0 3 minuti 3 anni

Il tribunale militare israeliano di Ofer ha deciso oggi di rilasciare Anjhar Al-Deek incinta di nove mesi, emettendo una cauzione di 40.000 shekel (12.500 dollari) e rilasciandola agli arresti domiciliari, ha detto oggi l’Autorità per gli affari dei prigionieri e degli ex prigionieri.Il venticinquenne Al-Deek viene dalla città di Kafr Ni’ma a ovest di Ramallah ed è stato imprigionato per cinque mesi con l’accusa di aver tentato di eseguire un attacco con accoltellamento vicino a un avamposto di insediamento illegale, tuttavia nessun verdetto è stato ancora emesso emesso contro di lei ancora.Mentre la sua data di scadenza si avvicina, una campagna online che chiede il suo rilascio ha preso piede, con una  lettera che  ha inviato alla sua famiglia che si aggiunge alle suppliche per il suo rilascio.”Cosa devo fare se parto lontano da te? Sono legata, come posso partorire con taglio cesareo quando sono sola in carcere?” Anhar ha scritto nella sua lettera alla sua famiglia, aggiungendo: “Sono esausta e ho avuto forti dolori al bacino e forti dolori alle gambe a causa del sonno sui letti della prigione. Non so come voglio dormire dopo la mia operazione di consegna.”Ad Anhar è stata diagnosticata una depressione in detenzione e richiede un trattamento specializzato.Ci sono circa 4.850 detenuti palestinesi nelle carceri israeliane, tra cui 41 donne, 225 bambini e 540 detenuti amministrativi – detenuti senza accusa o processo, secondo le istituzioni interessate agli affari dei prigionieri. LEGGI: Israele estende il divieto di viaggio per l’attivista palestineseCategorieIsraeleMedio OrienteNotiziaPalestina14 commentiSe non diversamente indicato nell’articolo precedente, questo lavoro di Middle East Monitor è concesso in licenza con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale . Se le immagini portano il nostro credito, questa licenza si applica anche a loro. Che cosa significa? Per altre autorizzazioni, contattaci .Hai notato un errore in questa pagina? Facci sapereImparentato

Sorgente: ROTTURA: Sotto pressione, Israele accetta di liberare la madre palestinese incinta – Middle East Monitor


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli via e-mail.