0 4 minuti 1 mese

Firma se sei d’accordo!

Alla FIFA, alla FIBA, al Comitato Olimpico Internazionale e a tutti gli altri organi di governo dello sport globale ed europeo

L’offensiva israeliana su Gaza è costata la vita a 26.706 civili, tra cui 11.422 neonati e bambini. Il 90% dei palestinesi sono sfollati interni e vivono in condizioni disumane “ senza elettricità, senza cibo, senza acqua, senza carburante ”. Nessun ospedale funzionante . Niente moschee . Niente chiese . Nessuna biblioteca . Niente scuole . Nessuna università . Niente panetterie . Di questo passo, il brutale regime israeliano distruggerà presto ogni aspetto della vita a Gaza, compreso lo sport .

Con poche eccezioni degne di nota, i nostri governi e rappresentanti eletti continuano a seguire la linea ufficiale di Israele, aumentando anche il sostegno diplomatico, finanziario e militare nonostante le innumerevoli violazioni delle leggi internazionali, del diritto umanitario internazionale e delle risoluzioni delle Nazioni Unite. Il Comitato Olimpico Internazionale, la FIFA, la UEFA, la FIBA ​​e altre organizzazioni sportive sono complici poiché consentono una partecipazione continua del regime occupante dell’apartheid ai loro eventi. A seguito di una risposta rapida e di un’immediata sospensione della Russia, è ora difficile per loro giustificare la chiusura di un occhio sulle azioni del governo israeliano.

Dobbiamo tuttavia prendere coraggio dalla storia e sostenere la liberazione della Palestina mentre generazioni prima di noi hanno posto fine all’apartheid in Sud Africa. Quella lotta assunse tutte le dimensioni possibili, una delle prime fu la sospensione dei legami sportivi , che contribuì a isolare pacificamente il regime sudafricano, dimostrò un rifiuto globale dell’apartheid e cambiò le prospettive interne del paese. 

Questa legge deve ora essere estesa a Israele – non solo a causa delle sue pratiche di colonialismo di insediamento , occupazione militare , pulizia etnica , genocidio , apartheid e sfruttamento illegale delle risorse naturali nei territori occupati – ma anche a causa del suo brutale attacco al patrimonio culturale , accademico. e la vita sportiva della società palestinese. 

Chiediamo quindi con urgenza:

  • Una sospensione immediata di Israele dalla partecipazione a tutti gli sport internazionali finché non si conformerà pienamente al diritto internazionale e ai regolamenti sportivi

  • Gli organi di governo dello sport globale ed europeo devono rispettare immediatamente i propri obblighi statutari, in particolare le proprie norme sui diritti umani e sulla non discriminazione, visti i precedenti russi, sudafricani e altri. Ciò includerebbe, tra l’altro, il divieto per Israele di partecipare alle Olimpiadi di Parigi del 2024, alla Coppa del Mondo FIFA e all’EURO della UEFA. 

Per un’analisi più approfondita sulle ragioni per sospendere Israele dagli sport internazionali, si prega di consultare questo documento (disponibile anche in spagnolo ) che sarà inviato alle organizzazioni sportive.

Firma se sei d’accordo!

 

La nostra visione a lungo termine

Ribadiamo il nostro appello per la creazione di un processo di pace parallelo sotto gli auspici delle Nazioni Unite per una giusta risoluzione delle guerre a Gaza, così come in Ucraina.

Coerentemente con i principi internazionalisti e umanisti di DiEM25 di non discriminazione, uguaglianza davanti alla legge, diversità e libertà di movimento, crediamo che l’unica soluzione a lungo termine richieda che i progressisti di entrambe le parti, israeliani e palestinesi, lavorino insieme verso un’unica soluzione democratica. Stato laico nella terra della Palestina storica per ebrei e palestinesi.

Per ulteriori informazioni sulla nostra posizione, consulta il nostro documento di sintesi .

Sorgente: Sospendere Israele dagli sport internazionali

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20