0 8 minuti 12 mesi

 

Blinken , viaggio in Cina  previsto per rilanciare 

Pubblicato: 14 giugno 2023 12:41

Cina USA File Foto:CFP

Foto d’archivio Cina USA: CFP

Il consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese Qin Gang ha avuto una telefonata con il segretario di Stato americano Antony Blinken confermando che  visiterà la Cina domenica e lunedì. 

Nella telefonata, Qin ha esposto la ferma posizione della Cina su preoccupazioni fondamentali come la questione di Taiwan. La telefonata serve a ricordare agli Stati Uniti che dovrebbero “mantenere un atteggiamento corretto”.

Blinken, in qualità di funzionario del governo degli Stati Uniti di più alto rango in visita in Cina da quando il presidente Joe Biden è entrato in carica nel gennaio 2021, dovrebbe rilanciare la fase successiva degli scambi ad alto livello tra i due paesi e  lavorare insieme per gestire le divergenze, 

La visita imminente faciliterà indubbiamente la comunicazione faccia a faccia ad alto livello, consentendo a entrambe le parti di esprimere le proprie preoccupazioni, il che consentirà inoltre a entrambe le parti di discernere e comprendere in modo più accurato e profondo le reciproche intenzioni, l’essenza politica e la direzione, alcuni esperti notato. Questo è utile per prevenire errori di valutazione, migliorare la comprensione e gestire i disaccordi, hanno affermato. 

Durante la telefonata con Blinken, Qin ha sottolineato che dall’inizio dell’anno le relazioni Cina-USA hanno dovuto affrontare nuove difficoltà e sfide, e la responsabilità di ciò è chiara. La Cina ha sempre visto e gestito le relazioni Cina-USA seguendo i principi di rispetto reciproco, coesistenza pacifica e cooperazione vantaggiosa per tutti proposti dal presidente cinese Xi Jinping.

Qin ha esposto la ferma posizione della Cina su preoccupazioni fondamentali come la questione di Taiwan, sottolineando che gli Stati Uniti dovrebbero rispettarla, smettere di interferire negli affari interni della Cina e smettere di danneggiare la sicurezza sovrana e gli interessi di sviluppo della Cina in nome della concorrenza. 

Alcuni osservatori cinesi ritengono che la telefonata serva a ricordare agli Stati Uniti che se l’alto diplomatico statunitense venisse in Cina senza sincerità o continuasse a fare pressioni sulla Cina per raggiungere gli obiettivi di Washington, la visita sarebbe priva di significato. 

“La visita di Blinken è stata ritardata per un lungo periodo poiché l’amministrazione Biden si è inizialmente concentrata sull’unificazione dei suoi alleati e sull’assunzione di una posizione da Guerra Fredda contro la Cina, ma ora gli Stati Uniti stanno mostrando il loro desiderio di rendere possibile questa visita per rilanciare l’alto livello USA-Cina impegno per la fase successiva”, ha dichiarato mercoledì al Global Times Wu Xinbo, direttore del Center for American Studies presso la Fudan University. 

“Le due parti dovrebbero scambiarsi opinioni su alcune divergenze e potrebbero raggiungere alcuni consensi sulla cooperazione, ad esempio negli scambi interpersonali”, ha affermato Wu. 

Qin ha detto a Blinken durante la telefonata che spera che gli Stati Uniti intraprendano azioni concrete per attuare l’importante consenso raggiunto tra i due capi di stato a margine del vertice G20 di Bali nel novembre 2022 e i relativi impegni presi dagli Stati Uniti, mossa verso la Cina, gestire efficacemente le divergenze, promuovere gli scambi e la cooperazione e riportare le relazioni Cina-USA verso uno sviluppo sano e stabile.

Sebbene gli Stati Uniti abbiano apparentemente voltato pagina sull ‘”incidente del pallone”, negli ultimi giorni hanno continuato a esaltare argomenti legati alla Cina in vista del viaggio di Blinken in Cina, mentre l’amministrazione Biden ha affermato di aver “intrapreso passi diplomatici” che hanno rallentato La presenza dell’intelligence cinese all’estero a seguito del suo recente clamore su una presunta “base di spionaggio a Cuba”. Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno preso di mira più società cinesi aggiungendo 31 entità cinesi nella loro cosiddetta Entity List, oltre ad alcuni resoconti dei media che suggeriscono che il governo degli Stati Uniti stia preparando “piani di evacuazione” per i cittadini americani che vivono a Taiwan. 

Durante la telefonata, Qin ha sottolineato ancora una volta la causa principale delle attuali difficoltà nelle relazioni USA-Cina e le modalità per risolvere questi problemi. Dipende se la parte statunitense correggerà le sue malefatte e le sue idee sbagliate nella gestione delle relazioni bilaterali, ha detto mercoledì al Global Times Li Haidong, professore alla China Foreign Affairs University. 

“L’imminente visita di Blinken aiuterà senza dubbio entrambe le parti a comprendere a fondo le reciproche intenzioni e politiche per evitare giudizi errati”, ha affermato Li. Durante la visita, il diplomatico statunitense discuterà probabilmente una varietà di argomenti in cui entrambe le parti possono impegnarsi in un dialogo o in una potenziale collaborazione. Tuttavia, dovremmo essere chiari sul fatto che è improbabile che l’essenza della competizione strategica a tutto campo degli Stati Uniti con la Cina cambi, ha affermato l’esperto. 

Blinken incontrerà alti funzionari cinesi dove discuterà dell’importanza di mantenere linee di comunicazione aperte per “gestire responsabilmente” le relazioni USA-Cina. Solleverà anche questioni bilaterali di interesse, questioni globali e regionali e la potenziale cooperazione su sfide transnazionali condivise, secondo una lettura del Dipartimento di Stato americano. 

Si spera che questa visita in Cina possa raggiungere alcuni obiettivi come il rilancio della prossima fase di scambi ad alto livello tra Cina e Stati Uniti. Entrambe le parti dovrebbero lavorare insieme per gestire le loro differenze, ha detto Wu. “Inoltre, le due parti dovrebbero raggiungere alcuni consensi sulla cooperazione”. 

La parte statunitense ha inviato segnali della sua volontà di fissare la relazione bilaterale nei giorni scorsi. Ad esempio, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha affermato martedì durante un’audizione della commissione della Camera che è nel migliore interesse degli Stati Uniti mantenere i legami con la Cina, affermando che “sarebbe disastroso per noi tentare di separarci dalla Cina”. 

Nonostante i segnali emergenti di un disgelo nelle relazioni bilaterali, gli Stati Uniti si sono impegnati in una serie di atti che non favoriscono la creazione di un’atmosfera positiva per possibili incontri ad alto livello, affermano gli esperti. 

“La telefonata serve da promemoria per gli Stati Uniti: non rifiuteremo la sua richiesta di visita, ma deve arrivare solo quando viene fatta con sincerità e vere intenzioni di migliorare le relazioni bilaterali”, ha detto Li. 

Tuttavia, alcuni esperti dubitano della sincerità di Washington, poiché potrebbe sperare di mantenere incontri ad alto livello con la Cina solo per rassicurare i suoi alleati o fare pressioni sulla Cina per raggiungere i propri obiettivi. 

“In una certa misura, siamo noi che giochiamo la prima carta, per assicurarci di cosa parleremo. La visita non avrà alcun significato a meno che la parte statunitense non segua i principi menzionati nei colloqui”, ha detto Li. 

Sorgente: Blinken per visitare la Cina; viaggio previsto per rilanciare la prossima fase di scambi ad alto livello: esperti – Global Times