0 4 minuti 1 anno

I palestinesi nei territori occupati hanno condannato la proposta del ministro della sicurezza nazionale israeliano di estrema destra di rilasciare più licenze di armi agli ebrei israeliani, ha riferito l’agenzia di stampa Safa . Gli oppositori del piano di Itamar Ben-Gvir affermano che fornisce una “giustificazione” per l’uccisione di altri palestinesi che vivono sotto la brutale occupazione militare israeliana.Secondo il piano di Ben-Gvir, chiunque abbia prestato servizio nell’esercito di occupazione israeliano potrà richiedere una licenza per portare un’arma, così come coloro che si sono offerti volontari per il servizio di pronto soccorso e coloro che hanno studiato negli insediamenti, ovvero tutti i Oltre 700.000 coloni illegali. I richiedenti le licenze saranno “esentati dal colloquio”; l’unico requisito sarà sottoporsi a un controllo sanitario e ottenere l’approvazione della polizia israeliana.”È chiaro che Ben-Gvir sta cercando di soggiogare il popolo palestinese ovunque”, ha detto Sami Abu Shehadeh, capo dell’Assemblea nazionale democratica (Balad). “Sta cercando di fare questo alla gente di questa terra attraverso la violenza”.Lui e altri hanno collegato l’annuncio del piano di Ben-Gvir agli avvertimenti di alti ufficiali della polizia israeliana sulla possibilità di una rivolta armata contro l’occupazione israeliana. “Tuttavia, questo estremista sembra essere ignorante e non sa nulla del popolo palestinese, che è determinato e diventa sempre più forte di fronte a tali sfide”.LEGGI: ​​Il funzionario di Fatah avverte del declino della popolarità del movimento Ben-Gvir ha bisogno della maggioranza dei membri della Knesset per votare a favore del suo piano. In quanto membro della coalizione di governo, ha a disposizione la maggioranza dei voti. Secondo Abu Shehadeh, ciò significa che si tratterà di un piano israeliano, non solo di un individuo.Il vice capo del ramo settentrionale del Movimento islamico in Israele, Sheikh Kamal Al-Khatib, ha affermato che la possibilità di una rivolta armata nei territori palestinesi occupati è stata “esagerata” per giustificare l’armamento di più israeliani, in particolare coloni, molti dei quali comunque già armati. “Esigere che gli ebrei in Israele portino armi e rilascino loro permessi è una giustificazione per uccidere chiunque sia palestinese”, ha detto Al-Khatib a Safa .Ha fatto i suoi commenti davanti al tribunale israeliano dove si è svolto il processo al colono che ha ucciso Diyar Omri. “Ben-Gvir vuole che ebrei e coloni israeliani prendano le armi per uccidere qualsiasi palestinese in qualsiasi momento, in qualsiasi disputa e per qualsiasi motivo. Questo è quello che è successo con il martire Omri”.Più di 150.000 ebrei nei territori palestinesi occupati possiedono una licenza per portare armi. La cifra non include la polizia di occupazione paramilitare, le guardie di frontiera e altro personale di sicurezza.Tutti gli insediamenti israeliani ei coloni che vi abitano sono illegali secondo il diritto internazionale.

Sorgente: Palestinians condemn Ben-Gvir plan to arm more Israeli Jews – Middle East Monitor