0 4 minuti 12 mesi

La star di Hollywood Mark Ruffalo ha chiamato a sanzionare il nuovo governo di destra israeliano

Washington (QNN) – La famosa star di Hollywood Mark Ruffalo ha chiesto martedì di sanzionare il nuovo governo di destra israeliano e di negare i visti ai suoi funzionari per i loro appelli al “genocidio” dei palestinesi.

Martedì, Ruffalo, meglio conosciuto per aver interpretato Hulk, ha citato un articolo per The Hill su Twitter sulla denuncia da parte del Dipartimento di Stato americano delle osservazioni del ministro delle finanze israeliano Bezalel Smotrich secondo cui l’occupazione israeliana dovrebbe “spazzare via” la città palestinese di Huwwara.

“Stanno dicendo la parte tranquilla ad alta voce. È tempo di sanzionare il nuovo governo di estrema destra di Netanyahu e negare loro i visti per i loro appelli al genocidio. Questo è il motivo per cui Amnesty International lo chiama apartheid e perché è apartheid”, ha twittato la star.

 

Il 26 febbraio, le aree meridionali della città occupata di Nablus in Cisgiordania sono state attaccate dai coloni israeliani, comprese le città di Huwwara, Burin e Asira al-Qabaliyya.

Coloni israeliani, affiancati da soldati, si sono scatenati nelle città della zona in attacchi di vendetta dopo che due coloni israeliani sono stati uccisi, bruciando e attaccando per ore case e proprietà palestinesi.

Almeno un palestinese è stato ucciso e circa 400 feriti negli attacchi, hanno detto funzionari sanitari palestinesi. Sameh Hamdullah Aktech, 37 anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nella città di Za’tara vicino a Nablus. La Palestine Red Crescent Society (PRCS) ha affermato che il suo staff ha curato qualcuno per ferite da taglio e almeno altri due hanno riportato ferite alla testa.

Case, negozi, veicoli e terreni agricoli sono stati dati alle fiamme dai coloni che vagavano per le strade di diverse città palestinesi, principalmente vicino a Nablus.

Il PRCS ha affermato che almeno 35 case sono state completamente bruciate e altre 40 sono state parzialmente danneggiate. Più di 100 auto sono state bruciate o distrutte, ha aggiunto.

Quel giorno, i coloni hanno commesso circa 300 violazioni contro i palestinesi e le loro proprietà nelle città di Huwwara, Burin e Asira al-Qabaliyya, ha detto Ghassan Daghlas, che monitora le attività degli insediamenti nel nord della Cisgiordania.

Prima e dopo gli attacchi, diversi politici israeliani sembravano incoraggiare o sostenere le azioni dei coloni.

A Smotrich, che è anche responsabile dell’amministrazione civile della Cisgiordania, è piaciuto un tweet che invitava i politici israeliani a non mostrare pietà e che “il villaggio di Huwwara dovrebbe essere cancellato oggi”.

Il tweet di David Ben Zion, vice capo del Consiglio di Samaria che governa gli insediamenti illegali nel nord della Cisgiordania, è stato poi cancellato.

Sorgente: Mark Ruffalo: è ora di sanzionare il nuovo governo israeliano di destra di Netanyahu – Quds News Network