“Truffati banche? Mef ci sta mettendo troppo…”

23 Marzo 2019 0 Di Luna Rossa

Il ministro Matteo Salvini al Forum di Confcommercio: “Mi sono rotto le palle”. E sull’Iva promette:”Nessun aumento, avete la mia parola”

Sui rimborsi ai risparmiatori truffati, “c’è il Mef che ci sta mettendo un po’ troppo tempo per i miei gusti“. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, a chi gli chiedeva il perché dei ritardi a margine del Forum di Confcommercio. “A proposito di Europa, al Mef stanno aspettando la risposta dell’Europa, mi sono rotto le palle e oggi lo dirò allo stesso ministro dell’Economia, perché i risparmiatori non possono aspettare tempi e dubbi dell’Europa”, aggiunge. I decreti “li deve firmare lui, io gli chiederò di farlo”.

 

Poi la promessa alla platea: “Le clausole Iva non sono scattate e non scatteranno, stiamo lavorando con tutti i nostri uomini che si occupano di imprese e bilanci. Non scatterà nessun aumento dell’Iva, su questo potete avere la mia parola”. Salvini conferma quindi l’intenzione del Governo di evitare l’aumento dell’Iva dal 2020 come previsto dalla legge di bilancio, ma al termine del suo intervento al Forum elude le domande su dove si possano trovare i primi 23 miliardi per evitare che scattino le clausole di salvaguardia dal 2020. Si userà, scherza il ministro con i giornalisti, “l’oro di Dongo: lo stiamo cercando sul lago, troveremo 23 miliardi, li abbiamo ben nascosti”.

L’oro di Dongo era il tesoro di Benito Mussolini trovato al momento della sua cattura, nel 1945. Quanto al resto degli interventi sul fisco, tra cui l’ipotesi di una flat tax per le famiglie, “abbiamo diverse ipotesi su cui stiamo lavorando, come anche aumentare gli assegni familiari per i lavoratori atipici su modello di altri Paesi, ci stiamo confrontando su diverse ipotesi, l’importante è che si rimettano soldi in circuito”. Quella per le famiglie, “è quella che mi stimola di più e l’obiettivo è applicarla già dal 2020”.

Sorgente: “Truffati banche? Mef ci sta mettendo troppo…”

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •