0 2 minuti 9 mesi

di Andrea Puccio

Nelle acque del Mediterraneo, nelle vicinanze di Israele, si stanno dislocando un numero impressionante di navi ed imbarcazioni militari, si prepara qualcosa che va oltre il conflitto isaelo-palestinese?

La portaerei USS Dwight D. Eisenhower ha passato nella notte lo stretto di Gibilterra e si dirige nel Mediterraneo orientale. Quando arriverà ci troveremo in presenza della più grande concentrazione di navi NATO in assetto operativo da parecchi decenni: tutto compreso saranno 43, esclusi i sommergibili il cui numero non è noto, rileva Francesco Dall’Aglio sul suo canale Telegram.

In realtà le navi sono potenzialmente molte di più, perché dal 23 ottobre al 6 novembre in acque italiane si tengono le esercitazioni Dynamic Mariner 23 del NATO Allied Maritime Command (MARCOM), che comprendono altre 30 navi, tra cui il nostro Cavour, di 14 nazioni NATO.

Ma cosa ci fanno tutte queste navi nel Mediterraneo? Si sta preparando l’allargamento del conflitto tra Israele e Palestina? O la Nato, di cui, ricordo, anche l’Italia fa parte, si prepara in caso il conflitto si allarghi? Quindi se il conflitto si allarga anche il nostro paese, essendo membro Nato, ne prenderà parte? Ed il governo di Meloni e di Crosetto cosa dice?

Infine qualcuno a Palazzo Chigi ci ha chiesto qualcosa? E’ vero che l’opinione pubblica non conta nulla ma magari sapere cosa ci aspetta ci farebbe piacere …

Sorgente: NEL MEDITERRANEO SI STANNO RADUNANDO OLTRE 40 NAVI DA GUERRA | OCCHI SUL MONDO


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.