Seguiteci su Telegram https://t.me/Nuovaresistenza on Telegram
20 May 2024
0 5 minuti 1 mese

©UNRWA
Un bambino trasporta l’acqua nella Striscia di Gaza. Ottenere acqua pulita e utilizzabile è diventata una lotta quotidiana per gli abitanti di Gaza.

Pace e sicurezza

I membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno espresso grave preoccupazione per gli attacchi aerei israeliani che hanno ucciso 7 membri del team World Central Kitchen a Gaza. Hanno affermato che “questi orribili attacchi” hanno portato ad almeno 224 il numero degli operatori umanitari uccisi a Gaza durante il conflitto in corso.

In un comunicato stampa, i membri del Consiglio di sicurezza dell’ONU hanno affermato che questo numero è più di tre volte superiore al numero di operatori umanitari uccisi in qualsiasi altro conflitto nel mondo durante un anno intero. Hanno sottolineato la necessità di garantire la responsabilità per tutti questi incidenti.

I membri hanno osservato che Israele ha annunciato i risultati preliminari dell’indagine sull’incidente del 1 aprile 2024. Hanno sottolineato la necessità di condurre un’indagine completa, trasparente ed esauriente sull’incidente e di pubblicarla completamente pubblicamente. Hanno espresso le loro sincere condoglianze ai parenti e agli amici di tutti coloro che hanno perso la vita dall’inizio delle ostilità il 7 ottobre 2023.

I membri del Consiglio di Sicurezza hanno inoltre chiesto a tutte le parti in conflitto di rispettare pienamente lo “status di protezione” concesso agli operatori umanitari, alle strutture e alle operazioni umanitarie ai sensi del diritto internazionale, di aderire ai meccanismi di notifica e coordinamento umanitari relativi al conflitto e di affrontare immediatamente eventuali carenze di questi meccanismi.

Sforzi coraggiosi per salvare vite umane

I membri del Consiglio hanno riconosciuto gli sforzi eccezionali ed encomiabili compiuti da tutti gli operatori umanitari e sanitari e dal personale delle Nazioni Unite che lavorano a Gaza. I membri hanno riconosciuto le condizioni estremamente difficili e pericolose in cui stavano lavorando, così come il loro enorme coraggio nel perseguire la loro missione salvavita.

I membri del Consiglio di Sicurezza dell’ONU hanno ribadito la loro profonda preoccupazione per il bilancio umano derivante dal conflitto, per la catastrofica situazione umanitaria e per la minaccia di un’imminente carestia a Gaza. Hanno chiesto l’immediata rimozione di tutti gli ostacoli che impediscono un’ampia fornitura di assistenza umanitaria alla popolazione civile e che tale assistenza venga distribuita senza ostacoli. 

I membri hanno fatto riferimento all’annuncio di Israele riguardo all’apertura del valico di Erez e al permesso di utilizzare il porto di Ashdod per fornire aiuti a Gaza, ma hanno sottolineato la necessità di compiere maggiori sforzi per fornire gli aiuti necessari data l’entità dei bisogni a Gaza. 

I membri hanno sottolineato la necessità di un’attuazione immediata e completa di questa risoluzione in modo sostenibile e hanno ribadito il loro appello alle parti affinché consentano, facilitino e consentano la consegna immediata, sicura e senza ostacoli di assistenza umanitaria su larga scala direttamente ai palestinesi. popolazione civile in tutta la Striscia di Gaza, in conformità con la Risoluzione 2720 del Consiglio di Sicurezza .

cessate il fuoco

I membri del Consiglio di Sicurezza hanno chiesto il pieno rispetto del diritto internazionale, compreso il diritto umanitario internazionale e il diritto internazionale sui diritti umani. Hanno affermato le loro richieste per un cessate il fuoco immediato durante il mese del Ramadan, rispettato da tutte le parti, che porti ad un cessate il fuoco continuo e sostenibile e al rilascio immediato e incondizionato di tutti gli ostaggi, oltre a garantire l’arrivo di aiuti umanitari per soddisfare gli ostaggi. ” esigenze mediche e umanitarie e che le parti rispettino i loro obblighi ai sensi del diritto internazionale. Per quanto riguarda tutte le persone detenute, in linea con la risoluzione 2728 del Consiglio di sicurezza .

I membri del Consiglio di Sicurezza hanno inoltre affermato il loro pieno sostegno al lavoro del Capo Coordinatore per gli Umanitari e la Ricostruzione a Gaza, e il loro sostegno agli sforzi salvavita di tutto il personale e delle agenzie delle Nazioni Unite, compresa l’UNRWA . I membri del Consiglio di Sicurezza hanno condannato tutti gli atti di violenza e ostilità contro i civili, nonché tutti gli atti di terrorismo.

Sorgente: I membri del Consiglio di Sicurezza esprimono preoccupazione per l’imminente carestia a Gaza e chiedono la rimozione degli ostacoli alla consegna degli aiuti | Notizie delle Nazioni Unite

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot