Glasgow: deforestazione, criminalità e incentivi | elespectador.com

Glasgow: deforestazione, criminalità e incentivi | elespectador.com
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Ci sono due estremi: l’investitore che disbosca per appropriarsi della terra e speculare sulla proprietà, e quello che disbosca per guadagnarsi da vivere. Secondo la Legge sui crimini ambientali , la deforestazione nella riserva amazzonica è un crimine che colpisce i colombiani e l’intera umanità, in accordo con quanto espresso e concordato alla COP26 . L’investitore che assume e paga per disboscare è un criminale, e il governo, locale o nazionale, è un complice che crea le condizioni che favoriscono l’esecuzione del crimine.A sua volta, per il lavoratore è complesso e grave accettare un contratto di lavoro il cui scopo è commettere un reato. La mancanza di opportunità e di lavoro ti scusa? Il diritto al lavoro ti esonera dallo status penale? L’ignoranza o l’ignoranza della legge lo giustificano? Chi accetta un contratto per commettere il reato è anche un criminale? In linea di principio, la legge condanna tutti gli attori coinvolti in un reato. Il dilemma è: quali opzioni creare per impedire a coloro che sono spinti dalla mancanza di opportunità di cercare o accettare una ricompensa per la deforestazione?

Sorgente: Glasgow: deforestazione, criminalità e incentivi | LO SPETTATORE

Spread the love
seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
ken sharo

ken sharo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: