Terremoto al Mugello, scosse avvertite a Firenze e Pistoia: si ferma l’alta velocità | corriere.it

9 Dicembre 2019 0 Di Luna Rossa

Terremoto al Mugello,  scosse avvertite a Firenze e Pistoia: si ferma l'alta velocità

La più forte, di magnitudo 4,5, è stato registrata a Scarperia e San Piero, in provincia di Firenze, nel Mugello. L’ipocentro è stato localizzato a una profondità di 9 km

Una serie di scosse di terremoto sono state registrate nella notte nel Mugello, in provincia di Firenze. La più forte, di magnitudo 4.5, alle ore 4.37, avvertita in maniera nitida a Firenze e Pistoia. L’epicentro è stato localizzato a Scarperia e San Piero. L’ipocentro è a una profondità di 9 km. In precedenza si erano registrate altre numerose scosse di intensità minore, con magnitudo intorno a 3.

Tanti quelli che si sono sistemati in auto, visto che sta piovendo. Dai vigili del fuoco si spiega che sono in corso verifiche dopo alcune richieste di sopralluogo per caduta di calcinacci. In una nota la Protezione civile della Città metropolitana di Firenze spiega che «sta monitorando la situazione. Nel frattempo l’Unione dei Comuni del Mugello ha aperto la Sala intercomunale di protezione civile a Borgo. Vi sarebbero danni ad edifici a Scarperia San Piero e a Barberino». Dalle 4.35 il traffico ferroviario sulle linee dell’Alta Velocità Bologna – Firenze, Bologna – Prato convenzionale, Prato – Pistoia, Porretta Terme – Pistoia, Firenze – Empoli, Firenze – Faenza, Firenze – Arezzo convenzionale e sulla direttissima Firenze – Roma fra Firenze e Valdarno è sospeso, in via precauzionale, per consentire la verifica dello stato dell’infrastruttura, spiega Rfi.

Terremoto al Mugello,  scosse avvertite a Firenze e Pistoia: si ferma l’alta velocità

«Molto spavento, la gente è scesa in strada, la scossa di magnitudo 4.5 ha fatto davvero paura», spiega il sindaco di Scarperia San Piero (Firenze), Federico Ignesti che aggiunge: «Per ora le informazioni ricevute dai primi sopralluoghi fatte dai carabinieri sembrano non rilevare nessun danno, anche a me non sono arrivate segnalazioni in merito. Aspettiamo anche la luce del giorno per un riscontro più puntuale. Intanto – conclude – è stato attivato il Centro operativo intercomunale di Protezione Civile».

Il Comune di Borgo San Lorenzo ha deciso che oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido. Scuole chiuse anche a Barberino del Mugello e a Vicchio in seguito alle scosse di terremoto in Mugello, in provincia di Firenze. Intanto Filippo Carla’ Campa, sindaco di Vicchio, altro Comune del Mugello, in un post su Facebook rende noto che è stato aperto il centro operativo comunale presso il nuovo campo sportivo, invitando la popolazione a scrivere o telefonare al 3296503000 per qualsiasi comunicazione. «La scossa è stata abbastanza lunga, soprattutto la prima, sono caduti oggetti in un supermercato ma non abbiamo al momento verificato danni a persone o cose. Le notizie arrivano però in modo frammentario», scrive il sindaco su Facebook, ricordando che proprio quest’anno ricorre il centesimo anniversario del terremoto che nel 1019 distrusse il Mugello. Diversi gli attestati di solidarietà dei politici di origine toscana su Facebook, dal presidente del Parlamento Ue Sassoli al leader di Italia Viva Renzi all’ex sottosegretario Gabriele Toccafondi.

Sorgente: corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •