0 2 minuti 2 anni

Che cosa sta accadendo nelle regioni del Donbass, Kherson e Zaporizhzhia che voteranno fino a domani per l’adesione alla Federazione russa? E’ vero quello che scrive Repubblica e Open che testuale “soldati russi stanno puntando le pistole contro la popolazione per votare”? Quali sono le condizioni di vita in quelle città bombardate da otto anni dal regime di Kiev? Le armi italiane inviate sono parte integrante dell’escalation dai contorni apocalittici?Come l’AntiDiplomatico abbiamo rivolto queste domande al giornalista freelance Eliseo Bertolasi, che si trova in questo momento a Donetsk. Città dalla quale può offrire una testimonianza diretta del passaggio storico in corso in Donbass, in guerra da otto anni contro la giunta di estrema destra insediatasi a Kiev dopo il golpe del 2014.

“A chi approva nel nostro paese l’invio di armi a Kiev dico ‘venite qui’: come si può vivere in queste condizioni? Le armi vengono usate contro la popolazione”, sottolinea Bertolasi.

Sorgente: Testimonianza esclusiva da Donetsk. “Ai colleghi che diffondono fake dico: ‘Fate come me. Venite qui” – L’Intervista de l’AntiDiplomatico – L’Antidiplomatico