0 1 minuto 4 anni

Così molti centri privati accettano di nascondere i risultati. E i rischi crescono

Fingere di avere problemi di lavoro non è sempre necessario. Il metodo del test sottobanco è già collaudato e le infermiere capiscono al volo qual è la richiesta di chi chiama: «Se preferisce che non informiamo la Asl basta non firmare il consenso alla segnalazione prima del prelievo. E comunque noi preferiamo inviare direttamente al paziente il referto. Poi sta a lei decidere». Le regole cambiano ovunque, ma trovare i laboratori compiacenti non è…

continua a leggere cliccando il link sotto riportato

Sorgente: L’inganno dei sierologici: “Se il test è positivo non segnaliamo alle Asl” – La Stampa – Ultime notizie di cronaca e news dall’Italia e dal mondo