0 3 minuti 1 anno

pulsante di condivisione facebook
pulsante di condivisione di Twitter

L’Europa continua a ricordarci che gli interessi geopolitici spesso prevalgono sull’ideologia. La politica europea è il primo esempio di come Stati e partiti politici siano disposti ad abbandonare le loro basi ideologiche per mantenere il potere, anche se per poco.

L’inconfondibile cambiamento di atteggiamento politico del primo ministro italiano Giorgia Meloni e del suo partito Fratelli d’Italia è l’ultima prova che i politici europei usano l’ideologia solo come uno strumento per arrivare al vertice. Una volta al potere, però, sono governati dalle stesse politiche neoliberiste che controllano il resto d’Europa.

Questa affermazione vale sia per la destra che per la sinistra. Ad esempio, nel 2015, l’Alleanza radicale-progressista della Grecia ha scioccato il mondo conquistando quasi la metà dei seggi in parlamento. È stata una storia di successo che ha rinvigorito la sinistra ovunque.

Per anni, Alexis Tsipras, il leader dell’ex piccolo partito di sinistra radicale Syriza, si è infuriato contro le politiche neoliberiste dell’Europa, accusandolo di gran parte della crisi finanziaria del 2008. Una volta al potere, tuttavia, l’ideologia di sinistra di Tsipras ha iniziato a cambiare, sia per scelta o sotto pressione. Alla fine del suo mandato, nel 2019, la nuova icona della sinistra europea ha contribuito a distruggere qualsiasi rinascita di sinistra in Europa, poiché l’economia greca è caduta in ostaggio di potenti governi europei e multinazionali.

Quel “pragmatismo” che ha addomesticato Syriza, trasformandolo in un altro partito politico europeo mainstream, è all’opera oggi in Italia. L’ironia è che i Fratelli d’Italia di Meloni – “Fratelli d’Italia” – hanno occupato la sede del potere a Roma dall’estrema destra politica, non dalla sinistra. Meloni è diventato primo ministro italiano nell’ottobre dello scorso anno. Il suo partito ha ottenuto la quota maggiore di seggi in parlamento, ma ha potuto governare solo attraverso una coalizione composta da partiti di estrema destra uguali o addirittura più estremi, Forza Italia di Silvio Berlusconi e Lega di Matteo Salvini.

OPINIONE: Il gas dell’Algeria contro l’ideologia di destra: l’Italia cambierà la sua posizione su Gerusalemme?

Sorgente: Neoliberalism, geopolitics and ideology: The taming of Giorgia Meloni – Middle East Monitor