Operazione Digos contro gli anarchici per la guerriglia del 9 febbraio a Torino – La Stampa

20 Settembre 2019 0 Di Luna Rossa

In corso di esecuzione 14 misure cautelari per lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento

Lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e imbrattamento. Sono i reati contestati nelle misure cautelari, in tutto 14, che la Digos di Torino sta eseguendo con una vasta operazione in tutta Italia contro attivisti anarchici per gli episodi di violenza verificatisi lo scorso 9 febbraio scorso in città.

Sono accusati di aver partecipato alla guerriglia urbana scatenata nel centro di Torino durante il corteo di protesta indetto contro lo sgombero dell’Asilo, lo storico centro sociale di via Alessandria occupato da anni dagli attivisti dell’ala anarco-insurrezionalista. Centinaia di anarchici si erano dati appuntamento in piazza Castello trasformando la manifestazione in un assedio alla città: scontri con le forze dell’ordine, lancio di bombe carta, muri imbrattati, cassonetti in fiamme, mezzi pubblici danneggiati. La Digos in quella occasione aveva arrestato 11 manifestanti. Al corteo, oltre agli attivisti torinesi, avevano partecipato molti rappresentanti dei gruppi anarchici di Ivrea, Rovereto, Pinerolo, Trento, Milano.

Per gli episodi accaduti il 9 febbraio la Digos aveva identificato 50 manifestanti, autori a vario titolo di episodi di violenza e danneggiamenti. Le forze dell’ordine avevano risposto con lancio di lacrimogeni e getto di idranti. Gli anarchici attaccato la sede della Smat, distruggendo una vetrata.

Le indagini della Digos coordinate dalla procura,  hanno visto la collaborazione delle Questure di Milano, Ravenna, Sassari, Trento e Cuneo. Sono in corso inoltre, con il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, una ventina di perquisizioni.

Sorgente: Operazione Digos contro gli anarchici per la guerriglia del 9 febbraio a Torino – La Stampa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •