Ucciso a botte, il calvario di Peppe: «A scuola pieno di lividi» | Il Mattino

29 Gennaio 2019 0 Di luna_rossa

Inviato a Massalubrense

Non sarebbe stata la prima volta che Tony metteva le mani addosso al piccolo Giuseppe, il figlio della sua convivente Valentina Casa. Quella dell’episodio non isolato è una voce ricorrente a Cardito. Intervistato dal Tg Studio aperto, Angelo, un conoscente di Tony, ha infatti dichiarato: «Sabato ho visto Tony un po’ agitato perché ha dato un calcio al bambino davanti a me. Mi disse non ti preoccupare, questo mi sta portando all’esasperazione. Gli ho detto, devo chiamare i carabinieri?»

Un racconto che sembra confermare l’esistenza di avvisaglie delle violenze già dal giorno prima. Ma, in aggiunta, c’è mistero sul trasferimento di scuola di Giuseppe. Un insegnante della scuola elementare di Cardito sostiene di aver visto Giuseppe, che frequentava quella scuola, con lividi e un occhio nero. Per questo, sarebbe scattata la procedura prevista in circostanze di questo tipo: la convocazione della madre del bambino per chiedere spiegazioni, con la predisposizione di una piccola relazione da consegnare ai servizi sociali del Comune.

…..

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCADO IL LINK SOTTO RIPORTATO

Sorgente: Ucciso a botte, il calvario di Peppe: «A scuola pieno di lividi» | Il Mattino

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •