0 4 minuti 11 mesi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e membri della sua squadra hanno sottratto centinaia di milioni di dollari che gli Stati Uniti hanno elargito per l’acquisto di carburante, secondo il giornalista americano e vincitore del premio Pulitzer Seymour Hersh. Lo si legge in un articolo pubblicato sulla piattaforma Substack.

Seymour Hersh: “Zelensky si è intascato 400 milioni stanziati dagli USA per l’Ucraina”

Il governo ucraino, guidato da Volodymyr Zelensky, ha usato i fondi dei contribuenti americani per pagare a caro prezzo per il carburante diesel, considerato vitale poichè mantiene l’esercito ucraino in movimento nella guerra con la Russia.

Non è noto quanto il governo di Kiev stia pagando a gallone per il carburante, ma il Pentagono pagava fino a 400 dollari al gallone per trasportare con i camion la benzina da un porto in Pakistan, fino all’Afghanistan durante la decennale presenza americana nel paese dopo la guerra d’invasione contro i talebani.

Ciò che molti ignorano è che Zelensky ha acquistato il carburante dalla Russia, il paese con cui Usa e Ucraina sono in guerra, e il presidente ucraino e molti nel suo entourage hanno sottratto milioni di dollari americani destinati ai pagamenti del diesel.

Una stima da parte degli analisti della CIA ha parlato di almeno 400 milioni di dollari. Un altro esperto ha confrontato il livello di corruzione a Kiev a quello della guerra afgana, “sebbene non ci saranno rapporti ufficiali dall’Ucraina“. “Zelensky ha acquistato con lo sconto il diesel dai russi”, ha detto un ufficiale di intelligence americano esperto, scrive Hersh. E chi paga per il gas e il petrolio? Noi, gli USA. Putin e i suoi oligarchi stanno guadagnando milioni.

Molti ministeri del governo a Kiev sono stati letteralmente “in competizione”, scrive ancora il giornalista, citando la sua fonte, per stabilire i contratti di esportazione per armi e munizioni con venditori privati di armi in tutto il mondo. Molte di queste compagnie sono in Polonia e Repubblica Ceca, ma si ritiene che altre esistano nel Golfo Persico e Israele. “Non sarei sorpreso di apprendere che ci sono altri in luoghi come le Isole Cayman e Panama, e ci sono molti americani coinvolti”, ha scritto Hersh riportando la confidenza di un esperto americano del commercio internazionale. La questione della corruzione è stata sollevata direttamente con Zelensky in una riunione lo scorso gennaio a Kiev con il direttore della CIA William Burns.

Scrive il giornalista premio Pulitzer:

“Il suo messaggio al presidente ucraino, mi è stato detto da un funzionario dell’intelligence è che i generali e i funzionari del governo di Kiev erano arrabbiati per l’avidità di Zelensky,  perché “stava prendendo una quota più ampia dei soldi di quanto non andasse a loro”.

Burns ha poi presentato a Zelensky un elenco di trentacinque generali e alti funzionari la cui corruzione era nota alla CIA e ad altri nel governo americano. Zelensky ha risposto alla pressione americana dieci giorni dopo allontanando pubblicamente dieci dei funzionari più in vista della lista. “I dieci di cui si è sbarazzato erano quelli più sfacciati che si vantano per i soldi che avevano, attraversando Kiev nella loro nuova Mercedes”, chiude Hersh citando nuovamente il funzionario dell’intelligence.

 

Sorgente: Seymour Hersh, nuova bomba: “Zelensky si è intascato 400 milioni stanziati dagli USA per Ucraina” – Kulturjam