Amnesty al G20: cancellare il debito dei paesi più poveri per aiutare la risposta al Covid-19 | Le persone e la dignità

Amnesty al G20: cancellare il debito dei paesi più poveri per aiutare la risposta al Covid-19 | Le persone e la dignità

17 Luglio 2020 0 Di Luna Rossa

Cancellare i debiti dei paesi più poveri per almeno i prossimi due anni per aiutarli a rispondere alla pandemia da Covid-19: è questa una delle richieste che Amnesty International ha rivolto ai ministri delle Finanze degli stati del G20, che si riuniscono virtualmente nei prossimi due giorni.

In caso contrario, da qui al 2021 i 77 paesi più poveri dovrebbero spendere circa 85 miliardi di dollari in restituzione di un debito che, per il 40 per cento è stato contratto con paesi ricchi.

Ad aprile, il G20 si era impegnato a sospendere per tutto l’anno in corso il pagamento di 12 miliardi di quel debito: sospendere ma non annullare, e dunque altri interessi da aggiungere in un pagamento solo differito nel futuro.

Sono ben 64, secondo la Jubilee Debt Campaign, i paesi che spendono più in pagamento del debito che in salute pubblica.

Nel contesto dell’attuale pandemia da Covid-19, annullare quei debiti pare la decisione più responsabile e solidale.

(La foto di apertura è della Jubilee Debt Campaign)

Sorgente: Amnesty al G20: cancellare il debito dei paesi più poveri per aiutare la risposta al Covid-19 | Le persone e la dignità

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •