0 8 minuti 3 mesi

Israele sta attualmente concentrando le sue operazioni militari su Khan Younis, un’area precedentemente designata come “sicura” per i palestinesi in fuga dal nord

FOTO:  I palestinesi fuggono dagli attacchi israeliani a Khan Younis
I palestinesi fuggono da est a ovest da Khan Younis, nella Striscia di Gaza, sotto i bombardamenti israeliani, il 2 dicembre 2023 (AP)

Khan Younis, originariamente parte delle aree designate come “sicure” nel sud di Gaza, è diventato uno dei principali campi di battaglia nell’attuale guerra israelo-palestinese.

Quando la tregua temporanea è giunta al termine la scorsa settimana, i residenti della città hanno ricevuto volantini dall’esercito israeliano che dicevano loro di lasciare la città poiché stava per diventare il prossimo obiettivo di Israele.

Durante le prime settimane di guerra, la popolazione di Khan Younis aumentò drasticamente mentre gli sfollati fuggivano dai combattimenti a Gaza City e nel resto del nord.

Con pochissimi posti rimasti in cui le persone possono fuggire, i palestinesi si trovano coinvolti in alcuni dei combattimenti più intensi visti dall’inizio della guerra scoppiata il 7 ottobre. 

Israele afferma che i leader di Hamas si nascondono a Khan Younis e hanno bombardato ripetutamente la città mentre espandevano le loro incursioni di terra lì, uccidendo innumerevoli palestinesi e travolgendo gli ospedali locali.

Khan Younis è la seconda città più grande della Striscia di Gaza dopo Gaza City.

La città risale all’impero mamelucco nel XIV secolo, quando l’emiro Yunus al-Nuruzi costruì un caravanserraglio, o “khan” in arabo, che era una locanda lungo la strada dove i viaggiatori potevano riposarsi dopo una giornata di viaggio. Quindi, il nome della futura città divenne noto come Khan Younis.

Nel 1387, Mamuk Sultan Barqouq ordinò all’emiro di costruire un castello  a suo nome. Il castello non solo proteggeva i residenti della città, ma fungeva da punto di collegamento tra Il Cairo e Damasco, poiché assicurava uno spazio per il commercio a mercanti e viaggiatori. Il castello di Barqouq è oggi uno dei monumenti storici più importanti della Palestina.


Segui la copertura in diretta di Middle East Eye per le ultime novità sulla guerra israelo-palestinese


La città, insieme al resto dell’odierna Striscia di Gaza, passò sotto il dominio ottomano quando questi ultimi sconfissero i mamelucchi nel XVI secolo come parte della campagna per conquistare la penisola del Sinai.

Dopo la Prima Guerra Mondiale e la sconfitta dell’Impero Ottomano, la Palestina passò sotto il dominio britannico. Khan Younis, insieme alle città circostanti, divenne un luogo di rifugio per coloro che fuggivano dalle invasioni naziste durante la Seconda Guerra Mondiale.

“Gaza, insieme alle sue città, ospitò i greci nel 1942 dopo gli attacchi nazisti alla Grecia”, ha detto lo storico Osama al-Ashqar a Middle East Eye. “Pescherecci e navi britannici li trasportarono dalle isole greche alle coste della Siria, della Palestina e della Turchia, e le famiglie greche sbarcarono a Gaza, Nuseirat e Khan Younis”.

“Una città sotto occupazione”

Dopo la creazione dello Stato di Israele nella Palestina storica in seguito alla guerra del 1948, più di 750.000 palestinesi furono sfollati in un evento noto come Nakba , o “catastrofe” in arabo.

Khan Younis divenne parte dell’amministrazione egiziana della Striscia di Gaza. Nella città operavano fazioni palestinesi armate, conosciute come fedayeen .

Anche la popolazione aumentò, poiché i rifugiati palestinesi in fuga dalla guerra si stabilirono nella città e nei suoi dintorni. Secondo Ashqar, molti dei residenti provengono da città e villaggi palestinesi spopolati al di fuori della Striscia di Gaza.

