il manifesto del 27.09.2020 – il manifesto

il manifesto del 27.09.2020 – il manifesto

27 Settembre 2020 0 Di Luna Rossa

Sotto la pioggia romana insieme al movimento «Priorità alla scuola». In piazza del Popolo genitori, docenti e sindacati denunciano i ritardi del governo sulla riapertura dell’anno scolastico: «Un disastro annunciato». Ma per Conte la «ripartenza è avvenuta con ordine»

Scuola

«La scuola ha riaperto dimezzata, colpito il diritto allo studio»

Roberto Ciccarelli

Sotto la pioggia a Roma un’ampia alleanza sociale di genitori, docenti, studenti e sindacati raccolta dal movimento “Priorità alla scuola” ha criticato l’impreparazione del governo: «Un disastro annunciato». La proposta: più spazi e fondi all’istruzione dal Recovery Fund (20 miliardi e 1% del Pil). E basta con le «classi pollaio» e la precarietà dei docenti e del personale Ata. Ora è il momento per ripensare didattica e saperi

Lavoro

Assistenti educativi, il fanalino di coda

Luca Pakarov

Il servizio, esternalizzato, è gestito dagli enti locali, ma la responsabilità civile e penale è delle cooperative sociali. Sono circa 55mila gli operatori che lavorano fianco a fianco agli insegnanti di sostegno per supportare i disabili. Pagati praticamente a cottimo, in una condizione di totale precarietà

Europa

Lieve aumento della curva epidemica. Campania più colpita

Luca Tancredi Barone

1.869 i nuovi casi del bollettino di ieri, una cinquantina in meno rispetto al giorno prima, ma sono anche stati fatti meno tamponi, che si mantengono comunque al di sopra dei 100mila al giorno: circa 104mila contro i 107mila di venerdì. In aumento il numero delle vittime, sono 17

La «signora» della sinistra non arresa

Mario Isnenghi

Formalmente giornalista. Ma molto di più, scrittrice, saggista, dirigente politico. Direttrice che orienta, tiene insieme, indirizza la tumultuosa e plurale redazione de il manifesto. Prima donna giunta a dirigere un quotidiano

Non è perduta e ci aiuta a non perderci

Raniero La Valle

E si può essere rivoluzionari anche per venti anni «per professione», ma non si può essere rivoluzionari tutta la vita se non per amore.

Il saluto a Virginio Bettini

Redazione

Nato a Nova Milanese nel 1942. Ha collaborato con Barry Commoner e con lui pubblicò a doppia firma “Ecologia e lotte sociali” nel 1976. Insieme andarono in Vietnam per denunciare i disastri causati dalla diossina lanciata dagli USA nella guerra chimica. È stato europarlamentare verde.

Lockdown e violenza sulle donne

Sarantis Thanopulos, Nina di Maio

Del binomio lockdown – violenza sulle donne. E della solitudine delle donne in questo momento di pandemia

L’Ultima

Le matrioske di Navalny

Yurii Colomno

Ritratto con molte ombre del politico anti-Putin che qualcuno in Europa considera da Nobel. E che a ben vedere incarna una sorta di versione giovanile, dura e pura, dello stesso leader russo

Mario Torelli marxista malinconico

Maurizio Harari

Formatosi con Pallottino e Bianchi Bandinelli, Mario Torelli fece dell’etruscologia il centro di una ricerca poi allargata a tutto il mondo antico. Aderì al marxismo più come filosofia (e sentimento) che come pratica politica

Frits Lugt e gli occhi cartografici di Rembrandt

Marco M. Mascolo

La sua sorte fu segnata, a 14 anni, dalla mostra rembrandtiana del 1898. Sommo, singolare conoscitore, ricostruì con empatica precisione i sentieri del pittore nella sua città natale

Martino V torna a Roma: devastazione

di Alvar González-Palacios

Il 28 settembre 1420 il papa (Oddone Colonna, membro di una delle più antiche famiglie romane) sanciva, rientrando in città, la fine dello Scisma d’Occidente. Ruderi inghiottiti, indigenza, saccheggi: questo ciò che vide secondo la descrizione di Ludwig von Pastor…

Ida Vitale, transumanza di parole in versi

Stefano Tedeschi

Ancorata a parole-chiave ricorrenti come un basso continuo, la poesia di Ida Vitale viene raccolta per la prima volta in Italia: «Pellegrino in ascolto», Bompiani

Sorgente: il manifesto del 27.09.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •