, secondo voi, le giornate in inverno e in autunno sono più corte e invece in primavera e in estate si allungano sempre più?

«Il green batte il Covid»

Daniela Passeri

La crisi sanitaria, le sfide ambientali e le politiche europee. Intervista a Barbara Mariani dell’European Environmental Bureau, un network che raggruppa 160 organizzazioni ambientaliste in 35 paesi

«Tutto come prima», energivori all’assalto

Daniela Passeri

La crisi economica post-Covid sarà un momento epocale per l’emergenza climatica e la crisi ambientale. Nel bene o nel male, l’umanità si gioca il futuro della Terra

«L’inquinamento favorisce il virus»

Serena Tarabini

Intervista a Francesca Dominici, alla guida del team dell’Harvard data science che ha studiato la possibile correlazione tra le polveri sottili e il Covid-19. Una ricerca che può spiegare l’epidemia in Pianura Padana

Post-Covid, serve un vero piano verde

Giuseppe Onufrio

Per una ripresa economica sostenibile non bisogna cedere alle pressioni dei settori tradizionali ma puntare decisamente su un vero Green Deal

Cibo, l’app anti-sprechi

Guido Sassi

Bring the food, nata per riciclare le eccedenze alimentari, è stata aggiornata per il coronavirus dai ricercatori della Fondazione Kessler di Trento

Sorgente: il manifesto del 23.04.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •