Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 26.09.2019 e i primi articoli online

Trump diffonde il testo della sua telefonata al presidente ucraino Zelensky: «Un favore: vai a fondo sull’indagine bloccata su Biden e figlio» e «collabora con Giuliani e il procuratore generale Barr». L’«impeachment» unisce i democratici. The Donald assediato, ma il «caso Biden» è destinato a crescere, anche a Kiev, pregiudicando la sorte dello sfidante democratico prima ancora di quella del tycoon.

COMMENTI

Una telefonata che può costargli la presidenza

Guido Moltedo

Quindi mentre a Washington s’intensificherà l’accerchiamento intorno alla Casa Bianca, a Kiev crescerà il caso Biden in un gioco di rimandi reciproci, a vantaggio di Donald Trump più che di colui che era considerato come il suo più probabile sfidante democratico

INFORMAZIONE

Editoria, il governo comincia dal sindacato

Matteo Bartocci

Il sottosegretario all’Editoria Martella inizia il giro di incontri sul settore con la Fnsi: ripristino dei contributi diretti, lotta al precariato giornalistico e querele bavaglio, certezze su agenzie e Radio radicale tra i temi sul tavolo

SCUOLA

Sinopoli (Flc Cgil): «Boccia dica con chiarezza che la scuola non va regionalizzata»

Roberto Ciccarelli

Il segretario della Flc Cgil Francesco Sinopoli sulle ipotesi avanzate dal ministro degli affari regionali Francesco Boccia: «I presidenti delle regioni non possono gestire la composizione delle classi, né i docenti possono essere obbligati a restare in un territorio. I problemi vanno gestiti a livello nazionale». «Domani abbiamo indetto lo sciopero di scuola e università contro l’emergenza climatica e saremo in piazza con Fridays for Future»

EUROPA

Il parlamento processa Johnson. Ma la Brexit non si muove

Leonardo Clausi

Ripresa dei lavori ieri a Westminster. L’arringa del primo ministro: «Noi non tradiremo il popolo!». Ora il governo cerca una scappatoia giuridica per aggirare il posticipo al 21 gennaio qualora non sia nel frattempo riuscito a rinegoziare l’accordo di uscita e né a farselo approvare dal parlamento

Ue perde la causa fiscale contro Starbucks, ma vince su Fiat

Anna Maria Merlo

Margrete Vestager in pareggio: il Tribunale dell’Unione europea ha annullato la decisione della Commissione che riteneva illegittimo aiuto di stato l’accordo fiscale concesso dall’Olanda alla catena di caffè americana, mentre ha dato torto alla casa automobilistica per il regime agevolato in Lussemburgo. La partita della tassazione delle multinazionali è tutta da giocare

INTERNAZIONALE

Brogli in sei regioni, annullate le amministrative in Russia

Yurii Colombo

La commissione elettorale dichiara nulle quindici elezioni dell’8 settembre scorso. Mosca esclusa. Ci sarebbero infiltrazioni illegali del partito di Putin nel voto di San Pietroburgo. Un nuovo capitolo della crisi politica interna che segna la lacerazione ai più alti vertici dello Stato e della classe dirigente

Presidenziali in Tunisia, alla fine arriva il ricorso. Bocciato

Melissa Aglietti

Respinti i ricorsi degli sconfitti al primo turno delle elezioni. E mentre il paese si prepara alla legislative e al ballottaggio per il presidente, cresce la polemica per la permanenza in carcere di Nabil Karoui, l’uomo d’affari arrivato secondo

Condannato a 15 anni il fratello di Bouteflika

Melissa Aglietti

Processo lampo per Said, il vero reggente degli ultimi anni, due ex generali e la leader del Partito dei Lavoratori, tutti accusati di cospirazione contro lo Stato. Ma continuano le proteste di piazza contro il mantenimento, sotto mentite spoglie, dello stesso establishment politico

Davi Kopenawa, uno sciamano alternativo a Bolsonaro

Claudia Fanti

Davi Kopenawa, leader del popolo Yanomami e difensore dell’Amazzonia, si aggiudica il Right Livelihood Award. Una rivincita per gli indigeni brasiliani dopo i deliri dell’ex capitano all’Onu

CULTURA

La rivolta caustica di Nelly Arcan nello specchio di sè

Francesca Maffioli

Parla Isabelle Boisclair, dell’Università di Sherbrooke in Québec ospite a Parigi per un convegno sulla scrittrice. A dieci anni dalla morte dell’autrice canadese all’Ehess il primo colloquio europeo sulla sua opera. Il suo esordio del 2001,«Putain», resta il libro più celebre che tuttavia ha diviso aspramente la critica

VISIONI

Fotografie per «schedare» l’umanità

Silvia Nugara

A Torino, «I mille volti di Lombroso», che in un percorso di cinque sezioni, dalla nascita dell’antropologia criminale alla criminalizzazione delle donne, esplora la collezione del criminologo. La sede è il Museo del cinema ma nel programma non sono previsti film

No non è la Bbc, serata omaggio a Boncompagni

Stefano Crippa

Stasera alle 21.05 su Raidue uno show di tre ore presentato da Renzo Arbore, con molti ospiti: «Siamo riusciti a cogliere sempre il senso ridanciano – sottolinea il presentatore – e ridicolo di tutte le cose. È successo perché fondamentalmente eravamo due provinciali».

Il ritorno all’inferno di «Rambo»

Giulia D’Agnolo Vallan

Stallone torna al suo lato oscuro con «Last Blood», il quinto capitolo della saga diretto da Adrian Grunberg. Stroncato dalla critica Usa che accusa il personaggio di essere trumpista, è un film cattivo e crudo, un dinosauro che viene voglia di difendere

Figi cade con l’Uruguay: 27-32

Peter Freeman

Al Recovery Memorial di Kamaishi City la prima sorpresa del mondiale di rugby ma il risultato è ineccepibile. Domani mattina a  Fukuoka (Rai 2, ore 9.45) l’Italia è attesa dal Canada.

COMMENTI

Diritto all’oblio, per Google una vittoria di Pirro

Benedetto Vecchi

Il diritto all’oblio, cioè la cancellazione ogni cinque anni dei dati raccolti su un singolo utente, era stato voluto inizialmente dalla Spagna e poi accolto dall’intera Ue, grazie all’attivismo dei movimenti sociali e al paziente, sensibile e accorto lavoro di tessitura di studiosi e giuristi, tra i quali va ricordato Stefano Rodotà

Ecco l’app del Pd che riabilita Rousseau

Arturo Di Corinto

Il neoministro Boccia e il segretario Zingaretti lanciamo la piattaforma online del partito per connettere iscritti ed eletti. “Ci sarà dentro tutta la vita del partito”, dicono i creatori

EXTRATERRESTRE

«Puntiamo alla transizione energetica»

Andrea Degl’Innocenti

ntervista a Gianluca Ruggieri, presidente della cooperativa di comunità: «Diffondiamo una cultura del risparmio e dell’efficienza. E puntiamo all’autoproduzione e alla sostenibilità»

In Lucania petrolio e vita grama

Francesco Cufino

Viaggio a Corleto Perticara, dove l’impianto petrolifero Gorgoglione Tempa Rossa è stato fermato per mancato monitoraggio ambientale. C’è chi muore di inquinamento e chi si ammala di desolazione

La terra in musica

Teodoro Margarita

Da Neil Young a Baba Sissoko, da Manu Chao al cantautore Luca Bassanese, quando la musica dà voce a chi si batte per seminare un pianeta più giusto

Sorgente: il manifesto del 26.09.2019 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing