0 3 minuti 2 anni

Lunedì, le autorità israeliane hanno demolito il villaggio beduino di Al-Arakib nel Negev per la 207a volta dal 2010.

Molti veicoli militari e auto della polizia hanno circondato e invaso il villaggio, costringendo le famiglie a lasciare le tende e i capannoni prima di demolire il villaggio per la 207a volta .

Il 7 settembre , il villaggio è stato distrutto per la 206a volta dal 2010 dopo che Israele ha deciso di non riconoscerlo.

La demolizione odierna della comunità beduina è l’undicesima solo quest’anno, mentre l’anno scorso il villaggio è stato demolito 14 volte.

I palestinesi continuano a ricostruire la loro comunità, determinati a rimanere nelle loro terre, nonostante le continue violazioni israeliane.

Al-Araqib  è un villaggio palestinese situato a nord della città di Beersheba nel deserto del Negev (Palestina meridionale). Fu fondato per la prima volta durante il dominio ottomano.

È uno dei 51 villaggi arabi nel Negev che il governo israeliano non riconosce, sebbene siano precedenti a Israele.

Le autorità di occupazione hanno lavorato dal 1951 per espellere i suoi residenti dal controllo delle loro terre attraverso estese demolizioni di case e vaste terre equivalenti a due terzi della Palestina storica.

I bulldozer israeliani hanno demolito il villaggio il 27 luglio 2010; Le truppe israeliane hanno demolito tutte le sue case e spostato centinaia di residenti con il pretesto di costruire senza permesso.

Gli abitanti del villaggio lo ricostruirono ancora, per essere demolito, ancora e ancora.

La fermezza di Al-Araqib divenne un simbolo della battaglia di volontà condotta dai palestinesi dell’interno occupato, specialmente nel Negev, per sopravvivere e preservare la terra e l’identità dalle politiche di ebraizzazione.

Nel deserto del Negev vivono circa 240.000 palestinesi, metà dei quali vive in villaggi e campi beduini, alcuni dei quali esistono da centinaia di anni.

Le autorità di occupazione israeliane non riconoscono la loro proprietà delle terre di questi villaggi e comunità, si rifiutano di fornire loro servizi di base come acqua ed elettricità e cercano con tutti i mezzi e metodi di spingere gli arabi palestinesi alla disperazione e alla frustrazione per sradicare e sfollare loro.

L’articolo 17 della Dichiarazione universale dei diritti umani delle Nazioni Unite afferma nella sezione 1: Ognuno ha il diritto di possedere proprietà da solo così come in associazione con altri, e nella sezione 2: Nessuno può essere arbitrariamente privato della sua proprietà.

Sorgente: Israel Demolishes Al-Arakib For 207 Time – – IMEMC News


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.