0 3 minuti 4 settimane

Dal canale Middle East Spectator trapela la notizia di un accordo tra Emirati, Egitto, Israele e USA per il dislocamento dei rifugiati di Rafah verso l’egitto e l’inizio dell’operazione militare su Rafah.

Come previsto da tempo sembra che si siano aperte le porte del valico di Rafah,
dopo mesi di indugi e pugni fermi, dopo tanti Niet , stop , “da qui non si passa”, bla bla bla sullo stato palestinese, requiem sui diritti umani , sanzioni, anatemi, corte dell’Aja.
siamo arrivati all’ “Ok il prezzo è giusto”. Si asfalta Rafah ! Del resto avevano già organizzato la cosa,

Ok si entra a Rafah armati di tutto punto la prossima settimana, ma prima si sfollano il milione e mezza di rifugiati, forse un milione, forse novecentomila, non si sà esattamente quanti, insomma quelli che restano dopo il feroce genocidio di donne, bambini, anziani , malati ecc.. Quelli che non sono morti per fame per malattie , per ferite non curate , per mancanza di farmaci.

Tutto questo per i pochi che se ne sono accorti con la ‘inconsapevole’ complicità dell’IRAN, che si è messa a fare i capricci proprio nel momento più basso per la popolarità di Israele.
Un attacco all’entità sionista, al satana Netanyhau e all’imperialista americano proprio nel momento in cui le contraddizioni, i sotterfugi le verità scomode, i piani assurdamente colonialisti, le intenzioni e gli atti nazisti, razzisti dell’occidente contro i palestinesi si erano palesati, incontestabili, visibili alla luce del sole, sotto l’occhio di tutti.

Le critiche si levavano ormai da ogni parte.

IRAN, come potranno mai ringraziarti i tuoi satana protettori, per i tuoi fuochi d’artificio? Per quegli esercizi pirotecnici che hanno distratto il mondo quanto basta per cambiare le sorti di un operazione arrivata ad un punto morto proprio su Rafah ?

20 miliardi stanziati per Israele dal congresso americano proprio l’altro ieri, che caso… Quanti di questi andranno nelle casse dell’Egitto? Per quanti soldi hanno venduto lo stato palestinese per farsi le casette al mare a Rafah, sul sangue di migliaia e migliaia di morti innocenti e poter finalmente estrarre e distribuire il Gas di Gaza senza seccature, Italia ed Europa ovviamente complici e carnefici.