0 22 minuti 7 mesi

L’esercito di Israele ha attaccato nella notte l’ospedale al Shifa, a Gaza, dove l’intelligence di Tel Aviv ritiene che si nascondano i leader di Hamas. Gli islamisti chiedono di ‘salvare i pazienti’, gli Usa avvertono: ‘non vogliamo vedere scontri a fuoco’. (ANSA)

Punti chiave

17:19

Afp, l’esercito d’Israele si ritira dall’ospedale al Shifa

L’esercito israeliano si ritira dall’ospedale al Shifa di Gaza City.

Lo riferisce un collaboratore dell’agenzia Afp sul posto.

15:33

Dopo lanci dal Libano, Israele colpisce oltre confine

Dopo numerosi lanci dal Libano, Israele sta colpendo ora oltre confine le postazioni da cui sono arrivati i tiri. Lo ha fatto sapere l’esercito che ha aggiunto di aver colpito una postazione di Hezbollah nel sud del Libano.

15:51

Fatto eslodere il parlamento di Hamas

L’esercito israeliano ha fatto saltare il palazzo del parlamento di Hamas a Gaza, conquistato nei giorni scorsi. Lo ha riferito il sito Ynet

15:48

Onu: ‘Entro stasera il 70% della popolazione di Gaza senza acqua’

Le operazioni umanitarie delle Nazioni Unite a Gaza sono “sull’orlo del collasso”, esponendo i civili assediati a un’imminente carenza di acqua potabile a causa della mancanza di rifornimenti di carburante. E’ l’allarme del capo dell’Unrwa Philippe Lazzarini su X: “Avere carburante solo per i camion non salverà altre vite”, perché “entro la fine della giornata, circa il 70% della popolazione di Gaza non avrà accesso all’acqua potabile”.

14:18

Onu: “La carneficina di Gaza deve cessare”

La “carneficina” di Gaza deve terminare: lo ha affermato oggi il responsabile degli aiuti umanitari delle Nazioni Unite Martin Griffiths dopo che le forze israeliane hanno fatto irruzione nel più grande ospedale del territorio palestinese. “Mentre la carneficina a Gaza raggiunge ogni giorno nuovi livelli di orrore, il mondo continua a guardare scioccato intanto che gli ospedali sono presi di mira, i bambini prematuri muoiono e un’intera popolazione viene privata dei mezzi basilari di sopravvivenza. Non si può permettere che ciò continui”, ha detto Griffiths in una nota.

14:12

Hamas, sì all’accordo 50 ostaggi per 3 giorni tregua

Hamas ha accettato le linee generali di un accordo con Israele che prevede il rilascio di circa 50 ostaggi in cambio di una tregua di tre giorni nella Striscia di Gaza. Lo riporta la Reuters. In linea con l’accordo, Israele dovrà anche rilasciare alcune donne e bambini palestinesi dalle carceri israeliane e aumentare la quantità di assistenza umanitaria consentita nell’enclave palestinese.

14:03

Qatar negozia accordo 3 giorni tregua in cambio 50 ostaggi

Il Qatar sta cercando di negoziare un accordo tra Hamas e Israele che comporti il rilascio di 50 civili ostaggi a Gaza in cambio di un cessate il fuoco di 3 giorni. Lo segnala Haaretz che riporta una fonte che ha parlato con la Reuters. L’accordo – coordinato con gli Usa – vedrebbe anche il rilascio di alcune donne palestinesi e minori detenuti in Israele e un aumento dell’aiuto umanitario per la Striscia

14:03

Medico Al-Shifa a Al Jazeera, ‘sfollati spogliati e ammanettati’

Il direttore del pronto soccorso dell’ospedale Al-Shifa, Omar Zaqout, accusa le forze Israele di detenere gli sfollati. Secondo quanto riporta il Washington Post, Zaqout ha raccontato ad Al Jazeera che gli sfollati sono stati spogliati, ammanettati e bendati e portati in una destinazione non precisata. Zaqout ha riferito anche di non aver visto le forniture mediche che l’Idf dice di aver fornito all’ospedale, in particolare le incubatrici e il latte per i bambini. Il Washington Post non è stato in grado di verificare in modo indipendente le dichiarazioni del medico.

