Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Aggressione razzista ad Anzio: due ragazzi prendono a bastonate un migrante | corriere.it

Aggressione razzista ad Anzio: due ragazzi prendono a bastonate un migrante

Vittima un ragazzo nigeriano di 24 anni, picchiato da due giovani italiani, un minorenne di 17 anni e un 18enne, poi fermati dai carabinieri con le accuse di lesioni personali aggravate dalla discriminazione razziale

di Valeria Costantini

Un violento pestaggio a sfondo razziale e in pieno giorno. È accaduto nel cuore di Anzio, città alle porte della Capitale. Vittima dell’aggressione a bastonate un ragazzo nigeriano di 24 anni, picchiato da due giovani italiani, un minorenne di 17 anni e un 18enne, poi fermati dai carabinieri con le accuse di lesioni personali aggravate dalla discriminazione razziale. Un agguato vero e proprio avvenuto intorno alle 13 in viale Mencacci, a pochi passi dalla centrale stazione ferroviaria di Anzio.

L’aggressione in due fasi

Secondo la ricostruzione dei militari, i due italiani hanno visto la vittima – che è ospitata in un centro accoglienza per migranti della zona – mentre passava sotto la loro abitazione. Sono scesi e hanno subito aggredito la loro preda. Il ragazzo nigeriano però, dopo le botte, è riuscito a fuggire. A quel punto i due italiani sono risaliti nelle proprie abitazioni, si sono armati di mazze e sono partiti per la caccia all’uomo. Arrivati vicino la fermata hanno individuato il giovane e lo hanno picchiato nuovamente con i bastoni. Il tutto senza proferire una parola.

Le segnalazioni

Nel frattempo però i carabinieri avevano ricevuto una segnalazione e, trovati i due aggressori, li hanno subito bloccati. Il 18enne è stato arrestato, mentre il minorenne è stato denunciato a piede libero. Il ragazzo nigeriano invece ha riportato lesioni compatibili con 7 giorni di prognosi, una ferita lacero contuso alla spalla e una alla testa.

Sorgente: corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing