0 2 minuti 1 anno

(Alessandro Di Battista) – Nel luglio del 2010, dopo la pubblicazione da parte di WikiLeaks dei cosiddetti “afghan war logs”, i registri militari segreti sull’ignobile guerra in Afghanistan (una guerra per molti aspetti simile a quella in Ucraina), la rivista tedesca Der Spiegel intervistò Julian Assange. Leggete attentamente questa domanda e la risposta di Julian.«Lei avrebbe potuto creare un’azienda nella Silicon Valley e vivere a Palo Alto in una casa con piscina. Perché invece ha deciso di dedicarsi alla creazione di WikiLeaks?»«Si vive solo una volta e quindi abbiamo il dovere di far un buon uso del tempo a disposizione e di impiegarlo per compiere qualcosa di significativo e soddisfacente. Questo è qualcosa che io considero significativo e soddisfacente. E’ la mia natura: mi piace creare sistemi su larga scala, mi piace aiutare le persone più vulnerabili e mi piace fare a pezzi i bastardi. E quindi è un lavoro che mi fa sentire bene».I cosiddetti paesi democratici e soprattutto la codardia del 90% dei giornalisti occidentali stanno uccidendo un uomo così. #FreeAssange

Sorgente: Alessandro Di Battista: “Stanno uccidendo Julian Assange” – infosannio – notizie online


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.