0 7 minuti 2 anni

• Il presidente russo Vladimir Putin ha accusato l’Occidente di cercare di cancellare la ricca cultura musicale e letteraria russa, nello stesso modo in cui ha affermato di aver cancellato l’  autore di Harry Potter  JK Rowling. “Non molto tempo fa, anche la scrittrice per bambini JK Rowling è stata cancellata perché… non piaceva ai fan delle cosiddette libertà di genere”, ha detto Putin in un incontro trasmesso dalla televisione di stato.

• I leader dell’UE si sono ritirati dall’imporre un embargo immediato sulle importazioni russe di greggio e prodotti petroliferi poiché l’impraticabilità della politica è diventata chiara.

• La Russia ha dichiarato venerdì che la prima fase della sua operazione militare è stata per lo più completata e che si concentrerà sulla “liberazione” completa della regione separatista ucraina del Donbas orientale.

• Le autorità ucraine hanno dichiarato venerdì che le forze russe avevano effettivamente circondato la città settentrionale di Chernihiv e stavano bombardando aree in cui i residenti erano bloccati senza elettricità, riscaldamento e acqua.

• Il presidente cinese Xi Jinping ha avuto una telefonata venerdì con il primo ministro britannico Boris Johnson. I due leader hanno discusso della situazione in Ucraina. Il presidente Xi ha chiarito la posizione di principio della Cina, sottolineando che la comunità internazionale dovrebbe incoraggiare la pace e promuovere i colloqui, creare le condizioni per una soluzione politica della questione ucraina e promuovere un rapido ritorno alla pace in Ucraina. Ha anche affermato che la Cina è disposta a continuare a svolgere un ruolo costruttivo in questo senso.

• Funzionari ucraini nella strategica città portuale di Mariupol hanno affermato venerdì che circa 300 persone potrebbero essere morte durante lo sciopero russo della scorsa settimana in un teatro dove centinaia di persone si stavano rifugiando.

• La Russia venerdì ha dichiarato di non aver “mai” violato la legislazione internazionale dopo che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato Mosca di utilizzare bombe al fosforo nel suo paese.

• Le azioni russe sono scese venerdì in una seconda sessione volatile di scambi dopo una sospensione di quasi un mese, con perdite guidate dalla compagnia aerea Aeroflot, che ha perso più di un quarto del suo valore in due giorni. Ma il rublo ha mantenuto i recenti guadagni, tenendosi vicino a 97 rispetto al dollaro USA.

• Le azioni europee sono scese per la terza sessione consecutiva venerdì e avrebbero dovuto concludere la settimana in ribasso, poiché il continuo conflitto Russia-Ucraina ha mantenuto gli investitori cauti in vista del fine settimana.

• Gli attacchi russi hanno ucciso quattro civili e ferito molti altri venerdì, mentre prendevano di mira una struttura medica nel distretto di Osnovyansky, la seconda città ucraina di Kharkiv, venerdì, hanno detto funzionari ucraini. 

• Il ministero degli Esteri francese ha dichiarato venerdì di aver convocato l’ambasciatore russo per protestare contro i tweet “inaccettabili” emessi dall’ambasciata a Parigi che mostravano vignette grezze che ritraevano l’Europa e gli Stati Uniti.

• La Russia ha dichiarato venerdì di aver distrutto il più grande deposito di carburante militare rimasto in Ucraina, attaccandolo con i missili da crociera Kalibr. Il ministero ha affermato che la struttura riforniva le truppe nella parte centrale del paese. 

• La Russia ha accusato la Polonia, membro della NATO, di aver intrapreso una “pericolosa escalation” delle tensioni tra Mosca e l’Occidente dopo che Varsavia ha espulso 45 diplomatici russi per presunto spionaggio. 

• L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha espresso “preoccupazione” dopo che l’Ucraina ha avvertito del bombardamento russo della città dove vive il personale che lavora al sito nucleare di Chernobyl.

• Il presidente della Turchia Tayyip Erdogan ha confermato che la posizione del suo Paese sull’acquisizione dei sistemi di difesa missilistici russi S-400 è invariata e la questione è un “accordo fatto”.

• L’operatore ferroviario nazionale finlandese sospenderà i servizi tra Helsinki e San Pietroburgo in Russia lunedì, chiudendo una delle ultime rotte di trasporto pubblico verso l’Unione Europea per i russi. 

Le autorità hanno affermato che circa 300 civili potrebbero essere morti in un attacco aereo russo contro un teatro trasformato in rifugio antiatomico a Mariupol la scorsa settimana, in quello che sarebbe stato l’attacco più mortale del conflitto. /Pavlokyrylenko Donoda/Telegram/AFP

IN DETTAGLIO

Singolo attacco mortale

Funzionari locali, citando testimonianze, hanno affermato venerdì di stimare che 300 persone siano state uccise nell’attentato a un teatro nella città assediata di Mariupol, nel sud dell’Ucraina, il 16 marzo.

Il consiglio comunale non aveva precedentemente fornito un pedaggio e ha chiarito che non era possibile determinare una cifra esatta dopo l’incidente, in cui affermava che un attacco aereo russo ha colpito il teatro dove si erano rifugiate centinaia di persone.

Il governo ucraino ha precedentemente affermato che era impossibile dire quanti siano stati uccisi perché Mariupol è nel caos e sotto il bombardamento quasi costante delle forze russe.

La Russia ha negato di aver bombardato il teatro. Il Cremlino afferma che le forze russe non hanno preso di mira i civili dopo l’inizio del conflitto il 24 febbraio.

Gli ucraini continuano a fuggire in Polonia mentre l’azione militare russa continua. /Angelos Tzortzinis/AFP

“Una campagna di massa per distruggere”

Il presidente russo Vladimir Putin venerdì ha indicato la “discriminazione” contro la cultura russa nei paesi occidentali, paragonandola ai sostenitori nazisti che bruciavano libri negli anni ’30.

“L’ultima volta che una tale campagna di massa per distruggere la letteratura indesiderata è stata condotta dai nazisti in Germania quasi 90 anni fa”, ha detto Putin durante un incontro televisivo con personalità della cultura russa. 

Lo stesso giorno, il suo ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha paragonato le tattiche dell’Europa a quelle della Germania nazista, dicendo che il blocco ha “dichiarato una vera guerra ibrida”.

Putin ha anche denunciato la “guerra lampo” economica dell’Occidente e ha paragonato le sanzioni imposte all’operazione militare di Mosca in Ucraina ai “pogrom antisemiti compiuti dai nazisti”. 

Allo stesso tempo, Putin afferma che la Russia sta affrontando la minaccia di essere sradicata dalla NATO, che dalla fine della Guerra Fredda si sta gradualmente espandendo verso est verso i confini della Russia.

Fonte/i: AFP, Reuters

Sorgente: Conflitto in Ucraina – giorno 30: Putin accusa l’Occidente di ‘cancellare la cultura’ – CGTN