il manifesto del 17.03.2019 e i primi articoli online

17 Marzo 2019 0 By Luna Rossa

Brenton Tarrant sprezzante ha esibito in tribunale il gesto dei suprematisti bianchi. La premier neozelandese: «Stretta sulla vendita di armi». Allarme delle comunità islamiche in Europa sull’aumento dei crimini di odio

Internazionale

Cristchurch, agli antipodi dell’emergenza

Mario Di Vito

L’autore della strage alle moschee voleva dimostrare che il terrorismo nero può colpire ovunque, anche in Nuova Zelanda. L’attentato studiato per anni a seguito di viaggi in Europa e forse in Pakistan. La premier neozelandese Aden annuncia una stretta alla legge sul possesso di armi, il commando le deteneva regolarmente

PARIGI

Successo della Marche du siècle, i gilet oscurati dalle violenze

Anna Maria Merlo

Grossi cortei per il clima in tutti il Paese con manifestazioni allegre. Il canto del cigno dei gilet gialli, dopo la fine del Grand Débat, finisce nel dramma a Parigi: scarsa partecipazione e saccheggi sugli Champs Elysées. Il primo ministro: «Chi scusa i criminali, è complice». Dalla destra richieste di intervento militare

Europa

Saint-Nazaire, dove la lotta operaia si tinge di giallo

Filippo Ortona

«Non è un concetto definito, ognuno ne ha un’idea diversa, e nessuno vuole imporre la propria. È un luogo che serve per organizzare delle azioni, ma anche per creare un legame sociale tra categorie diverse della popolazione». Nella piccola cittadina bretone la vita ruota attorno ai cantieri navali e si organizza la protesta

Cultura

Una macchina pensa ma non vive

Marco Liberatore

Un incontro con il filosofo Carlo Sini, in occasione della sua lezione alla Triennale di Milano per Digital Week. «Quello che distingue un automa da un essere umano è la memoria. Possiamo trasferirla, lo facciamo continuamente con la scrittura, prima ancora che con le tecnologie contemporanee. Ma la trascrizione, per quanto accurata, è sempre altro rispetto all’esperienza concreta»

Visioni

Mondi sonori per Daniel Blumberg

Paola De Angelis

L’artista inglese, rivelazione 2018 con «Minus», suona stasera a Genova, il 18 a Roma e il 19 a Milano. «C’è un forte legame tra la musica e i disegni: non credo si possa sperimentare il mio lavoro in maniera diversa. Le opere sono parte fondamentale del processo creativo»

Canova, lo scultore che si fa designer

Arianna Di Genova

Dal 18 al 20 marzo, si potrà vedere al cinema il documentario di Francesco Invernizzi sulla vita e le opere dell’artista, scandagliando ogni particolare di bozzetti, gessi e statue custodite alla Gipsoteca di Possagno

Il ruggito del Galles: è triple crown

Peter Freeman

Come previsto il Sei Nazioni 2019 è per la terza volta nelle mani del team di Warren Gatland: travolta l’Irlanda 25-0. Italia malinconica perde anche con la Francia: 14-25

Alias Domenica

Olga Tokarczuk, chi si ferma si fa pietra

Luca Bernardini

Un collage postmoderno dove i personaggi si avvicendano come in un panopticon: da Bompiani, «I vagabondi», membri di una setta sempre in moto per sfuggire all’Anticristo. Oggi, l’autrice sarà a a “libri Come” all’Auditorium di Roma

Presi in una rete di sventure, con riscatto

Clotilde Bertoni

Datato 1929, «Il cuore vero» trasferisce nell’Inghilterra vittoriana il mito di Amore e Psiche, fra romanzo picaresco e conte philosophique: daAdelphi

Una raffinata tessitura di amori non corrisposti

Silvia Albertazzi

Dalla Oxford del 1943, in un pastiche che mima la narrativa di ambito universitario, «Il caso Sparsholt» si inoltra negli anni 2000, indagando le risposte sociali ai gay: da Guanda

Shakespeare, la prevalenza del margine

Viola Papetti

I poemetti giovanili, i sonetti, le tragicommedie. Il IV volume completa l’intero Shakespeare Oxford in italiano da Bompiani: coordinatore Franco Marenco

Ghirri, metafisica della duplicazione

Gottardo Pallastrelli

La prima grande retrospettiva di Luigi Ghirri fuori d’Italia: in un allestimento elegante, minimalista, quattordici serie da lui realizzate negli anni settanta, con l’idea di trasformare in luoghi dell’anima set anonimi della realtà

Surrealisti svizzeri, tra fiori e tenebre

Giacomo Dini

Esiste un surrealismo svizzero? Si direbbe di sì, con Brignoni, Moos, Sekula, Seligmann, Viollier, Schaad, Abt, Wiemken… I riporti dagli artisti maggiori assumono «colori» locali

Bonnard liberato dalle cornici

Giuseppe Frangi

La mostra sul maestro francese evita di cadere nella ritualità con la scelta di liberare dalle cornici cinque dei suoi capolavori: scelta in linea con la poetica «aperta» dell’artista. Dalla prigione «gialla» in cui si era recluso con Marthe-Marie, lo sguardo di Bonnard era rivolto al futuro cioè… a Rotkho

Garzi, nobile maestro nella recessione romana

Gennaro De Luca

Fu Giovanni Previtali a scrivere della difficoltà di studiare i pittori del secondo Seicento romano, omologatisi all’ombra dei modelli classici, da Raffaello a Poussin: Luigi Garzi, uno di loro, è adesso oggetto di volume a più voci, dove si scandaglia la perspicacia visiva con cui questo allievo di Sacchi interpretò il conformismo del suo tempo

 

Sorgente: il manifesto del 17.03.2019 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •