0 4 minuti 1 anno

Ridimensionare la Russia ‘quanto basta’ un po’ come il sale nella minestra, alle spese dell’Europa e soprattutto del povero e ignaro popolo Ucraino?  questo lo scopo della guerra?

L’Europa e il Regno Unito si lavano la coscienza inviando un paio di missili a lungo raggio mentre gli USA precisano che per i caccia F16, gli Abram ecc, bisogna aspettare il prossimo anno, le navi non se ne parla nemmeno…

Il tripudio dell’ipocrisia, combattere una guerra facendo finta di combatterla, incitare alla vittoria  puntando poi  per la sconfitta… promettere invii di armi stratosferiche sapendo benissimo che cambieranno di poco l’esito (negativo)  della guerra.

Non ci resta che attendere la distruzione quasi completa dell’Ucraina per poi considerare l’entrata della stessa nell’agognata famiglia NATO.

Ma forse, probabilmente quando tutta questa immensa catastrofe sarà finita non ci sarà bisogno dell’Ucraina nella NATO ne tanto meno nell’unione europea.
Polacchi e baltici russo-fobici dovranno attendere anni.
Tutto questo per tante ragioni che poco hanno a che vedere con la difesa dell’Ucraina mentre sono i pacifisti ad essere immorali. L’ucraina si deve difendere, dicono  i guerrafondai, deve vincere, per quale ragione cercare una  soluzione diplomatica subito, quando si può ottenere la stessa cosa tra  3 anni con 500 mila morti, la distruzione dell’Ucraina e del tessuto economico dell’Europa?
La tattica di Biden?

Continuare a tutti i costi il conflitto senza vincerlo, illudendo tutti di essere dalla parte dell’aggredito, anzi di più, dicendo che si stà facendo il massimo, convincendo  i futuri cadaveri che si potrà  vincere una guerra senza armi. Magari solo dicendo peste e corna di Putin e della Cina e di tutti i paesi che seriamente intendano porre fine al conflitto mediante la cessione di territori e il dialogo.

(sia mai)

Trattare i russi come fossero il male assoluto mentre placidamente si inviano bombe a grappolo, si fanno saltare i gasdotti, si utilizzano milizie Naziste e neo-naziste, si accetta senza dire pio il terrorismo verso civili e le infrastrutture civili come il ponte di Crimea o la Diga o i missili sui civili in Donbass, lasciando nel contempo, ingenuamente le carte vincenti al dittatore, Zar , assassino, sanguinario, folle, immorale, animale Putin.
Anatema sui pacifisti quindi che non capiscono la raffinata tecnica utilizzata dagli alleati, un capolavoro di fantasia, tattica  che il nemico non potrà mai indovinare, l’inverso di quella che il nemico si aspetta: la guerra tesa alla sconfitta! Lenta, inesorabile. Impareggiabile.
Comunichiamo al nemico russo, quando ci sarà la controffensiva, dove, con quali armi… Lo sbandieriamo ai quattro venti e poi se la controffensiva non funziona… Urca peccato. Però ecco i missili.
Per mesi mi sono chiesto se ci fosse un’altra finissima ipotetica tattica militare. Nulla, Far vincere la Russia! Questo sembra essere ad oggi l’obbiettivo. Sì, ma mica subito. Questa è la tattica… Un capolavoro! Un po’ di suspance ci deve essere, qualche scoppio qua e là, qualche drone che arriva alla periferia di Mosca! Insomma un po’ di giochi pirotecnici, per il resto solo una valanga di morti di disperazione e di distruzione mentre la propaganda dà dell’immorale ai pacifisti…

Lunga vita alle persone ‘morali’.
Perchè le persone morali son quelle che mettono gli interessi economici sopra al bene dei popoli, le persone morali sono coloro che hanno mandato a sbattere contro la Russia un popolo ignaro fintamente preparato da anni…
Le persone morali sono quelle che dicono ‘armiamoci e partite’ …
Ci si può fidare di costoro…

Tutto quello che ci rimane è la speranza che gli immorali prendano il potere.

 

 


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.