Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 02.10.2019 e i primi articoli online

Furono 368 i migranti annegati il 3 ottobre 2013 davanti Lampedusa, una tragedia che era riuscita a cambiare le politiche europee sui soccorsi in mare. È durata poco: porti chiusi, norme repressive e rimpalli di responsabilità tra i paesi dell’Ue hanno sgretolato i buoni propositi

COMMENTI

Dopo l’inganno di Malta l’Europa al bivio

Ignazio Masulli

A questo punto l’Unione europea si trova davanti ad un bivio. Da un lato, può continuare a conformarsi alle politiche di chiusura e respingimento finora prevalse. Dall’altro, potrebbe invertire la rotta, promuovendo politiche di accoglienza ben programmate e tali da consentire un inserimento positivo dei migranti, vantaggioso per tutti

Taglio dei parlamentari senza paracadute

Andrea Fabozzi

Veloce via libera in commissione alla camera al provvedimento simbolo dei 5 Stelle, per la prima volta Pd e Leu votano a favore. Ma possono solo insistere sulle “garanzie” di contorno, chiedendo un vertice ai 5 Stelle. Mentre si lavora agli emendamenti da presentare a un disegno di legge al senato, Di Maio torna a insistere sul vincolo di mandato

LAVORO

Riders, la lotta contro il cottimo digitale è arrivata in parlamento

Roberto Ciccarelli

Al Senato le audizioni sul decreto per i ciclofattorini, è scontro con le piattaforme. In un convegno a Bologna a fine settembre la ministra del lavoro Nunzia Catalfo ha detto che è necessario «riconoscere le tutele della subordinazione» dei ciclofattorini che operano nell’economia delle consegne a domicilio

Marco Grimaldi (LeU-Verdi): «Per i riders ora è il tempo di tutele e diritti condivisi»

Mauro Ravarino

Parla il consigliere regionale della sinistra piemontese promotore della legge sull’attività dei ciclofattorini: “La legge regionale da noi proposta in Piemonte ha ispirato quelle di altre regioni. E nel frattempo la California ha riconosciuto le garanzie alla forza lavoro con l’algoritmo. La ministra del lavoro Nunzia Catalfo ha detto che chiederà ai presidenti di Commissione di ascoltarci sul nostro t”

Lorenzo Righi (Riders Union Bologna): «Uscire dall’Ottocento, la dignità dei riders va riconosciuta»

Roberto Ciccarelli

Parla il sindacato sociale tra i protagonisti della nuova stagione della lotta per i diritti nell’economia digitale in Italia: “Dal governo aspettiamo un chiarimento definitivo sulla qualifica del rapporto di lavoro subordinato dei riders, l’abolizione del ranking, l’abolizione del cottimo come metodo di pagamento iper-lavorista che non riconosce la dignità dei ciclofattorini”

BRASILE

Lula presto libero, ma ora è lui a dettare le condizioni

Claudia Fanti

Il «come» viene prima del «quando». L’ex presidente avrebbe maturato il diritto al regime di semilibertà, ma non vuole che sia firmato dai giudici, ormai completamente screditati, che lo hanno incastrato. «Uscirò da qui solo quando sarò riconosciuto innocente al 100%»

COMMENTI

Hong Kong deve prendere congedo dal suo passato

Alberto Bradanini

Per 156 anni la popolazione di Hong Kong ha ignorato la Cina, pur essendone una costola. Il suo sguardo era volto verso l’Occidente, mai verso Nord, la Cina continentale. È venuto il tempo di prendere congedo dal passato, di lavorare a un’integrazione mutuamente vantaggiosa, levigando gli aspetti critici

COMMENTI

Le ombre scure sul primo impeachment al tempo dei social

Luca Celada

Istruire il processo a Trump è la cosa giusta da fare. Ma è anche la più pericolosa, perché i tempi del Watergate sono lontani anni luce: presidente ed elettorato duettano sui social sfidando volutamente le regole della Costituzione, della democrazia e del diritto

La possibilità dell’impossibile

Equipaggi di terra

La situazione in Libia non può essere derubricata fino a che non si apriranno canali di ingresso tutelati per chi continua a subire torture e violenze

ITALIA

Un anno vissuto pericolosamente

Giansandro Merli

Nei primi dodici mesi di attività, Mediterranea ha collezionato accuse, denunce e sequestri, ma anche tanta solidarietà e un sostegno diffuso e trasversale

CULTURA

La forza trasformativa della vulnerabilità contro il neoliberismo

Alessandra Pigliaru

Un’intervista con la monaca femminista oggi al Macro di Roma con la lectio «Che cos’è la teologia queer?». «Solo attraverso la fiducia nell’altro posso essere libera, anche politicamente. Con la paura no». «Sono per la depenalizzazione dell’aborto e a favore dei matrimoni tra persone dello stesso sesso»

Comune di Parigi, la matrice per un’Europa diversa

Alessandro Guerra

Un’intensa e appassionata riflessione di Luciano Curreri, per Quodlibet, su quella esperienza rivoluzionaria alla luce della Comunità europea di oggi. Con lo sguardo rivolto a un’esistenza alternativa organizzata

David Lagercrantz: «Nel mio Millenium Lisbeth combatte fake news e razzisti»

Guido Caldiron

Parla lo scrittore che sarà stasera al Zacapa Noir Festival di Milano. Con l’uscita per Marsilio, di “La ragazza che doveva morire”, terzo e conclusivo capitolo del suo lavoro di rielaborazione della celebre saga noir scandinava il 57enne autore svedese può tirare le fila di questa imponente operazione narrativa; dei sei romanzi di Millenium si sono vendute complessivamente decine di milioni di copie in tutto il mondo

VISIONI

Addio Jessye Norman, una diva all’opera

Andrea Penna

Morta a 74 anni la celebre soprano americana dalla tecnica impressionante, premiata con quattro Grammy. Una carriera eclettica, tra lirica e lieder, diretta fra gli altri da Mehta, Osawa, Abbado, Maazel

Gli appunti sonori di Devendra Banhart

Stefano Crippa

Pubblicato il quarto lavoro «Ma» del cantautore americano ma cresciuto in Venezuela. Melodie sospese su testi che evocano maternità e morte

John Coltrane tra free e scansioni latine

Luigi Onori

Escono le incisioni inedite del 1964 in quartetto con McCoy Tyner, Jimmy Garrison, Elvin Jones. Le registrazioni di «Blue World» erano finalizzate originariamente ad una colonna sonora

È proprio l’ora dei ragazzi, italiani e stranieri

Filippo Barbera

Con i giovani oggi in minoranza dal punto di vista degli equilibri demografici, la demografia ci suggerisce che il limite a 18 anni è anacronistico. Uno shock socio-culturale, quello del voto ai sedicenni, che dovrebbe essere ulteriormente rinforzato dal diritto alla cittadinanza italiana degli stranieri, applicando le regole più adatte al caso italiano

RUBRICHE

Droghe, è tempo di valutare le politiche

Susanna Ronconi

Dal totale fallimento dell’approccio determinato dalle Convenzioni internazionali nel gestire e governare il fenomeno alla sparizione di queste evidenze in fase di rilancio della strategia Onu, un convegno a Roma per fare il punto

Sorgente: il manifesto del 02.10.2019 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing