0 3 minuti 2 settimane

Martedì riprendono i negoziati al Cairo. L’Egitto riapre il valico, passano gli aiuti (ANSA)

La Mezzaluna Rossa palestinese ha detto che un attacco aereo israeliano ha ucciso e ferito un “gran numero” di persone in un’area umanitaria designata vicino alla città di Rafah, nell’estremo sud di Gaza.

“Gli equipaggi delle ambulanze della Mezzaluna Rossa Palestinese stanno trasportando un gran numero di martiri e feriti dopo che l’occupazione (israeliana) ha preso di mira le tende degli sfollati vicino al quartier generale delle Nazioni Unite a nord-ovest di Rafah,” ha precisato la Mezzaluna Rossa in un post su X, aggiungendo: “Questo luogo è stato designato dall’occupazione israeliana come area umanitaria”.

L’ufficio stampa del governo di Hamas a Gaza afferma che sono “oltre 30 i morti a seguito del bombardamento israeliano di un campo profughi a nordovest di Rafah”. Lo riporta Al Jazeera. Secondo l’agenzia Wafa i morti sono almeno 40.

L’Idf israeliana ha confermato che è stato effettuato un attacco nella zona nord-occidentale del distretto di Rafah, dove sono state segnalate decine di morti e feriti. L’Idf ha fatto sapere che nel raid – dove secondo fonti palestinesi sono morte circa 40 persone, tra cui donne e bambini – sono stati uccisi due alti esponenti di Hamas. Si tratta di “Yassin Rabia comandante della leadership di Hamas in Cisgiordania e Khaled Nagar, un alto esponente della fazione sempre in Cisgiordania”.
Lo ha fatto sapere il portavoce militare. L’Idf – ha aggiunto – ha detto di essere a conoscenza di “rapporti che a seguito dell’attacco e dell’incendio scoppiato diversi civili nella zona sono rimasti feriti e che l’incidente è in esame”. L’ala in Cisgiordania di Hamas “è responsabile della pianificazione, del finanziamento e della realizzazione di attacchi terroristici in tutta la Giudea e Samaria e all’interno di Israele”, afferma l’Idf. “Il terrorista Yassin Rabia ha gestito l’intera attività terroristica di Hamas in Giudea e Samaria, ha trasferito fondi a obiettivi terroristici e ha pianificato attacchi terroristici di Hamas in tutta la Giudea e Samaria. In passato, Rabia ha compiuto numerosi attacchi terroristici omicidi, tra cui nel 2001 e nel 2002, in cui sono rimasti uccisi soldati dell’Idf”, sottolinea il comunicato.
“Il terrorista Khaled Nagar, un alto funzionario del quartier generale di Hamas in Giudea e Samaria, ha diretto attentati e altre attività terroristiche in Giudea e Samaria e ha trasferito fondi destinati alle attività terroristiche di Hamas nella Striscia di Gaza. In precedenza, Khaled Nagar aveva effettuato diversi attacchi terroristici mortali tra il 2001 e il 2003 che avevano portato alla morte di diversi civili israeliani e al ferimento e alla morte di diversi soldati israeliani”.

Sorgente: “Raid di Israele su una zona umanitaria di Rafah’ – Notizie – Ansa.it