13:42

Italiani uccisi durante attacco Hamas, indagano i pm Roma

Due fascicoli, contro ignoti, sono stati aperti dalla Procura di Roma in relazione alla morte di tre cittadini italo-isreaeliani, i coniugi Evitar Kipnis e Liliach Lea Havron e Nir Forti, uccisi da Hamas nel corso dell’attacco avvenuto il 7 ottobre scorso. I pm di piazzale Clodio, coordinati dal procuratore Francesco Lo Voi, procedono per il reato di attentato con finalità di terrorismo e omicidio. I tre furono trovati privi di vita alcuni giorni dopo l’attacco.

13:04

Israele, vicino all’ospedale al Shifa ‘neutralizzati 4 terroristi’

Prima dell’ingresso “in un’area specifica” dell’ospedale Shifa di Gaza i militari israeliani “si sono imbattuti ed hanno neutralizzato 4 terroristi” che si trovavano in una strada vicina. Lo ha riferito una fonte militare israeliana secondo cui al momento non è chiaro se fossero usciti dall’ospedale o se fossero già per strada.

12:31

Israele, a Shifa prove concrete di un comando terroristico

“In un’area specifica dell’ospedale Shifa abbiamo visto prove concrete che i terroristi di Hamas hanno utilizzato l’ospedale come un comando del terrorismo”. Lo ha detto il portavoce militare Daniel Hagari aggiungendo che l’esercito “pubblicherà queste prove in seguito”.

10:55

L’Oms, ‘persi i contatti con i medici di al Shifa’

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Tedros Adhanom Ghebreyesus ha denunciato su X che l’organizzazione ha perso i contatti con il personale sanitario dell’ospedale al-Shifa di Gaza dopo che le forze israeliane hanno iniziato quella che hanno definito come “un’operazione mirata” dentro la struttura.

“Le notizie di incursioni militari nell’ospedale di al-Shifa sono profondamente preoccupanti – ha scritto sui social media – Abbiamo perso di nuovo i contatti con il personale sanitario dell’ospedale. Siamo estremamente preoccupati per la loro sicurezza e quella dei pazienti”.

L’Oms e il Comitato internazionale della Croce Rossa (Circ) si sono detti “estremamente preoccupati” per l’impatto dell’operazione militare condotta dall’esercito nell’ospedale di al-Shifa, il più grande della Striscia di Gaza, dopo l’irruzione della scorsa notte. L’Oms è “sconvolta” dal raid nell’ospedale, secondo quanto ha espresso il responsabile. Mentre il Comitato ricorda in un comunicato che “i pazienti, il personale medico e i civili devono essere protetti in ogni momento” e indica di essere in contatto “con le autorità interessate”.

10:27

Gallant, operazione di terra fino al completamento della missione

“Israele non fermerà le sue operazioni a Gaza finché le nostre truppe non completino la loro missione: distruggere Hamas e riportare i nostri ostaggi a casa dalle loro famiglie”. Lo ha detto il ministro della difesa Yoav Gallant incontrando a Tel Aviv il coordinatore Usa per il Medio Oriente Brett McGurck

09:55

Testimone a Bbc, le forze israeliane a Shifa interrogano tutti

Un giornalista, che si trova dentro l’ospedale Al-Shifa, ha raccontato alla Bbc che le forze israeliane stanno andando di stanza in stanza, piano dopo piano, e stanno interrogando tutti, sia il personale che i pazienti, e sono accompagnati da medici e persone che parlano arabo. Il giornalista di nome Khader aggiunge che gli sfollati che si erano rifugiati nel complesso sono stati fatti radunare nel cortile e alcuni sono sottoposti a controlli di sicurezza. Il testimone oculare aggiunge che l’esercito israeliano ha il “controllo completo” e non ci sono sparatorie. La BBC non è stata in grado di verificare le affermazioni.

09:54

Esercito israeliano, non ci sono indicazioni di ostaggi a Shifa

“Non ci sono ancora indicazioni sulla presenza di ostaggi all’interno dell’ospedale Al-Shif”, ma si ritiene che l’operazione possa portare “informazioni di intelligence sui rapiti”. Lo riferisce l’esercito citato dalla radio israeliana. Le ricerche all’interno del complesso continuano.

09:55

L’Esercito, non ci sono indicazioni di ostaggi a Shifa

“Non ci sono ancora indicazioni sulla presenza di ostaggi all’interno dell’ospedale Al-Shif”, ma si ritiene che l’operazione possa portare “informazioni di intelligence sui rapiti”. Lo riferisce l’esercito citato dalla radio israeliana. Le ricerche all’interno del complesso continuano.

09:54

Un testimone alla Bbc, ‘le forze israeliane a Shifa interrogano tutti’

Un giornalista, che si trova dentro l’ospedale Al-Shifa, ha raccontato alla Bbc che le forze israeliane stanno andando di stanza in stanza, piano dopo piano, e stanno interrogando tutti, sia il personale che i pazienti, e sono accompagnati da medici e persone che parlano arabo. Il giornalista di nome Khader aggiunge che gli sfollati che si erano rifugiati nel complesso sono stati fatti radunare nel cortile e alcuni sono sottoposti a controlli di sicurezza. Il testimone oculare aggiunge che l’esercito israeliano ha il “controllo completo” e non ci sono sparatorie. La BBC non è stata in grado di verificare le affermazioni.

09:49

La prima autocisterna con carburante è entrata a Gaza dall’Egitto

La prima autocisterna con carburante è entrata a Gaza dall’Egitto dal 7 ottobre. Lo dice una fonte della Mezzaluna Rossa egiziana all’Ansa.

09:57

08:41

Esercito, ‘trovate armi e risorse di Hamas’ nell’area di al Shifa

Nell’operazione in corso allo Shifa i soldati israeliani hanno trovato armi e risorse di Hamas nell’area che “indicano la presenza del gruppo terroristico”. Lo ha fatto sapere l’esercito secondo cui non ci sono indicazioni di ostaggi israeliani tenuti al momento nell’ospedale, ma si ritiene che l’operazione possa portare “informazioni di intelligence sui rapiti”. L’esercito ha poi sottolineato che “non ci sono state frizioni” tra soldati, medici e pazienti dell’ospedale.

08:05

Esercito, l’operazione a Shifa continua anche questa mattina

L’operazione nell’ospedale Shifa sta continuando questa mattina sempre “in maniera mirata”. Lo ha detto il portavoce militare israeliano, Daniel Hagari, confermando che si svolge “in un complesso specifico nel quale secondo informazioni di intelligence si riscontra attività terroristica” da parte di Hamas. Hagari ha poi aggiunto che prima dell’ingresso ci sono stati combattimenti e sono stati uccisi miliziani. “I soldati – ha sottolineato – hanno consegnato forniture mediche, incubatrici e viveri per i bambini”.

06:40

Onu, ‘ieri morti 40 pazienti nell’ospedale al Shifa’

Quaranta pazienti sono morti nella giornata di ieri nell’ospedale al Shifa di Gaza: lo rende noto l’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha), che cita il ministero della Sanità della Striscia.

L’Ocha aggiunge che solo uno degli ospedali a Gaza City e nel nord di Gaza è ancora operativo, sia pur a “livello minimo”: tutti gli altri hanno cessato le operazioni a causa della mancanza di energia elettrica, farmaci, ossigeno, cibo e acqua, aggravata dai bombardamenti e dai combattimenti nelle loro vicinanze. Si tratta dell’ospedale al Ahli di Gaza City, precisa l’Ufficio dell’Onu per gli Affari umanitari, che ospita oltre 500 pazienti ed è l’unica struttura medica in grado di ricoverare pazienti nel nord della Striscia. “Tuttavia – sottolinea -, anch’esso deve far fronte a crescenti carenze e sfide”.

05:56

Hamas alla comunità mondiale, ‘salvate i pazienti di Shifa’

“All’interno del complesso di Shifa ci sono 1.500 membri del personale medico e circa 7.000 sfollati. Facciamo appello a tutti i Paesi affinché intraprendano azioni urgenti per salvare i pazienti all’interno del Complesso Shifa”: lo scrive su Telegram il portavoce del ministero della Sanità di Hamas, Ashraf Al-Qudra. Il messaggio è stato pubblicato circa tre ore prima dell’inizio dell’operazione militare dell’esercito israeliano nella struttura. Secondo il personale medico, circa 650 pazienti sono ancora ricoverati nell’ospedale, riporta Al Jazeera.

05:48

Hamas, ‘pronti a ispezioni internazionali, non abbiamo nulla da nascondere nell’ospedale al Shifa’

“Siamo pronti a ricevere tutte le istituzioni internazionali presso il complesso Al-Shifa per garantire la natura del suo lavoro medico”: lo afferma su Telegram il portavoce del ministero della Sanità di Hamas, Ashraf Al-Qudra. Nel messaggio, pubblicato circa tre ore prima dell’inizio dell’operazione militare dell’esercito israeliano nella struttura, il ministero chiede inoltre “un intervento urgente per fermare l’aggressione contro il complesso di Shifa prima che si verifichi un disastro”.

“I cecchini dell’occupazione prendono di mira chiunque si avvicini alle finestre o alle porte dell’ospedale Al-Shifa”, prosegue il portavoce, sottolineando che “i carri armati israeliani sono alle porte del complesso medico Al-Shifa”.

“Non abbiamo nulla di cui aver paura o da nascondere”, ha ribadito il portavoce poco dopo l’inizio del blitz delle forze israeliane nell’ospedale al Shifa di Gaza. “Ci sono solo medici, pazienti e sfollati” all’interno dell’ospedale, ha aggiunto, come riporta Al Jazeera.

05:38

Un medico di al Shifa, ‘Israele ci ha dato 30 minuti di preavviso’

L’esercito israeliano ha dato all’amministrazione dell’ospedale al Shifa di Gaza un preavviso di 30 minuti prima che iniziasse l’operazione militare nel complesso: lo ha detto alla Cnn un medico dell’ospedale, Khaled Abu Samra, come riporta l’emittente statunitense sul suo sito. “Ci è stato chiesto di stare lontani dalle finestre e dai balconi. Possiamo sentire i veicoli blindati, sono molto vicini all’ingresso del complesso”, ha affermato il medico prima dell’inizio dell’operazione.

05:23

Hamas, l’ospedale al Shifa si rifiuta di evacuare i pazienti in strada

Gli amministratori dell’ospedale al Shifa di Gaza si sono rifiutati di evacuare i pazienti “in strada”: lo ha detto ad Al Jazeera il portavoce del ministero della Sanità di Hamas, Ashraf Al-Qudra. “Il direttore dell’ospedale ha detto chiaramente (a Israele) che l’evacuazione deve avvenire attraverso un corridoio umanitario sicuro che protegga gli standard sanitari e prenda in considerazione lo stato dei pazienti all’interno dell’ospedale”, ha affermato il portavoce.

“Non possiamo semplicemente evacuare l’ospedale in strada. Sarebbe una condanna a morte” per i pazienti, ha aggiunto. Prima del blitz nell’ospedale, scrive sempre Al Jazeera, il ministero della Difesa israeliano aveva informato il ministero della Sanità palestinese che le sue truppe si stavano preparando a entrare nella struttura.

04:53

Media, oltre 100 soldati nel blitz nell’ospedale al Shifa

Oltre 100 soldati hanno preso parte al blitz di questa notte dell’esercito israeliano nell’ospedale al Shifa di Gaza: lo ha riferito alla Bbc un testimone che si trovava all’interno della struttura, Khader Zaanoun, il quale ha inoltre confermato la presenza di carri armati israeliani nel campus dell’ospedale. “Ho visto sei carri armati all’interno dell’ospedale e più di un centinaio di soldati del commando, sono entrati nel pronto soccorso principale, alcuni soldati erano mascherati e urlavano in arabo ‘non muoverti, non muoverti'”, ha raccontato Zaanoun.

04:17

Gaza: Usa, non vogliamo vedere scontri a fuoco nell’ospedale

“Non vogliamo vedere uno scontro a fuoco in un ospedale”: lo ha detto un portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca commentando la notizia dell’ingresso delle Forze di difesa israeliane nell’ospedale al Shifa di Gaza. Lo riporta la Bbc.

“Non siamo favorevoli a colpire un ospedale dall’alto e non vogliamo vedere uno scontro a fuoco in un ospedale dove persone innocenti, persone indifese, malati che cercano di ottenere le cure mediche che meritano si ritrovano nel fuoco incrociato”, ha dichiarato il portavoce.

03:29

Hamas, ‘l’assedio all’ospedale al Shifa è un crimine contro l’umanità’

“Le forze di occupazione israeliane stanno commettendo un nuovo crimine contro l’umanità, il personale medico e i pazienti assediando e bombardando il complesso medico di Al-Shifa, a ovest di Gaza City”: lo ha affermato il ministro della Sanità palestinese, Mai Al-Kaila, in una dichiarazione diffusa nelle prime ore di oggi. Lo riporta l’agenzia Wafa citata dal Guardian.

02:44

Medico al Shifa, carri armati di Israele nel campus dell’ospedale

Carri armati israeliani e bulldozer si trovano nel campus dell’ospedale al Shifa di Gaza: lo ha detto un medico della struttura, Mokhallalati, ad Al Jazeera. Il medico ha confermato che le forze israeliane si trovano all’interno del complesso ospedaliero, sottolineando però che le informazioni rimangono scarse. “Abbiamo visto i carri armati e i bulldozer nel campus del centro”, ha affermato, aggiungendo di aver ispezionato l’edificio principale sopra il pronto soccorso e che le forze israeliane non sembrano essere entrate in quell’area. “Il fuoco è ancora intenso e sentiamo esplosioni ovunque”, ha aggiunto.

02:28

Hamas, Biden responsabile dell’operazione di Israele ad al Shifa

Hamas ha accusato il presidente americano Joe Biden di essere “interamente responsabile” dell’operazione militare israeliana nell’ospedale al Shifa di Gaza.

In un comunicato, Hamas ha definito l’operazione militare israeliana all’interno dell’ospedale al Shifa un “crimine barbaro contro una struttura medica protetta dalla Quarta Convenzione di Ginevra”. Lo riporta Al Jjazeera. “L’occupazione israeliana e tutti coloro che hanno collaborato con essa per uccidere bambini, pazienti e civili innocenti saranno ritenuti responsabili”, aggiunte il gruppo nella nota.

“L’adozione da parte della Casa Bianca e del Pentagono della falsa narrativa israeliana secondo cui la resistenza utilizza il Centro medico al-Shifa per ragioni militari ha costituito il via libera per (Israele) a commettere ulteriori massacri contro i civili e a rimuoverli con la forza dal nord al sud per continuare il piano di occupazione volto a sfollare la nostra gente”, conclude il comunicato.

01:30

Israele, ‘operazione militare mirata nell’ospedale al Shifa’

L’esercito israeliano sta eseguendo un’operazione mirata in un’area dell’ospedale al Shifa di Gaza: lo hanno annunciato le Forze di difesa israeliane (Idf) su Telegram. “Sulla base delle informazioni di intelligence e di una necessità operativa, le forze dell’Idf stanno portando avanti un’operazione precisa e mirata contro Hamas in un’area specifica dell’ospedale Shifa”, si legge nel comunicato. “Invitiamo tutti i terroristi di Hamas presenti nell’ospedale ad arrendersi”, conclude la nota.

“Sulla base di informazioni di intelligence e di una necessità operativa, le forze dell’Idf stanno conducendo un’operazione precisa e mirata contro Hamas in un’area specifica dell’ospedale Shifa”, si legge nel comunicato. “L’Idf sta conducendo un’operazione di terra a Gaza per sconfiggere Hamas e salvare i nostri ostaggi. Israele è in guerra con Hamas, non con i civili di Gaza – prosegue la nota -. Le forze dell’Idf comprendono squadre mediche e persone che parlano arabo, che sono state sottoposte a un addestramento specifico per prepararsi a questo ambiente complesso e sensibile, con l’intento di non arrecare alcun danno ai civili usati da Hamas come scudi umani”.

L’esercito ricorda poi che “nelle ultime settimane, l’Idf ha avvertito pubblicamente e ripetutamente che il continuo uso militare dell’ospedale Shifa da parte di Hamas mette a rischio il suo status di protezione ai sensi del diritto internazionale, e ha concesso tutto il tempo necessario per porre fine a questo abuso illegale dell’ospedale. Ieri l’Idf ha ribadito alle autorità competenti di Gaza che tutte le attività militari all’interno dell’ospedale dovevano cessare entro 12 ore. Purtroppo, ciò non è avvenuto”. “L’Idf ha anche facilitato l’evacuazione su larga scala dell’ospedale e ha mantenuto un dialogo regolare con le autorità ospedaliere. Chiediamo a tutti i terroristi di Hamas presenti nell’ospedale di arrendersi”, conclude.

Sorgente: Hamas, verso il sì all’accordo. Afp: “Israele si ritira dall’ospedale al Shifa” – Notizie – Ansa.it


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.