0 2 minuti 1 anno

Il Fondo Monetario Internazionale boccia senza appello il piano di riduzione delle tasse per i più ricchi annunciato dal governo britannico di Liz Truss venerdì scorso. Un piano che ha causato un crollo della sterlina e che, a detta dell’istituto di Washington, rischia di alimentare ulteriormente l’inflazione, che nel Regno Unito è all’8,6%. Nella sua dichiarazione, l’Fmi dice di “non raccomandare ampi pacchetti di stimolo fiscale in questa congiuntura, poiché è importante che le politiche di bilancio non agiscano in contrasto con la politica monetaria”.Le banche centrali di tutto il mondo, inclusa la Bank of England, stanno da mesi aumentando i tassi di interesse per “raffreddare” l’inflazione e fare in modo che i prezzi scendano: indebitarsi per far crescere l’economia va esattamente nella direzione opposta. A novembre “la presentazione del budget annuale sarà un’opportunità per il governo britannico di trovare altri modi per per garantire un supporto all’economia più mirato e per riconsiderare le misure fiscali annunciate, soprattutto quelle di cui beneficiano i contribuenti con redditi alti” continua il Fondo Monetario Internazionale, mettendo infine in evidenza che le misure fiscali annunciate da Londra rischiano di aumentare le disuguaglianze. Da qui il consiglio di ritirare le riforme.

Sorgente: Uk, Fmi e Moody’s bocciano le riforme di Truss | WSI