0 2 minuti 10 mesi

Regna la confusione in Gabon.  Non appena è stata resa nota la vittoria di Ali Bongo Ondimba alle elezioni presidenziali che si sono svolte sabato scorso, una decina di militari hanno annunciato alla TV pubblica Gabon 24 l’annullamento del voto, lo scioglimento delle Istituzioni e la chiusura delle frontiere.

Dopo 57 anni termina così la saga della dinastia Bongo, al potere il Gabon ininterrottamente dal 1966 prima con il padre Ali Bongo Odimba e poi con il figlio Omar, al potere sotto l’ala protettrice della Francia cui la famiglia garantiva interessi e prebende.

Un gruppo di militari legge il comunicato alla televisione

Uno dei militari ha letto un comunicato a nome del Comité de transition et de restauration des institutions, precisando, tra l’altro, che il gruppo ha deciso di porre fine all’attuale regime, che rischia di far precipitare  nel caos l’intero Paese per la sua “governance irresponsable”.

Come si è potuto osservare in TV, il comitato dei golpisti è composto da membri della Guardia Repubblicana (GR), della guardia pretoriana della presidenza, riconoscibili dai loro berretti verdi, oltre a militari dell’esercito regolare e agenti di polizia. La dichiarazione della presa del potere è stata trasmessa anche dall’emittente pubblica Gabon Première.

Solo poche ore prima, alle 3 del mattino ora locale, Michel Stéphane Bonda, a capo del Centro Nazionale Elettorale (CGE) aveva annunciato alla TV di Stato Gabon Première la vittoria di Ali Bongo Ondimba per un terzo mandato con il 64,27 per cento delle preferenze.

[…]

Africa ExPress

Sorgente: Dopo 57 anni finisce con un golpe in Gabon la saga della dinastia Bongo: i militari cacciano Ali l’ultimo dittatore – Africa Express: notizie dal continente dimenticato


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.