0 3 minuti 1 anno

Foto – Il presidente ucraino Vladimir Zelenskiy arriva a Hiroshima, in Giappone, per partecipare al vertice dei leader del G7 il 20 maggio 2023. [Presidenza ucraina/Dispensa – Agenzia Anadolu]
pulsante di condivisione facebook
pulsante di condivisione di Twitter
pulsante di condivisione reddit
pulsante di condivisione di whatsapp
pulsante di condivisione e-mail
condividi questo pulsante di condivisione

Il gruppo di leader mondiali del G7 ha messo gli occhi sulla guerra Russia-Ucraina. Nelle ultime settimane, la speculazione è stata diffusa su una grande controffensiva ucraina, riflessa dai colloqui sulla fornitura all’Ucraina di aerei da combattimento F-16. Questo sviluppo è avvenuto dopo che i carri armati tedeschi Leopard-2 sono stati forniti anche all’esercito ucraino. L’obiettivo principale di questi passi incrementali è impedire l’avanzata della Russia. L’assenza di un chiaro vincitore in questa guerra ha posizionato gli Stati Uniti come il principale beneficiario, poiché degrada notevolmente le capacità di una grande potenza senza che Washington debba schierare truppe sul terreno.

I leader delle maggiori economie mondiali hanno creato la piattaforma del G8 negli anni ’70 per discutere le politiche economiche e coordinare i loro sforzi. Dalle preoccupazioni per la sicurezza al cambiamento climatico e alle questioni relative ai diritti umani, lo scopo del G8 si è evoluto, diventando sempre più importante per gli attori statali alle prese con questioni globali. La Russia è stata membro del G8 dal 1998 al 2014. L’annessione della Crimea da parte di Mosca e il suo coinvolgimento nel sostenere i separatisti nell’Ucraina orientale hanno portato alla sua esclusione, quindi il gruppo è diventato il G7.

LEGGI:  ​​L’Iran respinge la dichiarazione del G7 come “priva di fondamento, ingiusta”

Dopo l’espulsione della Russia, c’è stato un cambiamento significativo nelle dinamiche del gruppo. Dopotutto, l’ingerenza non democratica di Mosca in tutto il mondo è stata vista come incompatibile con i principi fondamentali promossi dai membri del G7, inclusi ideali come il rispetto del diritto internazionale, combinati con i valori democratici e la difesa dei diritti umani.

Il fatto che il Giappone abbia ospitato il vertice del G7 di quest’anno a Hiroshima ha portato molto simbolismo mentre il mondo affronta un’altra minaccia di guerra nucleare. Più di 200.000 civili sono stati uccisi quando gli Stati Uniti hanno sganciato bombe nucleari su Hiroshima e Nagasaki nell’agosto 1945. Questo rimane l’unico uso di armi nucleari in conflitto, e ha rivelato l’innegabile verità che esse creano un’inaccettabile tragedia umana; Hiroshima e Nagasaki sono incise per sempre su una pagina nera della storia umana.

Sorgente: The G7 Hiroshima Summit echoes nuclear fears – Middle East Monitor