La città e il vicino campo profughi subirono il peso maggiore della violenza militare israeliana durante la guerra anglo-franco-israeliana contro la nazionalizzazione del Canale di Suez da parte dell’Egitto nel 1956. Il massacro di Khan Younis vide l’esercito israeliano sparare e uccidere almeno 275 palestinesi, secondo Stime ONU, ma fonti palestinesi ritengono che il numero sia più alto.

Khan Younis finì sotto la completa occupazione israeliana in seguito alla guerra del Medio Oriente del 1967, che vide Israele occupare la Striscia di Gaza, la Cisgiordania, la penisola del Sinai dall’Egitto e le alture di Golan dalla Siria.

I combattenti palestinesi della città hanno ancora tentato di resistere all’occupazione israeliana.

Guerra Israele-Palestina: rinnovati attacchi aerei sul campo di Jabalia uccidono dozzine di palestinesi

Per saperne di più “

“[Israele] occupò [Khan Younis] completamente dopo la guerra del 1967, dopo feroci battaglie in cui la resistenza non ricevette sostegno, soprattutto dopo la sconfitta dell’esercito egiziano”, ha aggiunto Ashqar.

Durante entrambe le Intifada palestinesi che hanno portato al ritiro israeliano dalla Striscia di Gaza nel 2005, la città è stata una roccaforte per le fazioni palestinesi e ha dovuto affrontare la pressione degli insediamenti israeliani nelle sue vicinanze.

Sin dalla presa di Gaza da parte di Hamas, Israele ha attuato un rigido blocco dell’enclave e ha lanciato diverse guerre contro di essa.

Il blocco ha reso difficile a Khan Younis prosperare economicamente, socialmente e culturalmente.

“È una città sotto occupazione, e quindi le priorità delle persone sono focalizzate sulla sopravvivenza e su tutto ciò che è necessario per sostenerla”, ha detto Ashqar.

Ha detto, tuttavia, che la città svolge ancora un importante ruolo culturale onorando l’arte e il patrimonio palestinese, che “alimenta questa resilienza e stabilità che migliorano la sopravvivenza”.

Il governatorato di Khan Younis è anche un polo agricolo , con oltre 4.000 ettari di terreni agricoli e più di 7.000 aziende agricole.

“Oltre l’immaginabile”

Mentre le campagne di guerra di Israele si concentrarono principalmente su Gaza City e sulle parti settentrionali, Khan Younis e il sud non furono mai risparmiati. La città e i suoi dintorni hanno subito bombardamenti regolari tra il 2009 e il 2023, che hanno ucciso molti civili .

Il conflitto che sta attualmente affrontando è iniziato quando il 7 ottobre un attacco guidato da Hamas contro Israele ha ucciso circa 1.200 cittadini israeliani e stranieri. Per ritorsione, Israele ha bombardato pesantemente tutte le aree della Striscia di Gaza e ha lanciato un’invasione di terra, uccidendo oltre 17.000 palestinesi, tra cui più di 6.150 bambini.

Israele ha distrutto gran parte delle infrastrutture civili dell’enclave settentrionale e inizialmente ha ordinato ai civili di fuggire a sud, prima di dire loro che avrebbe invaso anche Khan Younis.

Con Israele che desidera spingersi ulteriormente nell’area, la città meridionale si trova in una posizione ancora più vulnerabile rispetto a Gaza City il mese scorso.

Molti palestinesi stanno ora fuggendo a Rafah, vicino al confine con l’Egitto, anche se molti non riescono a trovare rifugio.

Mentre Khan Younis nel sud e il quartiere di Jabaliya nel nord diventano i nuovi punti di ebollizione degli attuali combattimenti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità  ha denunciato la situazione nella Striscia di Gaza definendola “oltre ogni immaginabile”.

Sorgente: Guerra Israele-Palestina: Khan Younis emerge come l’ultima linea del fronte Israele-Hamas a Gaza | Occhio del Medio Oriente