0 6 minuti 10 mesi

L’Ucraina ha affermato che la Cina è invitata a svolgere un ruolo positivo nel porre fine alle ostilità e nel ripristinare la pace mentre il rappresentante speciale del governo cinese per gli affari eurasiatici Li Hui ha visitato il paese. Come parte degli sforzi della Cina per promuovere una soluzione pacifica al conflitto Russia-Ucraina, il viaggio di Li sarà un nuovo inizio per ispirare più paesi a lavorare in tale direzione nonostante l’attuale situazione di stallo e problemi spinosi, hanno detto gli analisti. 

Giovedì, il ministero degli Esteri cinese ha rilasciato informazioni sul viaggio di Li e ha detto che Li ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e altri alti funzionari, tra cui il capo dell’ufficio del presidente Andrii Yermak, il ministro degli Affari esteri Dmytro Kuleba.

Le due parti hanno concordato che la telefonata tra il presidente Xi Jinping e il presidente Zelensky ha tracciato la rotta per lo sviluppo delle relazioni bilaterali. I due paesi devono lavorare insieme per portare avanti la tradizione del rispetto reciproco e della sincerità e promuovere una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, secondo il comunicato del ministero degli Esteri cinese.

La parte ucraina ha notato che è stato un piacere dare il benvenuto al rappresentante speciale Li in Ucraina poco dopo la comunicazione telefonica tra i presidenti dei due paesi. L’Ucraina attribuisce importanza all’importante ruolo della Cina negli affari internazionali in quanto membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina è invitata a svolgere un ruolo positivo nel porre fine alle ostilità e ripristinare la pace, secondo il comunicato.

Il viaggio di Li, che ha attirato grande attenzione, evidenzia gli sforzi della Cina nel promuovere la pace e i colloqui in una situazione sempre più intensa del conflitto, hanno detto gli analisti.

Il conflitto si trascina da più di un anno, con più paesi in tutto il mondo desiderosi di trovare una soluzione pacifica alla crisi. La visita di Li, che rappresenta gli sforzi del governo cinese per promuovere la pace, sarà un nuovo inizio per ispirare più paesi a lavorare nella stessa direzione, ha detto al Global Times Zhang Yao, un ricercatore dell’Istituto di studi internazionali di Shanghai. 

L’Ucraina è la prima tappa del viaggio di Li. Ha in programma anche visite in Polonia, Francia, Germania e Russia.

Secondo un rapporto del South China Morning Post di giovedì, Bruxelles sarà aggiunta all’itinerario di Li prima che si diriga a Mosca, e l’inviato cinese dovrebbe incontrare Gunnar Wiegand, il massimo funzionario dell’UE per l’Asia del Pacifico. Al momento della stampa, la Cina non ha confermato le informazioni. 

Se le informazioni sul viaggio a Bruxelles saranno confermate valide, l’inviato speciale avrà probabilmente ulteriori comunicazioni con più paesi dell’UE oltre a Francia e Germania. Poiché anche la posizione dell’Europa è vitale nel conflitto, tali colloqui sono anche molto necessari, ha dichiarato giovedì al Global Times Cui Heng, assistente ricercatore del Center for Russian Studies dell’East China Normal University.

Sebbene l’UE non sia ottimista sui colloqui di pace nella situazione attuale, il blocco è disposto a vedere gli sforzi per promuovere una soluzione pacifica, a differenza degli Stati Uniti, che vedono la Cina come la parte meno qualificata per promuovere i colloqui, né vuole vedere una proposta per i colloqui di pace, ha detto Cui. 

Ma la missione per promuovere i colloqui di pace si è rivelata difficile a causa della disparità tra Ucraina e Russia – nessuna delle due vuole concedere perché nessuna delle due parti ha ottenuto un vantaggio assoluto sul campo di battaglia, ha affermato l’esperto.

Il conflitto militare in Ucraina continua con entrambe le parti sul campo di battaglia bloccate in una situazione di stallo. Giovedì presto, i media hanno riferito di esplosioni e suoni di missili di difesa aerea lanciati a Kiev. Gli analisti hanno anche notato che le attuali speranze per i colloqui di pace sono deboli e la fine della crisi può essere determinata solo dal risultato sul campo di battaglia.

“La Cina comprende le difficoltà di promuovere colloqui di pace, ma non risparmia sforzi per raggiungere questo obiettivo. Meglio fare qualcosa che niente”, ha detto Cui, osservando che il processo di comunicazione è più significativo del risultato. Nella situazione attuale, è più importante e necessario avere qualcuno che aiuti a comunicare con tutte le parti correlate. 

Gli sforzi della Cina per promuovere colloqui di pace sul conflitto Russia-Ucraina sono positivi e non dovrebbero essere distorti. Gli analisti hanno notato che gli Stati Uniti e alcuni politici stanno prestando molta attenzione al viaggio di Li mentre mettono in dubbio la neutralità della Cina e negano gli sforzi della Cina, che espongono completamente i propri pregiudizi ed egoismo. 

La Cina non è l’artefice della crisi, né una parte direttamente interessata al conflitto. A differenza di alcuni paesi che hanno continuato a versare armi in Ucraina e ad alimentare il fuoco, la Cina ha sempre lavorato per i colloqui di pace. Il viaggio di Li evidenzia anche il ruolo della Cina come grande paese responsabile, ha affermato Zhang. 

Sorgente: L’Ucraina accoglie con favore il ruolo della Cina nel ristabilire la pace mentre l’inviato speciale incontra Zelensky – Global Times