0 2 minuti 1 anno

Di Ulf Martin

Sono molti i virus che possono albergare e moltiplicarsi nelle vie respiratorie.

Essi provocano malattie soprattutto quando i livelli di vitamina D sono bassi ovvero nella maggior parte delle persone in inverno.

Uno di questi è il virus respiratorio sinciziale (RSV), un virus comune, conosciuto da tempo e del tutto irrilevante.

Tuttavia, data la probabile approvazione di diversi vaccni contro l’RSV ( attualmente l’ unico approvato dall’ema è quello per gli over 60 di cui abbiamo parlato QUI), adesso questo virus deve essere rapidamente notificato in Germania, come fa sapere ÄrzteZeitung.

I medici e i laboratori tedeschi dovranno quindi segnalare i pazienti infetti alle rispettive autorità sanitarie.

Essendo il patogeno respiratorio più frequente nei bambini piccoli e grazie ai progressi nello sviluppo di vaccni e profilassi, l’RSV sta diventando sempre più importante nella sorveglianza sanitaria internazionale.

Quindi: non è più la (presunta) pericolosità di un agente patogeno il criterio per renderlo notificabile, ma la (presunta) disponibilità di un (cosiddetto) “vaccno”.Benvenuti nella Nuova Normalità!Sembra che l’innocuo virus RSV possa diventare un buon candidato per lo status di “infetto” e “vaccnato” nel “passaporto sanitario” della nuova normalità sotto il totalitarismo delle malattie dell’OMS.

Sorgente: Nuova normalità: segnalazione OBBLIGATORIA dei casi di RSV in Germania. A breve anche in Italia? – eVenti Avversi