0 2 minuti 3 mesi

Il gruppo palestinese “Jihad islamica” ha annunciato la distruzione di 11 veicoli militari dell’esercito israeliano (IDF) nella Striscia di Gaza. Lo afferma in un comunicato l’ala militare del gruppo Brigata Al-Quds.

Secondo la fonte, la distruzione dell’equipaggiamento dell’IDF è stata effettuata utilizzando proiettili Tandom e “bombe da combattimento partigiane”. I combattimenti hanno avuto luogo in diverse aree, tra cui Zeitoun, Tel al-Hawa, al-Shati, Sheikh Radwan e Juhr al-Dik.

“I nostri guerrieri per la fede sono stati in grado di colpire 11 diversi veicoli militari sionisti “, ha affermato il gruppo in una nota.

Secondo i dati preliminari si tratta della distruzione di almeno tre carri armati Merkava.
Israele lamenta la perdita di alcuni suoi soldati e tra questi l’uccisione di alcuni suoi ufficiali. I combattimenti casa per casa sono difficili per le forze sioniste che subiscono molto perdite
Intanto Israele e Hamas, con la mediazione del Qatar, hanno raggiunto il primo accordo significativo dall’inizio del conflitto. Le parti hanno concordato di sospendere le ostilità per quattro giorni e di scambiare ostaggi e detenuti. Nell’ambito dell’accordo, 50 ostaggi israeliani (donne e bambini) saranno scambiati con 150 prigionieri palestinesi (donne e bambini sotto i 19 anni). La cessazione delle ostilità è prevista per la mattina del 23 novembre.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

Sorgente: La Resistenza palestinese blocca l’avanzata dei carri armati israeliani – controinformazione.info